Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z I broccoli, la verdura che ti mantiene giovane

I broccoli, la verdura che ti mantiene giovane

CONDIVIDI
broccoli, tanti benefici per la salute

Abbandona la superficialità, punta dritto alla sostanza e vai oltre l’olfatto. È vero che l’odore dei broccoli bolliti (che pure ha i suoi estimatori) può essere un po’ forte: per carità, ma devi provare ad andare oltre…ne vale la pena. Vedrai che risultati di salute e bellezza! E poi la natura ne è generosa: questa verdura è a disposizione da febbraio a marzo e, dopo la pausa estiva, abbonda con l’ autunno.

Il broccolo al microscopio: i valori nutrizionali

In 100 g ci sono 91.4 g di acqua, 2 g di carboidrati e 2,9 g di fibre, per un totale di 22 misere kcal e un apporto, al contrario, molto generoso di 376 mg di potassio, 1 mg di ferro, 18 mg di vitamina A e 12 mg di vitamina C. Non male per essere un broccolo!

Green power: proprietà benefiche dei broccoli

Il broccolo è il tipico portatore delle proprietà degli ortaggi verdi. Due sono le sostanze nutrienti che accomunano l’ortofrutta di questo colore, e in particolare quella a foglia, il magnesio e l’acido folico:

  • Il magnesio contribuisce al normale metabolismo energetico, alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, al regolare funzionamento del sistema nervoso e di quello muscolare.
  • L’acido folico, invece, oltre a essere utile durante i primi mesi della gravidanza, analogamente allevia la stanchezza e l’affaticamento e aiuta la normale funzione del sistema immunitario.

Il mix di vitamine, minerali e nutrienti che il broccolo contiene, lo rende un alimento dal potente effetto anti-tumorale. In particolare, vere e proprie armi segrete in questo senso sono i suoi polifenoli, sul forafano e clorofilla: sostanze fortemente antiossidanti, dal comprovato effetto anti invecchiamento, inoltre è perfetto per le diete dimagranti per via dell’effetto saziante che procurano le sue fibre. Da tenere presente anche la sua capacità di alleviare la stipsi e attenuare l’assorbimento del colesterolo cattivo.

Panacea  a 360 gradi: dai polmoni… alla cellulite

I benefici del broccolo non finiscono di stupirti: è considerato un “salvapolmoni” e non si tratta di un consiglio della nonna, ma del risultato di una ricerca della Johns Hopkins Medical School, che svela come i broccoli siano anche un eccellente rimedio contro le affezioni polmonari, l’asma e i problemi respiratori in genere.

Il nostro ortaggio – così ricco di acqua, sali minerali e fibre com’è – è per l’organismo un valido aiuto a disintossicarsi e combattere l’odiosa (e orribile) ritenzione idrica.

Bellezza testata

Queste dritte ti invoglieranno a metterti ai fornelli… anche per la cosmesi! Il broccolo è utilizzato anche da alcuni marchi arcinoti del settore: per esempio L’Oréal ha individuato nel sulforafano che si estrae dai broccoli un ingrediente utile per contrastare i segni di affaticamento e Biotherm lo utilizza per stimolare la produzione di NrF2, una proteina di autodifesa antiossidante.

La maschera di bellezza

Prova fiduciosa questa maschera fai da te, che promette ottimi risultati fin dalla prima applicazione! Riduci in poltiglia una decina di broccoli precedentemente bolliti e mescolali a un cucchiaio di olio d’oliva extravergine e un cucchiaio di latte di mandorle. Spalma e massaggia il composto sul viso e lascialo in posa per 30 minuti.

Brava massaia docet

Se ti sei decisa a cucinare il broccolo ma non vuoi che la casa si impregni del suo “profumo” un rimedio c’è: basta spremere un limone nell’acqua di cottura!
Come un tutte le verdure, anche questa non va cucinata troppo, per evitare di privarla delle proprietà fondamentali, infatti la cottura ideale è quella al vapore, che sia la più leggera possibile.

Come sceglierlo?

Le infiorescenze devono essere compatte, sode, di colore verde brillante e intenso e sono bandite le ammaccature e le parti ingiallite. Le foglie vanno scelte consistenti e carnose. Per quanto riguarda la conservazione, è il frigo l’ideale, dove il broccolo può mantenersi per 4 o 5 giorni, nello scomparto della frutta e verdura. Infine, prima di gustarlo, basta eliminare le foglie e staccare le cime dal torsolo. A questo punto va benissimo anche mangiarlo crudo, a patto, però, di lavarlo benissimo.

Fiore in pentola

Nel minestrone o nel sugo, bolliti o gratinati al forno, in vellutata, saltati in padella o cotti in pentola, ci sono moltissimi squisiti modi per cucinare questo ortaggio. Prova una delle ricette consigliate da Melarossa! Per esempio: i nostri broccoletti ripassati in padella! buon appetito!

Commenti