Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z La cipolla, il tuo antibatterico naturale

La cipolla, il tuo antibatterico naturale

CONDIVIDI
La cipolla, il tuo antibatterico naturale

La cipolla ti fa piangere è vero, ma è anche un ortaggio dai mille benefici per la tua salute, e talmente versatile in cucina, che farne a meno è praticamente un delitto: grazie al suo caratteristico gusto pungente, regala ai tuoi piatti un sapore particolare ed è la base perfetta per la preparazione di sughi, minestre, risotti e carne.

La ricchezza della cipolla non si ferma però al suo gusto: infatti questo ortaggio dalla caratteristica composizione a “strati” è una vera star dal punto di vista delle proprietà nutritive e terapeutiche che ti offre. Scopriamo insieme quali sono le più importanti.

La cipolla, antibatterica e antibiotica

Quando mangi la cipolla è come se introducessi un potente antibatterico naturale nel tuo organismo: grazie allo zolfo e alla quercetina che contiene, quest’ortaggio svolge un’azione di contrasto della crescita di microrganismi dannosi, come batteri e lieviti e, per questo motivo, è molto utile nella cura delle infiammazioni alle vie respiratorie e delle influenze in generale.

Anche la sostanza che ti fa piangere quando la sbucci – l’enzima allinasi, che quando incontra il liquido presente sul bulbo oculare, si trasforma in acido solforico – ha proprietà antisettiche: così se riesci a mangiarne qualche pezzetto crudo, oltre a disinfettare la bocca, terrai anche lontane le infezioni ai denti.

Inoltre, grazie all’inulina, la cipolla agisce anche come antibiotico naturale, contrastando i processi infiammatori.

La composizione della cipolla

Innanzitutto è importante che tu sappia che questo ortaggio dal sapore dolce e pungente contiene pochissime calorie (solo 26 kcal per 100 gr di prodotto).

Se poi guardiamo gli altri valori nutrizionali della cipolla, scopriamo che in 100 gr di prodotto commestibile ci sono 5,7 gr di carboidrati, 1 gr di fibra, 140 mg di potassio, 1,5 mg di magnesio, 3 mg di vitamina A e 5 mg di vitamina C.

E poi nella cipolla c’è tanta acqua: su 100gr ben 92 sono di liquidi che, come sai, favoriscono la diuresi e l’eliminazione delle scorie.

Le capacità depurative del bianco

Fuori è spesso colorata: rossa – come quella di Tropea – bianca o dorata. Ma al suo interno, i suoi croccanti strati sono di un bel bianco lucido e quindi la cipolla non può che appartenere al gruppo di frutta e verdura di colore bianco, dalle preziose proprietà nutritive.

Come infatti ci ricorda “Nutritevi dei colori della vita” – campagna di informazione e promozione di UNAPROA, cofinanziata da Stato italiano e Unione europea – che raccomanda per il nostro benessere di mangiare ogni giorno almeno 5 porzioni di frutta e verdura di 5 colori diversi – tra i composti ad azione protettiva di questo gruppo di colore ci sono due nutrienti particolarmente interessanti: il potassio e la fibra.

Il potassio contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione muscolare nonché al mantenimento di una normale pressione sanguigna. Questo importante sale minerale ti aiuta anche a depurarti: infatti la sua assunzione favorisce l’eliminazione dell’acqua in eccesso dalle cellule, contrastando così la ritenzione idrica.

La fibra invece, mantiene in salute l’intestino: lo pulisce e combatte la stitichezza. Quella solubile come la pectina, se assunta giornalmente in almeno 6 g, contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. E poi, non ti dimenticare che, grazie al loro potere saziante, le fibre sono il tuo miglior alleato quando segui una dieta!

La cipolla tiene a bada la glicemia

Secondo diversi studi, la cipolla è un ortaggio capace di abbassare i livelli di zucchero nel sangue, tenendo così sotto controllo la glicemia. Come riesce a farlo? Alcuni suoi composti, come la glucochinina, agiscono in modo simile all’insulina, svolgendo quindi un’azione anti-diabetica.

Un concentrato di antiossidanti

La cipolla contiene diversi flavonoidi, più conosciuti come antiossidanti, dei composti che aiutano a proteggere il corpo, riducendo il danno causato dai radicali liberi. Tra i flavonoidi più efficaci c’è la quercetina, di cui la cipolla è particolarmente ricca: la sua azione protettiva ti protegge da alcune forme di tumore, come ad esempio quello del tratto digerente.

Alcuni studi infatti, hanno dimostrato che il consumo quotidiano di cipolle, riduce il rischio di contrarre un tumore allo stomaco, sia bloccando le cellule tumorali, sia distruggendo i batteri nocivi che possono essere la causa iniziale di questa forma di cancro.

Le sue vitamine combattono i problemi respiratori

La cipolla ti aiuta a ridurre i problemi respiratori, grazie al contenuto di vitamina A e C che aumentano la risposta immunitaria dell’organismo: il tuo corpo riesce così a combattere in maniera efficace qualsiasi tipo di problema respiratorio. In particolare il succo è un fantastico espettorante e mucolitico, perfetto per lenire la tosse, alleviare la raucedine e guarire raffreddore, catarro e bronchite.

Aggiungi un po’ di miele al succo della cipolla e vedrai come questo vecchio metodo della nonna risulterà ancora ideale per contrastare le affezioni respiratorie tipiche della stagione invernale.

Commenti