Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Fichi d’India: saziati con dolcezza e salute!

Fichi d’India: saziati con dolcezza e salute!

CONDIVIDI
I fichi d'india: proprietà e benefici

I fichi d’India, nonostante le spine, sono un frutto incredibilmente dolce e prezioso per la tua salute. Ricchi di fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti, sono un concentrato di benessere, una specie di elisir di lunga vita.

Oltre a farti molto bene, i fichi d’India, possono essere consumati in diversi modi: puoi mangiare il frutto come spuntino a metà mattina o a merenda, oppure fare un succo o utilizzarlo per preparare un sorbetto o un’originale smoothie. Senza contare che dando spazio alla tua fantasia in cucina, potresti anche sperimentare nuove ricette a base di fichi d’India: dai dolci light alle insalate, non ci sono limiti!

Qualche cenno storico sui fichi d’India

Il fico d’India è un frutto originario del Messico. Giunge in Europa grazie a Cristoforo Colombo che gli assegna il nome corrente. Scientificamente appartiene alla famiglia delle Cactacee (Opunzia Ficus Indica) ed è una pianta che cresce molto rapidamente raggiungendo i 3-5 metri di altezza.

Questa pianta si adatta ai climi più secchi e, in Italia, il 90% della sua produzione proviene dalla Sicilia, in particolare dalle pendici dell’Etna È facilmente reperibile sul mercato e spesso giunge nei punti vendita già senza spine.

I valori nutrizionali

I fichi d’India hanno un modesto apporto calorico, circa 53 kcal per 100gr di prodotto commestibile, mentre si distinguono per la quantità di fibre (5gr) e la varietà vitaminica.

Negli stessi 100gr di prodotto commestibile troviamo infatti 18mg di vitamina C, 60µg di vitamina A e anche altri importanti gruppi quali B1, B2, B3 o PP. Questo frutto è anche una fonte preziosa di sali minerali, in particolare di potassio (190mg), magnesio (57mg) e calcio (30mg).

Le proprietà del colore giallo-arancio

I colori della frutta e della verdura ti segnalano importantissime informazioni nutrizionali, di cui dovresti sempre tener conto per seguire un’alimentazione corretta.

Come ci ricorda la campagna di promozione e di informazione di UNAPROA “Nutritevi dei colori della vita” – cofinanziata da Unione europea e Stato italiano – mangiare ogni giorno 5 porzioni di frutta e verdura di 5 colori diversi è il segreto del benessere. Perché 5 colori diversi? Perché ogni colore contiene sostanze differenti ed è importante che tu le assuma tutte!

Il colore giallo-arancio, per esempio, come quello dei fichi d’india ti rivela la presenza di ottime quantità di betacarotene, una sostanza appartenente alla famiglia dei carotenoidi, che il nostro organismo converte in vitamina A, fondamentale per numerose funzioni dell’organismo. Contribuisce infatti al normale metabolismo del ferro e al mantenimento della pelle, della capacità visiva e della funzione del sistema immunitario nella normalità.

I fichi d’India ti saziano e aiutano l’intestino

Grazie all’elevato contenuto di fibre solubili, i fichi d’India ti assicurano un senso di sazietà che ti sarà di grande aiuto durante la dieta. Infatti le fibre, rallentando l’assorbimento degli zuccheri a fine pasto, ti fanno sentire sazia più a lungo e ti mettono al riparo da attacchi di fame e snack continui.

Senza contare che fanno anche un gran bene al tuo intestino: i fichi d’India, sempre grazie alle fibre, combattono stitichezza ed emorroidi.

Anche per questo motivo sono indicati non solo per chi è a dieta, ma anche per chi ha bisogno di disintossicare il proprio organismo: aiutando l’intestino, si aiuta il corpo a eliminare più facilmente scorie e tossine.

Sono pieni di antiossidanti

Il beta-carotene è un potente antiossidante e non è l’unico contenuto nei fichi d’India. Ci sono anche la betanina e l’indicazantina, tutte sostanze preziosissime per contrastare l’azione dei radicali liberi e ritardare l’invecchiamento cellulare.

Consumando questi frutti ti assicurerai quindi un’ottima prevenzione di tutte le patologie che hanno alla base uno stress ossidativo.

Contrastano lo stress

Grazie a sali minerali come potassio e magnesio, i fichi d’India sono di grande aiuto per coloro che sono sottoposti a fatica o stress: fungono infatti da carburanti per il tuo organismo. Il magnesio contribuisce al normale metabolismo energetico, alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento e anche al regolare funzionamento del sistema nervoso e di quello muscolare.  E il potassio contribuisce alla normale funzione muscolare nonché al mantenimento di una normale pressione sanguigna.

Inoltre, nella tradizione popolare questi frutti sono sempre stati ritenuti dei tonici naturali, capaci di contrastare difficoltà legate alla mancanza di concentrazione e di depressione.

Altre proprietà terapeutiche

Se non bastassero le qualità già indicate, pensa che i fichi d’india sono anche:

  • Diuretici indicati in caso di coliche renali o cistiti;
  • Emollienti e antinfiammatori in caso di ustioni e infiammazioni di vario genere;
  • Astringenti e indicati per contrastare la diarrea;
  • Gastroprotettivi e ipoglicemizzanti. Le fibre in esso contenute proteggono la mucosa gastrica e regolano la glicemia.

Elisir di bellezza

Il fico d’India è impiegato anche nel campo cosmetico perché è ricco di elementi nutritivi che svolgono un’azione purificante e rinfrescante per la pelle, prova subito questa maschera fai da te.

Maschera Idratante alla polpa di Fico d’India

Fichi d'India: maschera di bellezza fai da te

Questa maschera favorisce l’idratazione e l’elasticità della pelle, è ricca di minerali, vitamine e aminoacidi.

Ingredienti:

  • 1 cucchiaio di yogurt intero (preferibilmente bio)
  • 1 cucchiaino di panna (preferibilmente bio)
  • 2 acini di uva verde
  • 1 fico d’India
  • fecola di tapioca q.b.

Preparazione:

Pela il fico d’India e frullalo con gli acini d’uva. Amalgama il composto con lo yogurt e la panna, poi aggiungi a mano a mano la tapioca fino ad ottenere un consistenza densa.

Come si applica:

Lava e asciuga la pelle del viso. Applica la maschera lasciandola agire per una quindicina di minuti, poi risciacqua abbondantemente con acqua tiepida.

Commenti
CONDIVIDI
Professionista specializzata in comunicazione, pubbliche relazioni e uffici stampa radio-televisivi, scrivo da diverso tempo per blog e testate giornalistiche come Melarossa, che apprezzo soprattutto come lettrice.