Sport: prestazioni migliori e più costanza con la playlist musicale giusta

Vuoi allenarti con più costanza e anche migliorare le tue performance? Scegli la playlist giusta! La musica ha il potere di darti la carica e questo ti aiuta a tenere alta la motivazione e a non mollare se l’allenamento si fa troppo duro o avverti la stanchezza. Insomma, è un coach virtuale che, quando hai la tentazione di fermarti, ti spinge a continuare. Uno studio ha dimostrato che riesce anche a migliorare le tue performance e a farti divertire di più.

La musica migliora le prestazioni sportive

La ricerca, pubblicata sulla rivista Psychology of Sports and Exercise, ha mostrato che ascoltare musica motivante durante un allenamento di Sprint Interval Training ha il potere di migliorare le prestazioni di chi si allena.

Lo Sprint Interval Training, o SIT, detto anche “allenamento per la resistenza alla velocità” (speed endurance training), è una forma di HIT (High Intensity Training). Si tratta di un allenamento ad altissima intensità che include anche i cosiddetti sprint “all-out”, o sopramassimali. Questi sprint, eseguiti al 100% della potenza possibile, sollecitano al massimo la capacità di resistenza cardiorespiratoria di chi li esegue.

Lo studio ha coinvolto un gruppo di adulti che non praticavano sufficiente attività fisica. Dai risultati è emerso che la musica riusciva sia a migliorare la prestazione che ad aumentare il piacere di fare sport: tra i partecipanti, chi era motivato dalla musica aveva una potenza nei picchi e un numero di pulsazioni cardiache più alti rispetto a chi ascoltava un podcast o si allenava senza audio. In più, a fine allenamento, chi aveva ascoltato musica dichiarava di essersi divertito di più.

Sport: musica migliora performance

“I risultati di questo studio sono utili soprattutto per le persone che fanno fatica a mantenere la costanza negli allenamenti, che iniziano un programma e lo abbandonano dopo un mese: la musica può aiutarli a divertirsi e quindi a non mollare”, ha detto Costas Karageorghis, professore di psicologia dello sport e dell’esercizio fisico alla Brunel University di Londra, tra gli autori dello studio.

Quale musica scegliere per allenarti?

Ma quale musica scegliere per allenarsi? Secondo Karageorghis, un buon punto di partenza è una playlist che includa brani con circa 120 battiti al minuto (bpm), il ritmo di una camminata veloce. Man mano che il livello degli allenamenti si intensifica, anche il ritmo della musica può aumentare, fino a circa 140 bpm.

Insomma, qualunque sport tu scelga di praticare, che sia una semplice camminata o una scatenata lezione di aerobica, costruisci la tua playlist e non allenarti mai senza!

Tiziana Landi

Tiziana Landi

Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Sono esperta di cucina light e alimentazione sana e all'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.

Related Posts