Terapie Naturali

Passiflora o fiore della passione tra proprietà, benefici, botanica, usi erboristici e controindicazioni

Annuncio pubblicitario

La passiflora è una meravigliosa pianta dalle formidabili proprietà calmanti ed efficaci nel contrastare l’insonnia.  E’ conosciuta popolarmente con il nome di fiore della passione e viene impiegata in erboristeria per le sue virtù analgesiche, antinfiammatorie ed antibatteriche.

La parte aerea essiccata della pianta officinale è reperibile in commercio sotto forma di tisana, integratori e soluzioni idroalcoliche, ad un prezzo conveniente.

Attenzione! La passiflora non è esente da controindicazioni. Può provocare sonnolenza: si raccomanda di non mettersi alla guida e di non utilizzare macchinari dopo aver assunto il rimedio.

Passiflora: cos’è

E’ una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle Passifloracee.

Esistono ben 500 specie di questo arbusto, ma in campo terapeutico viene impiegata prevalentemente la Passiflora incarnata L.

Il significato botanico del nome della pianta americana ha origine latina e deriva dall’unione delle parole ‘passio’ e ‘flos’, la cui traduzione è frutto della passione. Tale appellativo è stato conferito dai frati gesuiti in virtù della somiglianza che intercorre tra lo splendido fiore della passiflora e la simbologia religiosa della passione di Cristo.

Annuncio pubblicitario

Inoltre, esiste anche la Passiflora Edulis che dà vita al frutto della passione.

Scopri tutto sulla passiflora edulis e i valori nutrizionali del frutto della passione.

Offerta
Passiflora (Passiflora incarnata) erba con fiori...
  • Passiflora (Passiflora incarnata) erba con fiori Tintura Madre estratto concentrato 1:10. 100%...
  • UN AIUTO NATURALE: integratore alimentare concentrato di Passiflora in gocce. 40 gocce (2 ml)...
  • NATURALMA – Naturali abitudini: Rispettiamo e amiamo la Natura, per questo tutti i nostri...
Offerta
Matt Calmastress Integratore Rilassante con...
  • La vita frenetica che caratterizza le nostre giornate e lo stress che accumuliamo non giovano al...
  • La Passiflora favorisce il rilassamento. La Valeriana è preziosa per favorire il sonno in presenza...
  • Il fitofluido Calma Stress Matt&Diet associa questi quattro principi vegetali che, agendo in modo...

Principi attivi della passiflora incarnata L.

  • Flavonoidi  (>2,5 %)
  • Apigenina
  • Luteolina
  • Isovixetina (>0,32)
  • Iso-orientina
  • Isoschaftoside (>0,15%)
  • Shaftoside
  • Swertisin
  • Maltolo
  • Crisina
  • Glicoside cianogenetico
  • Ginocardina
  • Alcaloidi
  • Indolo.

Flavonoidi

Sono elementi chimici di rilievo presenti nella pianta e consistono in composti polifenolici idrosolubili presenti in alcune specie vegetali, sotto forma di glicosidi.

I flavonoidi trovano applicazione prevalentemente in campo farmaceutico, nutraceutico e cosmetico. Vengono sfruttati in fitoterapia per le loro proprietà:

  • antiossidanti
  • antivirali
  • antinfiammatorie.

Inoltre, sono in grado di modulare la funzionalità degli enzimi cellulari. Ma la funzione terapeutica più importante dei flavonoidi è quella di neutralizzare i radicali liberi e contrastare gli effetti negativi che da essi scaturiscono.

Passiflora: proprietà e benefici

La passiflora calma la tua mente

La pianta officinale riduce l’insonnia e gli stati d’ansia. Attraverso un incremento del livello di acido gamma-amminobutirrico (siglato GABA), la passiflora è in grado di ridurre l’attività cerebrale e condurre ad un benefico stato di rilassamento.

