Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Pepe nero, gusto a zero calorie

Pepe nero, gusto a zero calorie

CONDIVIDI
pepe nero, un ingrediente per rendere i tuoi piatti più saporiti

Il pepe nero è uno di quegli ingredienti che non dovrebbe mai mancare in cucina. Utilizzate da sempre non solo per insaporire o conservare i cibi, le spezie sono state sottovalutate dal punto di vista nutrizionale. Da qualche anno, invece, sono state rivalutate anche a livello medico.

Sono molte le culture tradizionali che utilizzano le spezie come veri e propri alimenti curativi, in particolare in caso di problemi all’apparato digerente. La loro capacità di aumentare la produzione degli acidi biliari a livello epatico, infatti, migliora la digestione e l’assorbimento dei grassi. In termini più semplici, un pasto arricchito con le spezie, permette una digestione più rapida.

Proprietà del pepe nero, un aiuto per intestino e metabolismo

Una delle spezie più interessanti è proprio il pepe nero: grazie alla piperina, sostanza contenuta nella bacca, sia nella polpa che nel seme. È un alcaloide che stimola la secrezione di succhi gastrici, facilitando così il processo digestivo e aiutandoti nell’assorbimento dei nutrienti. È infatti sconsigliato in caso di gastrite, ulcera o emorroidi perché irrita le mucose.

Un’altra proprietà del pepe nero è anche quello di stimolare la termogenesi, il processo metabolico che consiste nella produzione di calore da parte dell’organismo. Per questo motivo, spesso viene consigliato nelle diete dimagranti ed è indicato per combattere lobesità.

Il pepe nero ha molte proprietà antisettiche ed espettoranti: sembra inoltre che la piperina stimoli la produzione di endorfine ( ormoni del piacere) nel cervello e agisca come antidepressivo naturale.

La piperina è in grado di potenziare la memoria e di ridurre i disturbi alla funzione cognitiva: spesso viene utilizzata nelle diete dedicate a pazienti affetti da Alzheimer o demenza. Oltre ad essere la spezia più diffusa al mondo, il pepe nero è utilizzato anche nella cosmesi e nella farmacia.

L’uso in cucina del pepe nero

Dagli spaghetti cacio e pepe all’impepata di cozze: il pepe nero è onnipresente nelle ricette tradizionali. È considerato il più piccante fra i tipi di pepe e, oltre al formaggio, si sposa bene con le carni rosse, ma anche con il pesce azzurro come tonno, sardine e gli sgombri. In generale, è ottimo per insaporire le verdure, in modo da ridurre – o eliminare del tutto – l’uso del sale

Associato ad ingredienti specifici, come la curcuma, massimizza le sue proprietà nutritive. Per renderlo efficace il più possibile, l’ideale sarebbe avere i grani interi e macinarlo sul momento. Per chi preferisce invece la polvere già pronta, l’importante è ricordarsi di aggiungerlo ai cibi sempre a fine cottura e non conservarlo mai in un luogo troppo esposto alla luce del sole.

Commenti