Scrivere un diario alimentare aiuta a dimagrire… e bastano 14 minuti al giorno!

Scrivere un diario alimentare, prendendo nota quotidianamente di quello che si mangia, aiuta a perdere peso. Bastano appena 14 minuti e, se lo si fa più volte al giorno, è ancora più efficace. A dimostrarlo attraverso uno studio, appena pubblicato sulle pagine di Obesity, sono stati i ricercatori dell’Università del Kentucky e del North Carolina, i primi ad aver misurato quanto tempo serve per tenere un diario alimentare a dieta. Il risultato è incoraggiante: pochi minuti al giorno, a fronte di tantissimi vantaggi in termini di dimagrimento.

I benefici del diario alimentare a dieta

Che sia il classico diario di carta, un’agenda digitale o un blog, è noto che scrivere un diario alimentare sia un alleato per dimagrire. Moltissimi studi ne hanno dimostrato gli effetti positivi: tra questi, una ricerca di qualche anno fa degli stessi due atenei, pubblicata sul Journal of Nutrition Education Behaviour.

Ma perché scrivere un diario aiuta a perdere peso?

Prendere nota delle tue abitudini alimentari:

  • ti aiuta a monitorare quello che mangi;
  • ti fa capire quali errori commetti e ti permette di correggerli meglio;
  • fa crescere la tua motivazione;
  • aumenta la tua forza di volontà.

Sono tutti fattori determinanti per la buona riuscita di una dieta. Dallo studio, che ha monitorato un gruppo di 66 donne per 4 mesi, è infatti emerso che quelle che si auto-motivavano a controllare la propria alimentazione attraverso un diario ottenevano risultati migliori di quelle che si mettevano a dieta spinte da fattori esterni e venivano controllate da altri.

Quanto tempo serve per scrivere il diario? Lo studio

Per misurare l’impegno temporale che un diario alimentare richiede ogni giorno, i ricercatori hanno chiesto ai 142 partecipanti allo studio di registrare su una piattaforma on line, per 6 mesi, tutti gli alimenti e le bevande consumati nell’arco della giornata, annotandone anche calorie e grassi. I volontari hanno poi indicato quanto tempo hanno impiegato e con quale frequenza hanno effettuato l’accesso alla piattaforma.

Lo studio ha così permesso di dimostrare che il gruppo che aveva perso più peso degli altri (il 10% del peso corporeo) aveva trascorso in media 23,2 minuti al giorno sulla piattaforma nel primo mese dello studio. Dal sesto mese, però, il tempo medio passato sulle piattaforma era diminuito: in media, 14 minuti al giorno.

Diario a dieta: se lo scrivi più volte al giorno perdi più peso

Lo studio ha anche evidenziato che i migliori risultati in termini di dimagrimento erano associati a una maggiore frequenza di aggiornamento del diario: i partecipanti all’indagine che si erano monitorati tre o più volte al giorno erano quelli che avevano perso più peso. I ricercatori hanno così concluso che, a fare la differenza, è la capacità di autocontrollo, più che la quantità di tempo dedicata al diario o i dettagli di cui si prende nota.

Insomma, se stai seguendo una dieta, un diario alimentare è un alleato che ti assicura un grande sostegno e che puoi inserire senza grossa fatica nella tua routine quotidiana: ti basta dedicargli appena 14 minuti, meglio ancora se spalmanti nell’arco della giornata.

I consigli di Melarossa per scrivere il diario alimentare a dieta

Ma come si scrive un diario alimentare per dimagrire? E cosa è utile annotarci? Ecco qualche consiglio:

  • scrivi il tuo diario subito dopo il pasto per non dimenticare dettagli importanti;
  • specifica quali cibi, dove e in che quantità hai mangiato;
  • annota tutto, compresi gli “sgarri”: riconoscere i propri errori è il primo passo per capirli a fondo e correggerli.
  • associa ad ogni pasto l’emozione che ti ha fatto provare: comprendere quali bisogni cerchi di soddisfare con il cibo è il modo migliore per controllare meglio la tua fame, che in molti casi non è una fame fisica ma emotiva.

Fonti:

Obesity

Journal of Nutrition Education and Behaviour

Commenti
Tiziana Landi

Tiziana Landi

Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Sono esperta di cucina light e alimentazione sana e all'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.

Related Posts