Annuncio pubblicitario

Con la somministrazione quotidiana di una tisana a base di passiflora incarnata, si sono verificati significativi miglioramenti nella qualità del sonno. Il trattamento deve essere protratto per almeno una settimana.

Il fiore della passione è stato somministrato a soggetti che si trovavano in evidenti stati ansiosi in attesa di un intervento chirurgico. In seguito all’assunzione del rimedio, i pazienti hanno sperimentato un’effettiva riduzione della tensione nervosa

Per poter godere di tali benefici, il fitopreparato andrebbe somministrato almeno 30-90 minuti prima dell’intervento.

Per di più, studi rilevano che la passiflora ha un’efficacia equiparabile alla melatonina e al midazolam: un farmaco contenente benzodiazepine impiegato come sedativo del sistema nervoso.

Inoltre, il rimedio risulta efficace nel contrastare l’insonnia di lieve entità.

Analgesico

La passiflora incarnata esercita un’ottimale azione analgesica in grado di alleviare varie sintomatologie dolorose. In particolare risulta efficace nel trattamento delle nevralgie.

Annuncio pubblicitario

L’attività analgesica viene attribuita all’elevata presenza di flavonoidi che compongono le principali costituenti chimiche della pianta officinale.

L’agente butanolo, estratto dalle foglie della Passiflora, possiede proprietà antidolorifiche equiparabili ai rimedi farmaceutici antinfiammatori.

Riduce le infiammazioni

Gli estratti in etanolo delle foglie della passiflora producono un significativo effetto antinfiammatorio. I flavonoidi,  massivamente presenti nelle parti aeree della pianta officinale, sono i diretti responsabili dell’azione antiflogistica e degli effetti antinocicettivi.

Un innalzamento della temperatura corporea in aggiunta al sopraggiungere di uno stato doloroso sono le comuni reazioni dell’organismo volte a fronteggiare un fenomeno infiammatorio.

Per inciso, i fitopreparati a base di passiflora possono essere impiegati efficacemente, con azione coadiuvante, nel trattamento delle flogosi.

Azione antimicrobica

La passiflora e la sua estrazione in solventi svolgono un’azione antimicrobica ad ampio spettro.

Annuncio pubblicitario

In particolare, i fitopreparati a base del fiore della passione risultano particolarmente efficaci nel trattamento di malattie infettive di origine microbica.

Gli estratti in etanolo delle foglie di passiflora esercitano un’interessante attività antibatterica nei confronti dei seguenti agenti patogeni:

  • V. Cholerae.
  • Pseudomonas Putida.
  • Shigella flexneri.
  • St. Pyogenes.

Allevia i sintomi da astinenza da narcotici

La somministrazione congiunta di un fitopreparato a base di passiflora con la clonidina (un farmaco antipertensivo) riesce ad alleviare le crisi ansiose nei soggetti sottoposti ad un trattamento di disintossicazione.

Per poter beneficiare di risultati soddisfacenti e durevoli nel tempo, la terapia dev’essere protratta per la durata di almeno 14 giorni.

Trattamenti

E’ un rimedio per:

  • contrastare l’insonnia
  • alleviare gli stati ansiosi
  • debellare infezioni batteriche
  • lenire sintomatologie dolorose
  • ridurre l’infiammazione.

Ricette a base di passiflora

Le parti aeree della passiflora incarnata vengono impiegate sotto forma di:

Annuncio pubblicitario
  • tisane
  • tintura madre in estratto idroalcolico
  • gocce omeopatiche.

Per di più, la droga viene ridotta in polvere e trasformata in integratori e capsule, di facile reperibilità.

Posologia giornaliera raccomandata è:

  • pari a 0,5/2,0 grammi delle parti aeree da somministrare dalle tre alle quattro volte al giorno.
  • 2,5 g di parti aeree in infusione da assumere quotidianamente dalle tre alle quattro volte.
  • 1,0 – 4,0 ml di tintura madre da  prendere tre/quattro volte al giorno.

