CONDIVIDI

La marmellata di cipolle rosse di Tropea ha un gusto agrodolce perfetto per accompagnare i formaggi stagionati e molto saporiti. Va bene anche la carne, ma in entrambi i casi bisogna fare attenzione a scegliere varietà dal gusto deciso,così che non venga coperto da quello delle cipolle.

Tra i formaggi: si al pecorino, al provolone e agli stagionati in generale. Tra le carni: si al maiale, al manzo e alla cacciagione. In questi casi la confettura di cipolle esalta, ma non oscura il sapore del piatto.

Se poi aggiungi anche le noci, la conserva diventa davvero speciale. Per un risultato ancora più ricco falle tostare in un pentolino o nel forno prima di utilizzarle, saranno ancora più buone. La tua marmellata di cipolle rosse di Tropea e noci si conserva per pochi giorni una volta aperto il barattolo, quindi ti conviene distribuirla in vasetti piccoli una volta pronta.

Per preparare la marmellata al meglio, usa dei vasetti di vetro a chiusura ermetica e scegli un posto asciutto e lontano dal sole in cui riporli. Per maggiore sicurezza puoi anche consultare il sito del Ministero della Salute, dove troverai le 10 semplici regole per preparare marmellate, sughi e conserve senza rischi per la salute!

Proprietà nutrizionali della marmellata di cipolle rosse

Quando mangi la cipolla è come se introducessi un potente antibatterico naturale nel tuo organismo. Grazie allo zolfo e alla quercetina che contiene, quest’ortaggio svolge un’azione di contrasto della crescita di microrganismi dannosi, come batteri e lieviti e, per questo motivo, è molto utile nella cura delle infiammazioni alle vie respiratorie e delle influenze in generale.

Tra i frutti secchi, le noci sono quelle che vantano il maggior contenuto di zinco e rame. Sono inoltre ricche di fosforo, calcio, ferro e potassio. Tra le vitamine contenute nelle noci troviamo la A, B1, B6, F, C e P e tanti acidi grassi omega3, importantissimi per la salute del tuo cuore.

Scopri come preparare la marmellata di cipolle rosse

Ingredienti:

  • cipolle rosse di Tropea 1Kg
  • vinsanto 150 ml
  • zucchero bianco semolato 200gr
  • zucchero di canna 200gr
  • noci sbucciate 100gr
  • semi di coriandolo 5/6 grammi
  • barattoli di vetro con il tappo da sterilizzare

Preparazione:

Sbuccia le cipolle e asciugale. Taglia ogni cipolla in 2 e poi affettale il più finemente possibile. Ponile in un recipiente, aggiungi i due tipi di zucchero ed il vinsanto. Mescola bene gli ingredienti e copri il recipiente con della pellicola trasparente. Lascia riposare in frigo per 6/12 ore mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo sminuzza le noci e tostale in un pentolino antiaderente per circa 10 minuti scarsi, mescolando con un mestolo di legno o saltando come se stessi mantecando la pasta. Lasciale raffreddare, riponile in un recipiente ed aggiungi il coriandolo pestato. Per pestare i semi di coriandolo puoi utilizzare un mortaio ma, se non ce l’hai, basta prendere un tovagliolo, disporci sopra i semi, chiudere e pestare con un batticarne.

Metti le cipolle marinate in una pentola di acciaio con il fondo pesante e fai cuocere a fuoco medio. Una volta raggiunto il bollore abbassa la fiamma e continua la cottura per circa 25 minuti, mescolando con un mestolo di legno.

A questo punto il colore delle cipolle cambierà e tenderà al caramello scuro. A seconda del tuo gusto, prepara una confettura più  o meno densa. Per addensare è sufficiente continuare la cottura finchè il liquido scomparirà. Se ti piace un po’ più liquida dopo 25 minuti toglila dal fuoco, aggiungi le noci tostate con il coriandolo e mescola gli ingredienti.

Versa velocemente la marmellata di cipolle bollente nei barattoli di vetro, chiudili ermeticamente e capovolgili subito. Questo processo crea il sottovuoto nel barattolo, che permette di allungare la conservazione degli ingredienti.

Commenti