Bellezza Cura del corpo Sauna finlandese: i benefici e le controindicazioni

Sauna finlandese: i benefici e le controindicazioni

CONDIVIDI
Sauna finlandese: tutti i benefici e le controindicazioni

I finlandesi ne sono da sempre convinti: la sauna fa bene. In effetti, questo trattamento dalle origini antichissime, presenta molti benefici per il benessere interno ed esterno del nostro corpo, cioè sia a livello estetico, sia di salute.

Notoriamente utile per la pelle e per stimolare uno stato di piacevole relax, la sauna finlandese, viene oggi ritenuta efficace anche per la salute di cuore e cervello. A testimoniarlo, uno studio condotto da ricercatori dell’università della Finlandia Orientale che, per dimostrarne gli effetti positivi, hanno esaminato oltre duemila uomini di mezza età in un arco di tempo di venti anni.

Monitorando le loro condizioni di salute nel tempo, hanno scoperto che chi frequentava con regolarità la sauna ogni settimana, poteva godere di numerosi benefici per la salute.

I benefici della sauna

Secondo questo studio, la sauna è benefica per il tuo organismo in molti modi diversi: guarda la gallery e scopri tutti i vantaggi del sudare!

1Contrasta le demenze

La ricerca ha messo in evidenza come, chi frequentasse regolarmente la sauna – dalle 4 alle 7 volte a settimana – aveva un minor rischio di demenza (il 66% in meno) e anche di ammalarsi di Alzheimer (il 65% in meno rispetto ai coetanei che facevano la sauna solo una volta a settimana).

Sembrerebbe che, l’effetto della vasodilatazione periferica, migliori la circolazione sanguigna e riduca la pressione, due fattori che influiscono molto sullo sviluppo della demenza.

2Riduce lo stress e allevia la depressione

L’aumento della temperatura corporea all’interno della sauna riduce lo stress, rilassando la muscolatura e regalando una sensazione di distensione e buon umore, con effetti positivi anche sulla depressione.

A migliorare i sintomi di chi è affetto da stati depressivi lievi, è l’ottenimento di un maggior livello di endorfine, la cui produzione viene aumentata dalla sauna.

3Aiuta il tuo cuore

Secondo i risultati dello studio finlandese, chi faceva dalle 4 alle 7 saune settimanali, aveva una riduzione del rischio di morte cardiaca improvvisa del 63% rispetto a chi ne faceva una sola. Con 2-3 sedute a settimana il rischio si riduceva del 22%. Anche il rischio di malattie cardiache diminuiva rispettivamente del 50% con 4-7 saune settimanali e del 27% con 2-3 saune.

Questo effetto benefico per il cuore potrebbe essere dato sia dall’effetto diretto su di esso, sia dall’abbassamento della pressione, sia dalla riduzione dello stress ossidativo e sia dal miglioramento della funzione dell’endotelio, ovvero il rivestimento dei vasi sanguigni.

4Rinforza il sistema immunitario

L’aumento della temperatura corporea di diversi gradi, facilita la difesa dell’organismo dalle aggressioni esterne di batteri e virus, rinforzando il sistema immunitario. In pratica, alzando la temperatura interna del corpo, la sauna riproduce una sorta di “febbre artificiale”, uccidendo così i batteri che, a un certo livello di temperatura, muoiono.

5Rafforza e rende più bella la pelle

La sauna dona alla tua pelle un aspetto più sano e bello: il calore dilata i pori e il sudore elimina le tossine e le cellule morte dello strato più superficiale dell’epidermide. Inoltre, la vasodilatazione aumenta il flusso sanguigno, facendo arrivare una maggiore quantità di ossigeno alle cellule.

In questo modo, la tua pelle viene sia pulita in maniera molto profonda, sia rafforzata contro l’azione degli agenti atmosferici o dello smog.

6Fa dimagrire?

La sauna viene spesso associata al dimagrimento, ma in realtà con il sudore si perdono solamente i liquidi, mentre il grasso non viene toccato.

C’è però un grande beneficio che la sauna offre a chi vuole dimagrire: lo chock termico stimola la circolazione e anche il metabolismo, contribuendo ad accelerarlo.

Le fasi della sauna step by step

Quando si decide di fare una seduta di sauna, è preferibile mantenersi leggeri: volendo si può fare un piccolo spuntino, magari insieme a una tisana calda, che ti aiuta a stimolare la sudorazione.

Inoltre, per ottenere i migliori risultati, andrebbe fatta seguendo una specifica routine:

  1. Fase 1 – Entrare in sauna per 5 minuti;
  2. Fase 2 – Uscire dalla sauna e fare una doccia fredda o tiepida, per stimolare la circolazione;
  3. Fase 3 – Entrare nuovamente nella sauna per una sessione di 10/15 minuti al massimo, seguita da un’altra doccia fredda;
  4. Fase 4 – Prevedere un periodo di relax di una decina di minuti, possibilmente seduti o sdraiati su un lettino, prima di riprendere le normali attività. Questo periodo di rilassamento è importante per far rientrare la pressione nei suoi valori normali.

Non dimenticare di bere molto dopo aver fatto la sauna: il tuo organismo ha bisogno di recuperare i liquidi persi con la sudorazione.

Le controindicazioni

Chi soffre di alcune patologie dovrebbe evitare questa pratica. In particolare la sauna è sconsigliata: 

  • a chi soffre di problemi cardiaci. L’effetto vasodilatatore della sauna potrebbe dare un carico eccessivo al cuore;
  • a chi ha dei fenomeni infiammatori cutanei. Le alte temperature potrebbero peggiorarli;
  • nel corso di stati febbrili, che  potrebbero sottoporre l’organismo a uno stress eccessivo;
  • in gravidanza;
  • chi soffre di vene varicose o fragilità capillare;
  • durante il ciclo mestruale (a causa della vasodilatazione potrebbero verificarsi delle emorragie);
  • nell’età dello sviluppo.
Commenti