1 – Placare l’ansia

E’ consigliata la somministrazione di capsule contenenti 400 mg della droga, da assumere due volte al giorno per la durata complessiva di 2/8 settimane. La durata della terapia va rimessa alla discrezione del medico curante.

In alternativa, si possono assumere 45 gocce giornaliere di un estratto liquido del frutto della passione. La durata del trattamento deve protrarsi per circa un mese.

Tisana alla passiflora contro ansia ed insonnia

Aggiungere circa 250 ml di acqua in un pentolino ed attendere il raggiungimento dell’ebollizione.

Spegnere il fuoco ed incorporare all’incirca 2 grammi di passiflora. Coprire il pentolino con un coperchio e lasciare in infusione circa 15 minuti. Successivamente, filtrare l’infuso con un colino a maglie strette e bere una tazza.

Annuncio pubblicitario

Per intensificare l’effetto sedativo, aggiungere al fiore della passione mezzo cucchiaino di tiglio e mezzo cucchiaino di melissa.

Il rimedio va assunto prima di coricarsi. In alternativa, si può bere l’infuso al momento del bisogno.

2 – Rimedio naturale contro insonnia

Assumere 30 gocce di tintura madre di passiflora diluite in poca acqua, fino a 3 volte al giorno. In alternativa, prendere 30/40 gocce prima di andare a letto.

3 – Infuso alla passiflora per alleviare i dolori mestruali

Aggiungere 3/4 grammi delle sommità essiccate di passiflora in un pentolino ricco di acqua. Quando bolle l’acqua, spegnere il fuoco e lasciare in infusione dai 10 ai 15 minuti. Successivamente, filtrare con un colino ed assumere il rimedio.

L’infuso può essere somministrato dalle 2 alle 3 volte al giorno, alla mattina e alla sera. In alternativa, puoi assumerlo al momento del bisogno.

4 – Sciroppo calmante per i bambini

Consiste in un integratore a base di passiflora, melissa, luppolo, fiori d’arancio, genziana, vitamina B6, magnesio e fosforo.

Annuncio pubblicitario

Il rimedio è utile per alleviare stati d’ansia, nervosismo e cattivo umore nei più piccoli.

Posologia:

  • per i bambini di età inferiore ai 5 anni, il dosaggio standard è di un cucchiaino da somministrare due volte al giorno. Preferibilmente dopo colazione e dopo pranzo.
  • Per i bambini di età superiore ai 5 anni, la dose raccomandata è di 2 cucchiaini da assumere due volte al giorno. In particolare, dopo colazione e dopo pranzo.

La durata del trattamento va da uno a due  mesi, in base all’entità del disturbo. In caso di necessità, ripetere il trattamento più volte durante il corso dell’anno.

Offerta
ABOCA - SEDIVITAX SCIROPPO BAMBINI 220 G.
  • rilassamento|integratore|sonno|sciroppo|bambini|disturbi del sonno|passiflora
  • Aboca
  • Integratore alimentare

La passiflora in cosmesi

Il fiore della passione grazie alla sua sensuale profumazione e all’elevata presenza di flavonoidi si presta ad essere un ottimo alleato di bellezza.

Numerosi prodotti presenti in commercio utilizzano gli estratti di passiflora per realizzare colonie, bagnoschiuma, shampoo e lozioni per il corpo.

Sono particolarmente adatti alle donne, in quanto la fragranza sprigionata da tali prodotti esalta la femminilità. Invece, le creme contenenti il fiore della passione hanno un altro scopo: prendersi cura della pelle segnata dall’avanzare degli anni.

Infatti, i principi attivi presenti nella pianta officinale sono in grado di stimolare la produzione del collagene naturale. Inoltre, donano all’epidermide un’ottima idratazione ed elasticità, restituendo al viso un incarnato omogeneo e luminoso.

Annuncio pubblicitario

Infuso alla passiflora rimpolpante

Dona alla pelle un aspetto compatto e splendente.

