Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Combatti la ritenzione idrica con l’ananas

Combatti la ritenzione idrica con l’ananas

CONDIVIDI
ananas, proprietà e benefici

L’ananas è uno dei frutti tropicali più famosi e apprezzati in tutto il mondo e ha tutte le ragioni per esserlo. Spinoso all’esterno, ma succoso, gustoso e rinfrescante all’interno, questo frutto, appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae, soddisfa il tuo palato e contemporaneamente ti rende più bella, grazie alle sue eccezionali proprietà depurative e digestive.

I benefici della Bromelina

Gran parte dei meriti dell’ananas sono dovuti alla Bromelina, un principio attivo che viene spesso usato in ambito farmaceutico, soprattutto per le terapie antinfiammatorie. La Bromelina utilizzata per la preparazione di integratori e farmaci, viene estratta principalmente dal gambo, ma è presente anche nella polpa, seppur in maniera minore.

Questo enzima, è inoltre in grado di trasformare alcune proteine in amminoacidi: ecco spiegate le famose proprietà digestive dell’ananas. Quando a fine pasto ti mangi una bella fetta di questo frutto, la Bromelina facilita la digestione delle proteine, offrendoti un’azione benefica a livello gastrico.

I valori nutrizionali dell’ananas

Questo frutto tropicale dal sapore dolce ha un apporto calorico molto ridotto (40kcal per 100gr), per cui è assolutamente indicato se stai seguendo una dieta dimagrante.

Inoltre, l’ananas ha un buon contenuto di acqua (86gr su 100gr) di vitamina C (17mg) e di vitamina A (7mg). Circa 10gr sono di carboidrati, sotto forma di zuccheri (glucosio, fruttosio e saccarosio) e poi contiene anche sali minerali molto importanti, quali potassio (250mg), calcio (17mg) e fosforo (8mg).

Con l’ananas combatti ritenzione idrica e cellulite

L’ananas è il frutto per eccellenza per combattere ritenzione idrica e cellulite: la Bromelina possiede proprietà antinfiammatorie e risulta in grado di prevenire la formazione di edemi e anche di diminuire quelli già esistenti. Inoltre, nella polpa dell’ananas ci sono anche degli acidi organici che svolgono un’efficace azione diuretica, depurando l’organismo e favorendo il drenaggio dei liquidi.

È importante ricordare però che tutti questi meravigliosi benefici si ottengono solo mangiando il frutto fresco: una volta che l’ananas viene cotto, le sue preziose sostanze perdono tutto il loro benefico potere.

Antinfiammatorio per eccellenza

L’ananas è un fantastico antinfiammatorio naturale che ha anche il vantaggio di essere buonissimo e di non arrecare fastidi allo stomaco, come può succedere con gli antinfiammatori tradizionali.

Puoi utilizzarlo per curare naturalmente:

Due o tre fette di ananas fresco al giorno possono portarti grande sollievo rispetto a queste patologie infiammatorie.

Contrasta i radicali liberi

Questo frutto è ricco di vitamina C che favorisce l’attività del sistema immunitario e svolge azione antiossidante. Insieme alla vitamina A, ti aiuta a contrastare i radicali liberi, proteggendo la tua pelle dall’invecchiamento.

La sua azione antinvecchiamento si ha anche sul cuoio capelluto: la vitamina C infatti è anche un elemento importante che aiuta a prevenire la perdita dei capelli, aumentandone la consistenza.

Ma è vero che brucia i grassi?

L’ananas è considerato da molti un frutto brucia-grassi, ma cosa c’è di vero in questa credenza popolare?

Questa convinzione nasce sulla base delle proprietà della Bromelina che come abbiamo detto è in grado di stimolare la secrezione dei succhi gastrici e di facilitare le funzioni digestive, velocizzando il metabolismo mediante la scomposizione delle proteine contenute negli alimenti.

Da qui ad affermare che l’ananas abbia delle vere proprietà dimagranti o brucia-grassi però ce ne vuole: inseriscilo nella tua dieta perché poco calorico, ma non aspettarti miracoli. Soprattutto evita di andare dietro a diete sbagliate suggerite dalla moda del momento, come quella che circolava tempo fa sulla dieta dell’ananas: non solo è inesatta, ma potrebbe danneggiare il tuo stato di salute, privando il tuo organismo di nutrienti importanti.

 

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteVertebre schiacciate: quali esercizi fare?
Articolo successivoPiccola massa adiposa sui pettorali: come eliminarla?
Ho cominciato la mia vita professionale come giornalista e sono iscritta all’Ordine dal 1995 come Pubblicista. Dopo diversi anni di esperienza nel settore della comunicazione (sia nell’organizzazione di eventi, sia come ufficio stampa), ho ripreso da qualche anno l'attività di giornalista e lavoro nella redazione di Melarossa, curando in particolare articoli su dieta, nutrizione e psicologia. Vista la mia innata curiosità verso gli esseri umani e le loro possibilità di sviluppo e miglioramento, ho scelto di diventare Life Coach Umanista e lavoro con persone che vogliono allenarsi a raggiungere obiettivi in linea con la loro natura.