Home Nutrizione Cibo e Salute Artemisia: tutte le proprietà sull’erba magica di Harry Potter

Artemisia: tutte le proprietà sull’erba magica di Harry Potter

CONDIVIDI
Artemisia

L’artemisia (Artemisia annua) è una pianta medicinale cinese molto diffusa anche in Italia che possiede innumerevoli proprietà benefiche e curative.
La sua fama è esplosa nel 1972, quando è stato isolato il principio attivo della pianta: l’artemisinina. Principio attivo usato per curare la malaria, una scoperta scientifica epocale che ha portato la farmacista cinese artefice della scoperta a essere insignita del premio nobel per la medicina nel 2015. Non è forse un caso, quindi, che la medicina cinese consideri questa pianta una vera e propria erba magica, molto potente e utili per contrastare anche patologie molto serie.

Proprietà benefiche: un toccasana per la tosse e i dolori mestruali

Melarossa, durante l’evento Coldiretti che si è tenuto a Milano a fine settembre, ha intervistato Stefano Nervi dell’azienda agricola l’artemisia di Lucia per scoprire tutti i benefici e le proprietà di questa pianta medica. I fiori di questa erba contengono oli essenziali che presentono proprietà antisettiche e fluidificanti, per queste ragioni è un ottimo sedativo per la tosse, ha infatti un effetto espettorante e offre anche un sollievo dalla febbre alta. Questa erba può essere un valido aiuto per le donne, grazie alla presenza dei flavonoidi contenuti nella pianta, infatti, regola il ciclo e viene consigliata anche per contrastare i fastidiosi dolori mestruali.
Sembra avere azione benefica anche nei casi di digestione difficile, contrasta i gas intestinali e il meteorismo, è ottima anche per alleviare le coliche  e i dolori addominali.

Come usare l’artemisia

Per beneficiare al meglio di tutte le proprietà benefiche e curative dell’artemisia, il modo migliore e quello di preparare una tisana. Se sei raffreddata e hai la tosse, prova a far bollire per alcuni minuti le foglie di artemisia e poi gusta l’infuso ottenuto.
In erboristeria trovi anche la tintura madre di artemisia, usata generalmente quando si vuole un’azione più efficace ad esempio per calmare i dolori mestruali.
L’olio essenziale  invece, viene consigliato per uso esterno. Dopo un allenamento intenso in palestra, un massaggio con questo olio essenziale ti sarà utile per rilassare i muscoli dopo uno sforzo o in caso di contratture.

L’artemisia, erba anticancro?

Recentemente l’artemisia è tornata a far parlare di sé, quando uno studio condotto dell’Università della California ha dimostrato che l’artemisinina – principio attivo della pianta – può intervenire nella distruzione delle cellule tumorali.
Visto il clamore suscitato da questo annuncio, l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano nel 2015 ha espresso un parere sulla questione, confermando che gli esperimenti condotti fino ad ora, mostrano un effetto positivo del principio attivo; l’artemisinina sembra essere infatti “tossica” per le cellule tumorali, ma è stato anche sottolineato che si tratta di studi preliminari in vitro che ancora non possono confermare il medesimo risultato anche sull’uomo. “Una goccia di speranza”, come l’ha definita Marco Pierotti, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale dei tumori di Milano.

Pianta medica, ma con cautela

Ci sono però delle controindicazioni nell’uso dell’artemisia. Questa erba è fortemente sconsigliata in gravidanza e durante l’allattamento, come ci ha spiegato Stefano Nervi, l’artemisia come tutte le erbe amare, può alterare il sapore del latte e portare al rifiuto del neonato.
Se non sei allergica alla pianta e non stai aspettando un bambino, questa è un’erba medica da provare sicuramente per beneficiare di tutte le proprietà che i suoi fiori e le sue foglie contengono.

L’artemisia l’erba magica di Harry Potter

Se hai letto la celebre saga fantasy di Harry Potter, saprai che anche J.K Rowling ha parlato della “pianta magica” durante le vicende del maghetto Harry; l’artemisia compare nell’ottavo capitolo de “Harry Potter e la pietra filosofale”e nel mondo fantastico viene usata come protezione per i viaggiatori.

Guarda l’intervista e scopri come e quando usare l’artemisia

Commenti