CONDIVIDI

Come pulire le cozze bene per poter degustarle al meglio? Eccoti una guida semplice e veloce. Prepararle in casa è molto più semplice di quello che pensavi, ma ricorda che le cozze vanno pulite attentamente prima di essere mangiate e che al momento dell’acquisto, devono essere integre e poco pesanti, per evitare che siano piene di sabbia.

Le cozze sono ricche di ferro, antiossidanti, proteine e vitamina C ed hanno un ridotto contenuto di grassi e calorie, quindi perfette per la tua dieta ipocalorica.

Come pulire le cozze: regola 1, sceglierle bene!

c’è da distinguere per bene tra quelle d’allevamento e quelle selvatiche, dette anche pelose. Queste ultime si distinguono perché hanno forma allungata e meno regolare rispetto alle altre; ma soprattutto, nella parte posteriore esterna della conchiglia, presentano dei filamenti più o meno lunghi e fitti, (una sorta di peluria, per l’appunto).

Le cozze selvatiche, inoltre, hanno attaccati al guscio i cosiddetti denti di cane, una specie di “vulcanetti” bianchi e duri che indicano che le cozze sono di scoglio: sarà più complicato pulirle, ma sicuramente il palato ne trarrà beneficio, perché sono più saporite! Scopri tutto sulla guida all’acquisto delle cozze.

Come pulire le cozze: la guida step-by-step

Cosa ti occorre:

  • 1 kg di cozze.
  • Bacinella di acqua fredda.
  • Coltellino

guida su come pulire le cozze passo per passoPreparazione:

Posiziona tutto l’occorrente sul piano di lavoro. Prendi la cozza in una mano, afferra il “bisso” (la barba che trovi nella cerniera della cozza) e strappalo via con le mani.

Con l’aiuto di un coltellino elimina le impurità: utilizza il dorso della lama e raschia con cura. Riponi la cozza pulita nella bacinella piena d’acqua fredda e procedi in questo modo con tutte le cozze.

Sciacqua bene le cozze sotto l’acqua corrente e lasciale a mollo fino al momento di cucinarle. Se possibile cucina le cozze il giorno stesso in cui le hai acquistate e fino a loro utilizzo tienile in una bacinella con dell’acqua fresca.

Se intendi cuocerle il giorno dopo, tienile a mollo tutta la notte in acqua fredda, aggiungendo 50 g di sale.

Molto importante: le cozze rimaste chiuse durante la cottura, devono essere buttate.

Le cozze e le vongole nella dieta di Melarossa

L’apporto calorico di cozze e vongole può considerarsi equivalente ma la dieta di Melarossa tiene conto di tutti i micronutrienti e grassi e le cozze hanno un contenuto di colesterolo doppio rispetto alle vongole. Ciò non significa che non puoi mangiarli a  ma, certamente, vanno mangiate con moderazione. Se non hai il colesterolo alto, le puoi introdurre nella tua dieta una volta a settimana perché contengono tanti nutrienti.  Sono ricche di sali minerali, quali calcio e fosforo e una buona quantità di ferro, un oligoelemento utile contro l’anemia. Presente anche il selenio, importantissimo per la protezione delle cellule e per combattere l’azione dei radicali liberi. Questo sale minerale è consigliato controllare la funzionalità tiroidea che influenza l’umore e il buon funzionamento del sistema nervoso centrale. Le cozze hanno solo 84 calorie/ 100 gr!

2 ricette light con le cozze

Cozze gratinate

come pulire le cozze: ricetta COZZE GRATINATE

Calorie totali 762/  Calorie a persona 190

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g cozze
  • 50 g pangrattato
  • 3 cucchiai olio extravergine di oliva
  • Prezzemolo
  • 1 spicchio aglio

Clicca qui e scopri la ricetta light di Melarossa!

Bruschette con cozze e pomodori

come pulire le cozze: ricette bruschetta

Calorie: 585 totali per 4 bruschette /  145  a bruschetta

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di cozze
  • 1 pomodoro maturo o 4 pomodorini.
  • 4 fette di pane casareccio ( 1 fetta= 30g)
  • Prezzemolo q.b
  • 1 cucchiaio d’olio
  • Sale q.b
  • Vino bianco per sfumare ( 5 cl)

Clicca qui e scopri la nostra ricetta light.

 

Commenti
CONDIVIDI
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.