Aggiungere 4 grammi di passiflora in 100 ml di acqua bollente. Aspettare che si raffreddi il rimedio e successivamente applicare sul viso una compressa imbevuta della tisana, picchiettando leggermente.

Ripetere il trattamento di bellezza ogni sera prima di andare a dormire per avere risultati.

Controindicazioni della passiflora

Si sono verificati casi di ipersensibilità cutanea, orticaria, rinite allergica e asma in seguito all’assunzione di compresse a base di Herba Passiflora.

Inoltre, reazioni quali nausea severa, vomito, sonnolenza e tachicardia ventricolare sono sorte in seguito a delle auto somministrazioni di fitopreparati a base del fiore della passione.

La droga può stimolare le contrazioni uterine, pertanto è controindicata in gravidanza. La pianta officinale non deve essere somministrata alle donne in allattamento, salvo diversa disposizione del medico curante.

Annuncio pubblicitario
PluieSoleil 1200ML Teiera in Vetro...
  • 🍃【Set di teiera in vetro con 6 tazze】: PluieSoleil grande teiera in vetro con infusore per...
  • 🍃【Facile da usare】: il beccuccio della teiera filtrante è adottato senza gocciolamenti, che...
  • 🍃【Teiera in vetro con infusore di sicurezza per uso alimentare】: la teiera in vetro...

Guida all’acquisto della passiflora

I rimedi erboristici a base di passiflora sono facilmente reperibili on line o presso erboristerie, farmacie e parafarmacie.

Prima dell’ acquisto, è opportuno verificare, nella lista degli ingredienti, l’esistenza di una apposita certificazione che attesti che i fitopreparati siano titolati e standardizzati. 

Tali caratteristiche garantiscono la qualità e l’efficienza del prodotto.

La droga in taglio tisana va conservata in contenitori ermetici, da collocare in luoghi distanti da fonti di calore e dalla luce diretta.

Un valido prodotto utile per contrastare l’insonnia è Novanight tripla azione. E’ un integratore alimentare a base di passiflora che lavora in sinergia con altre due piante officinali: il papavero e la melissa. Il prezzo del prodotto, nel formato da 30 compresse, si aggira intorno ai 20 euro.

Novanight Tripla Azione Integratore Alimentare con...
  • Grazie alla melatonina Novanight Tripla Azione aiuta a ridurre il tempo necessario ad addormentarsi
  • Le proprietà rilassanti degli estratti 100% vegetali di Escolzia (Papavero della California) e...
  • Novanight Tripta Azione, grazie alle proprietà dell'estratto 100% vegetale di passiflora, aiuta a...

Passiflora: botanica

La passiflora è originaria del Nord America e consiste in un’erba perenne, di tipo strisciante. L’arbusto è munito di viticci ascellari che gli permettono di arrampicarsi.

Le foglie sono alterne e costituite da tre a cinque lobi seghettati. Il fogliame è munito di piccioli solcati e ritorti con dei nettari all’apice. La lamina è larga e misura dai 6 ai 15 cm in lunghezza, inoltre, è tinteggiata di una tonalità bruno verde. I lobi sono lanceolati e ricoperti da una peluria fine. I fusti si presentano lignificati e colorati di un verde brunastro. In aggiunta, il suo diametro striato e cavo è solitamente inferiore ai 5 mm e possiede una conformazione arrotondata.

Annuncio pubblicitario

I fiori sono di grandi dimensioni, solitari, dotati di lunghi peduncoli di colore bianco e con una tripla corona variopinta di rosa e viola.

Il fiore della passione è costituito da bacche ricoperte da un arillo di colore giallo/bruno. Tali sostanze carnose sono comprensive di una moltitudine di semi ovoidali appiattiti. 

In fitoterapia vengono impiegate le parti aeree essiccate.

