Consigli e esercizi per fare sport anche se sei pigra

Fai parte della categoria delle pigre ma ogni tanto pensi che sarebbe corretto fare un po’ di movimento?  Appartieni alla schiera di donne che si iscrivono entusiaste in palestra per poi capire che non ci andranno mai più appena cominciano a sudare davvero? Oppure non riesci a fare sport perché pensi di non avere mai tempo? A qualsiasi categoria tu appartenga, la sedentarietà non fa bene, e non solo alla linea. Le pigre, infatti, sono più a rischio per quanto riguarda le malattie cardiovascolari e le patologie neurodegenerative.  E allora, cosa fare per vincere l’abbraccio consolatorio del divano? Quali sono gli obiettivi che possono spingerti a fare sport? Ti basta sapere che sono sufficienti solo 2 ore di moto a settimana per ridurre il rischio di mortalità del 44%?

Già, questi i risultati sorprendenti di uno studio del Bispebjerg Hospital di Copenaghen, che dovrebbero incoraggiare tutte le pigre perché è vero, hanno ragione loro: non serve fare ore e ore di palestra, sudare le sette camicie per poi sentirsi distrutte per il resto della settimana!

Come farsi piacere lo sport

Innanzitutto è importante cambiare la percezione che si ha dello sport: questo non è solo palestra ma una possibilità che ti concedi per goderti il tempo libero e socializzare. Puoi fare una passeggiata, le faccende di casa, andare in bici, ballare o solo correre dietro ai figli: la parola d’ordine è “muoversi”! L’attività fisica non necessariamente è sinonimo di sport: anche dedicarsi al giardinaggio o al bricolage è attività fisica moderata.

Trova un motivo valido

La motivazione è la prima cosa che va ricercata per ottenere dei risultati. Tutti abbiamo un buon motivo per iniziare a fare della sana attività fisica, anche tu: vuoi essere in forma? Vuoi essere sana? Vuoi entrare in quel paio di jeans che indossavi qualche anno fa? Insomma, definisci il tuo obiettivo e concentrati su quello.

Come scegliere lo sport giusto

Soprattutto se sei pigra, la regola da seguire è: fai quello che veramente ti piace fare e non quello che va di moda, perché solo così riuscirai ad essere costante! Bastano 20 minuti al giorno a patto che siano tutti i giorni. Basta una camminata veloce o semplicemente non prendere l’ascensore e fare le scale a ritmo sostenuto e, se ci riesci, anche di corsa.

Il meccanismo della ricompensa

A che pro fissarsi degli obiettivi se dopo averli raggiunti non ti premi? E’ importantissimo che tu ti conceda una ricompensa per gli sforzi fatti! Il consiglio però è che la ricompensa non avvenga al termine di un lungo percorso: ogni volta che riesci a portare a termine il tuo obiettivo quotidiano meriti un incentivo perché questo ti aiuterà ad essere costante.

Condividi il tempo dedicato allo sport

Praticare sport in compagnia non è solo più stimolante ed incentivante ma anche molto più piacevole. In questo modo l’attività fisica diventa un momento importante di socializzazione, un modo per stare insieme e condividere piacevolmente il tempo con gli amici.

Non ho tempo. E’ la verità?

La prima giustificazione che diamo agli altri, e a noi stessi, per evitare di muoverci è: non ho tempo. Il più delle volte si tratta di una scusa, devi solo organizzare meglio la tua giornata. Ti suggeriamo un trucchetto: decidi quale sarebbe per te il momento ideale da dedicare all’attività fisica e pensa anche con quali modalità ti piacerebbe svolgerla. Rispetta per qualche giorno il tuo programma e vedrai che poi il cervello si abituerà all’idea, con il risultato che non potrai più fare a meno di quello spazio dedicato al movimento! Certo devi imparare a dire qualche no, a delegare la cura dei figli, ma solo così sarai in grado di ritagliarti del tempo, che diverrà solo tuo e al quale non riuscirai più a rinunciare. Devi darti l’importanza che meriti, devi pensarti come una priorità senza poi sentirti in colpa: fare sport significa anche prendersi cura di sè e della propria salute. E visto che ne risentirà positivamente anche l’umore, lo dice la scienza, ne gioveranno anche i figli e i compagni con i quali dividi la tua vita!

A tutte le pigre che forse stanno pensando che effettivamente l’attività fisica vada coltivata, proponiamo una serie di esercizi davvero “soft”…

Esercizi di ginnastica da fare in bagno la mattina

sei pigra? fai ginnastica mentre ti prepariLa mattina ti piace rimanere a letto e fai fatica ad alzarti? Vorresti approfittare delle prime ore del giorno per fare un po’ di sport ma tra fare la doccia, vestirti e fare colazione non trovi mai il tempo?  La soluzione? Fai ginnastica in bagno mentre ti prepari per uscire! Per te, 8 esercizi semplici che ti aiuteranno ad essere in forma e a risvegliare il tuo corpo. Clicca qui 

Esercizi a casa per donne super impegnate

Mediti fughe in palestra ma, ogni volta, ti ritrovi inchiodata a casa? Accendi il computer, ritagliati 15 minuti di quiete domestica e approfittane per allenarti con Giovanna Lecis, la nostra esperta fitness! Guarda il video.

Ginnastica da ufficio

ginnastica da fare in ufficio se sei pigra Melarossa ha scovato per te gli esercizi da ufficio più semplici per prevenire quei fastidiosi dolori a schiena e collo, per tenere in allenamento i muscoli di tutto il corpo e, perché no, per avere una pancia piatta.

Puoi trovare il programma completo qui.

Esercizi di stretching appena sveglia

stretching da fare a letto la mattina per le pigre

Stirarti  e allungare i muscoli aumenta il flusso di ossigeno e di conseguenza i dolori si attenuano. Puoi trovare il programma completo qui.

Palla fitness per tonificarti divertendoti

dritte per tonificarsi quando sei pigraLa palla fitness è la risposta perfetta perché è adatta davvero a tutti ed è l’attrezzo ideale per tonificarsi a casa: è polivalente e per niente ingombrante, gli esercizi sono semplicissimi e puoi portarla con te anche in vacanza perché si sgonfia, quindi non hai problemi a infilarla in valigia! Puoi trovare il programma completo qui.

 

 

Catia Penta

Catia Penta

Laureata in storia della critica letteraria, dal 1989 collaboro come autrice testi in RAI gestendo i contenuti di spazi televisivi molti dei quali dedicati a salute e benessere. Ho collaborato con il Gambero Rosso Channel seguendo, in qualità di autrice, le trasmissioni degli chef più accreditati. Per Melarossa mi occupo di tematiche focalizzate sull’alimentazione sana, sulla dieta e sulle patologie/disfunzioni legate al cibo.

Related Posts