Guida agli Europei di calcio per donne imbranate

Fischio d’inizio: gli Europei di calcio 2016 sono ufficialmente cominciati! E tu sai cosa significa: o li segui o non li segui. E non seguirli vuol dire essere tagliata fuori da tutte le conversazioni per almeno un mese, se non per tutta l’estate, e soprattutto non poter parlare con il tuo compagno, fidanzato o marito! Sei proprio sicura di volerlo fare?

Per molte donne il calcio è solo un impegno a cui non possono sottrarsi: si sentono costrette a stare vicino ai maschi della famiglia per ben 90 minuti fingendo di seguire le partite… è un po’ come guardare un film di Massimo Troisi e non capire le battute in napoletano, sentire tutti gli altri ridere mentre tu non ci riesci perché non sai di cosa stanno parlando!

La soluzione per sopravvivere? Esserci e divertirsi! Melarossa ha preparato per te un vademecum di quello che devi sapere per goderti questi campionati europei: così non sarai costretta a sgranocchiare davanti alla tv per far passare il tempo!

Prima di tutto, sappi che il calcio è uno stato d’ animo quindi mostra entusiasmo, gli Europei sono soprattutto una festa!

Il vademecum base del calcio:

  • Cominciamo dall’inizio: il calcio è un gioco di piedi, cioè i piedi devono calciare la palla. Fin qui è tutto molto semplice, ma se vedi qualcuno che prende la palla con le mani non alzarti dal divano gridando “fallo!”: potrebbe essere il portiere! E tuo marito non sarebbe fiero di te!
  • E’ uno sport di squadra (anche se a volte sembra il contrario): 2 squadre di 11 giocatori si affrontano su un campo di 100 m di lunghezza e 60 di larghezza.
  • Come funziona? Lo scopo del gioco è far entrare la palla con il piede o la testa nella porta della squadra avversaria, sorvegliata dal portiere. La partita dura 90 minuti ed è divisa in 2 tempi da 45 minuti. In mezzo c’è un intervallo di 15 minuti in cui tutti (compresi i tifosi) riprendono fiato!

Glossario di sopravvivenza davanti alla tv

Il signore col fischietto è l’arbitro, che corre di qua e di là per tenere d’occhio i giocatori e far rispettare le regole. Ha a disposizione il fischietto, il cartellino giallo e, per i falli più cattivi, il cartellino rosso!

I giocatori:

  • Gli attaccanti: il loro scopo è segnare e rimangono in genere davanti alla porta o in zona
  • I centrali: sono loro che decidono il gioco e possono sia coprire che rilanciare (per esempio Pirlo è il regista della squadra nazionale… memorizza subito questo nome: potrà esserti utile!)
  • I difensori: sono quelli che hanno il compito di proteggere la palla cercando di fare meno falli possibile
  • Il portiere: è quello che sta fermo davanti alla porta, ha una maglia di un colore diverso da quella degli altri giocatori e dei guanti da gigante! A volte sembra uno spettatore ma non preoccuparti: non dorme! Quando arriva la palla è lui che si butta per non farla entrare!

Rigore e fuori gioco:

Per goderti lo spettacolo, cerca almeno di capire cosa sono il fuorigioco e il rigore!

Il rigore: se un difensore stende un avversario nell’area di rigore, cioè vicino alla porta, oppure blocca il pallone con la mano e quindi interrompe l’azione dell’attaccante, l’arbitro – se lo vede (ma molte volte capita che non lo veda!) – può assegnare alla squadra avversaria un calcio di rigore. In quel caso ti devi alzare perché è un momento di grande tensione. L’attaccante della squadra che deve tirare il rigore posiziona il pallone a terra e tutti gli altri giocatori si devono mettere tra lui e la porta, per difenderla. Il portiere invece si posiziona dietro la linea del pallone. Al fischio dell’arbitro, l’attaccante prende la rincorsa e tira. Se non segna e il pallone rimane in campo, allora gli altri giocatori corrono per riprendere possesso della palla. Ovviamente un rigore subito oppure sbagliato dalla propria squadra è in grado di cambiare radicalmente l’umore dei tifosi, quindi se si verifica questa circostanza sii pronta a sostenere il tuo compagno e a mostrarti arrabbiata proprio come lui!

La regola più difficile da capire: il fuorigioco

Un giocatore è in posizione di fuori gioco se:…

Non hai capito tutto? Non è grave, l’importante è prendere posizione a favore o contro l’arbitro per sostenere la tua squadra e, soprattutto, lasciare uscire tutte le tue emozioni per non sfogarti sul cibo, anche se sai di essere in malafede… è questo il segreto del tifoso!

Ora sei pronta per seguire gli Europei 2016 e condividere con il tuo lui la sua passione: quando griderai “fuorigioco” e “rigore” vedrai che ti guarderà con occhi carichi di ammirazione e ti assicuro che la notte dopo la partita sarà calda… se l’Italia vince, of course!

Se proprio non hai capito nulla del vademecum calcistico di Melarossa, sfoglia la gallery con i giocatori più sexy del 2016: potrai divertirti a commentare i loro muscoli e il loro fascino mentre corrono dietro al pallone se dovessi trovarti in mezzo ad una discussione tecnica sulla partita!

Eric Dier

Eric Dier calciatore sexy europei 2016

Daniele De Rossi

De rossi calciatore sexy europei 2016

Benoit Costil

benoit costil calciatore sexy europei 2016

Cristiano Ronaldo

Cristiano ronaldo calciatore sexy europei 2016

Yasin Oztekin

yasin oztekin europei 2016

Olivier Giroud

olivier giroud calciatore sexy europei 2016

Graziano Pellè

Graziano Pellè calciatore sexy europei 2016

Mats Hummels

mats hummels calciatore sexy europei 2016

Ed ora che sei pronta a tutto, eccoti il calendario degli Europei di calcio 2016 per non perdere nessun appuntamento!

Calendario europei calcio 2016

 

Commenti
Nicoletta Cinotti

Nicoletta Cinotti

Laureata in Event Management allo IED, scrivo per il canale bellezza di Melarossa, sono specializzata nella cura del corpo e scrivo consigli pratici per prendersi cura del proprio benessere. Inoltre, sono esperta di cucina light e contribuisco alla redazione di ricette per il sito.