Coltivazione

La passiflora è un arbusto che predilige luoghi soleggiati e luminosi. Molte specie di passiflora temono il freddo, pertanto vanno tenute al riparo durante i periodi invernali.

La pianta riesce a tollerare anche climi dalle basse temperature purchè venga collocata in luoghi riparati ed orientati a sud.

La coltivazione della passiflora deve avvenire in terreni acidi, dalla consistenza leggera e ricchi di sostanze organiche.

Annuncio pubblicitario

La passiflora si accontenta delle acque piovane, nei periodi di siccità si raccomanda di garantire sempre una certa umidità del terreno con delle annaffiature regolari.

A differenza di quanto esposto, per le passifloracee coltivate in vaso è necessario procedere con delle annaffiature abbondanti e regolari.

Le piante adulte devono essere impiantate in vaso durante il mese di maggio, sorrette da appositi tutori o graticci. Inoltre, nel periodo a cavallo tra febbraio e marzo, i rami vecchi, secchi o danneggiati vanno eliminati. Mentre quelli laterali vanno recisi a circa 1 cm da quelli principali.

La concimazione della pianta deve avvenire nel periodo primaverile o estivo con dei fertilizzanti granulari a lento rilascio, in alternativa, si può optare per una concimazione di tipo liquido. Con questa tecnica agricola si può ottenere una crescita rigogliosa della pianta.

Inoltre, la passiflora teme il virus del mosaico del cetriolo, un microorganismo che causa macchie e deformazioni fogliari. Tale condizione si verifica prevalentemente in inverno e primavera.

L’unico rimedio idoneo a fronteggiare tale problematica consiste nel bruciare le parti della pianta infestate dal virus.

Annuncio pubblicitario

Riproduzione della passiflora

La moltiplicazione avviene prevalentemente con due modalità: per semina e per talea.

E’ consigliabile procedere all’inseminazione durante il periodo che va da ottobre a marzo. La pianta deve essere collocata in appositi contenitori che mantengano una temperatura che si aggira intorno ai 20 gradi.

Le talee devono essere realizzate in estate, innestando nel terreno dei rametti, lunghi circa 8/10 cm, ricavati dalla pianta madre.

Fonti

  1. Oms, monografie delle piante medicinali vol.3
  2. Usda, U. S. Department of Agriculture.
  3. Pubmed.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Pinterest.

Annuncio pubblicitario
Claudia Tartaglia

Diplomanda in naturopatia, esperta in erboristeria, alimentazione naturale, aromaterapia, oligoelementi, autoguarigione, tecniche di rilassamento e medicina ayurvedica. Nutre una forte passione per la medicina non convenzionale e la sua divulgazione.

Condividi
Pubblicato da

Recent Posts

Crema chantilly: ingredienti, ricetta e come farla

Golosa raffinatezza pasticcera di nobili origini francesi, la crema chantilly è una squisitezza versatile e…

3 Dicembre 2021

Sovrappeso: il programma di allenamento per dimagrire

Essere in sovrappeso vuol dire mettere in pericolo la tua salute, esponendoti ad un più…

3 Dicembre 2021

Sale iposodico: cos’è, valori nutrizionali, benefici, come usarlo, controindicazioni

Il sale iposodico non è altro che una tipologia di sale da cucina a basso…

3 Dicembre 2021

La guida per pesare senza bilancia: consigli e tabelle di conversione

Vorresti essere in grado di pesare senza bilancia? Ti sei stancato di calcolare il peso…

3 Dicembre 2021

Dieta metabolica: che cos’è, come funziona, esempio di menù, pro e contro

La dieta metabolica è un regime alimentare che alterna periodi a ridotto contenuto di carboidrati…

3 Dicembre 2021

Radicchio: cos’è, proprietà, benefici, usi in cucina e ricette per gustarlo

È il gusto amarognolo la caratteristica che contraddistingue il radicchio rosso, rendendolo particolarmente delizioso. Questo…

2 Dicembre 2021