Le 11 trappole mentali che minacciano la tua serenità

A volte le cattive abitudini che tendiamo a reiterare nel corso della nostra vita, senza che noi ce ne accorgiamo, si trasformano in delle trappole mentali: questi schemi abitudinari diventano una routine negativa, guidata dalla nostra mente automatica, che a forza di ripetersi può talora sfociare anche in stati depressivi o ansiosi.

Cos’è la mente automatica?

Succede proprio così: quella che gli psicologi chiamano la nostra “mente automatica” – che elabora le informazioni automaticamente senza consapevolezza da parte nostra, ad esempio quando pensi a cosa fare per cena e la tua mano destra cambia la marcia dell’auto in modo automatico – prende il controllo delle nostre azioni senza che noi ce ne rendiamo conto e le trasforma in trappole mentali.

Potresti così ritrovarti nell’abitudine non consapevole di far partire subito dei pensieri negativi quando ti trovi in situazioni di delusione o frustrazione: se la mente automatica prende il sopravvento, non sei più in grado di riflettere oggettivamente sulla situazione in cui ti trovi, perché scatta subito la trappola mentale!

Allo stesso modo dei pensieri negativi funzionano anche le cattive abitudini: atteggiamenti che hai sposato da tempo e che ormai fanno parte della tua routine in modo assolutamente fluido e spontaneo. Avvengono senza che tu debba sprecarci nemmeno un secondo di riflessione.

Peccato che queste abitudini “incancrenite“spesso abbiano un impatto davvero dannoso sul nostro benessere psicofisico. Sarai contento di sapere che però alcune di queste possono essere evitate.

Come? Scopri quali sono i modi più comuni per auto-sabotare il proprio benessere fisico e mentale: 11 trappole molto pericolose che una volta conosciute saranno più facili da evitare.

1 – Non gestire il disordine

Vivere nel disordine può causare un disagio psicologico, perché la confusione che siamo abituati a ignorare, ci può far sentire appesantiti. È stato infatti dimostrato che il disordine è correlato a depressione, ansia e, attenzione. anche ad aumento di peso!

Evita la trappola: smettila di ignorare per quello che hai intorno per abitudine. Comincia a osservare gli oggetti e se per caso ne trovi qualcuno che non hai usato da 12 mesi, eliminalo.

2 – Non dormire a sufficienza

Sai bene quanto sia faticoso passare una notte insonne: il giorno dopo sei irritabile, stressato e anche più triste. Immaginati quali effetti negativi si possano subire se la mancanza di sonno diviene un abitudine ripetuta.

Evita la trappola: avere una sana routine del sonno è la prima cosa da fare. Anche se sei un animale notturno, molla l’abitudine di andare a dormire “quando mi viene sonno” e imposta una sana routine di avvicinamento al sonno.

Quindi, limita l’assunzione di caffeina e alcool nelle ore che precedono il momento in cui vai a dormire, spegni la televisione, il computer ed evita tablet e smartphone, perché la luce blu emessa da questi dispositivi abbassa la melatonina.

3 – Esagerare con l’alcol

Oltre a vari danni alla salute, bere troppo alcool è una delle trappole mentali che possono anche peggiorare l’umore.  Inoltre, dovresti sapere che “alzare il gomito” anche di poco la sera inizialmente può provocarti sonnolenza, ma poi tende a tenerti sveglio e a far dormire peggio.

Evita la trappola: smettila di alzare quel gomito per abitudine e poni attenzione a quante volte lo alzi, cercando di limitare il consumo di alcolici se ti accorgi di stare bevendo più di quanto sia consigliato. Se proprio vuoi concederti una bevuta, limitati a del vino, preferibilmente rosso.

4 – Fare troppi paragoni con gli altri

Uff che fatica questi paragoni…eppure fare confronti con gli altri è una delle trappole mentali più diffuse. Nonostante sia chiaro che invidiare gli altri per ciò che non si ha porti solo a insoddisfazione, questa abitudine automatica è molto comune.

Evita la trappola: focalizzati sulla gratitudine per ciò che hai. Tieni un bel diario in cui esprimi gioia per tutto quello che riempie la tua vita e per le tue unicità. Avrai un’impennata di ottimismo e felicità.

5 – Farsi invadere da pensieri ossessivi

Come dicevamo prima, l’abitudine di ruminare continuamente pensieri negativi porta con sé solo stress e brutte emozioni. Inoltre, questo flusso negativo di pensieri mina pesantemente anche la tua autostima.

Evita la trappola: impara a riconoscere i pensieri negativi ripetitivi e comincia un serio allenamento per evitare i percorsi di ruminazione ossessiva. Quando ti succede fermati e respira profondamente, per cercare di tornare nella realtà e nel presente e riprendere il controllo di te.

6 – Non esprimere la rabbia

Potresti avere l’abitudine inconsapevole di inghiottire la tua rabbia. È un’abitudine che dovresti proprio abbandonare, perché se lasci covare rancori e risentimenti senza esprimerli quando dovresti, questi diventano trappole mentali che lavorano in maniera negativa dentro di te.

Evita la trappola: il modo migliore per evitare questa brutta abitudine è quella di imparare che si può esprimere la rabbia anche con calma e assertività e non solo con grandi conflitti, che spesso spaventano e sono il motivo per cui stai zitto.

Ci vorrà un po’ di esercizio, ma l’espressione dei sentimenti negativi che provate vi porterà grandi benefici.

7 – Diventare workaholic

Lavori troppo e senza rendertene conto non hai più neanche un minuto di tempo per te stesso? Fai attenzione: uno studio del 2011 su alcuni funzionari britannici ha scoperto che lavorare più di 11 ore al giorno (rispetto a un più ragionevole 7 o 8) ha più che raddoppiato le probabilità di scivolare nella depressione.

Evita la trappola:  blocca l’automatismo facendo una lista scritta  delle tue priorità per la giornata. Nella lista deve esserci spazio per la famiglia, gli amici e il tempo libero, altrimenti qualcosa non va!

8 – Non passare sufficiente tempo all’aria aperta

Stare sempre chiusi all’interno ti priva di due elementi essenziali per il tuo benessere psicofisico: la vitamina D, che viene prodotta dal corpo in risposta alla luce del sole ed è stato dimostrato protegga contro la depressione e la gioia dell’incontro con la natura stessa.

Evita la trappola: questa è una delle trappole mentali più subdole, perché presi delle attività quotidiane, tendiamo a dimenticarci della necessità di stare all’aperto. Cerca di fare una passeggiata in uno spazio verde, se possibile, o siediti fuori durante la pausa pranzo. Anche una piccola quantità di luce solare (15 minuti) può fare la differenza.

9 – Isolarsi eccessivamente

A volte tendiamo a isolarci e non ci rendiamo conto di quanto questo tipo di atteggiamento sia un circolo vizioso che può aumentare la probabilità di sperimentare problemi di salute mentale.

Evita la trappola: a volte è necessario un piccolo sforzo per rompere quest’abitudine negativa dell’isolamento. All’inizio prendere quel caffè con amici non ti sembrerà una cosa così attraente e dovrai un po’ forzarti: ma vedrai che l’energia che ti riporterai a casa, ti darà l’entusiasmo necessario a riaprirti alle relazioni sociali.

10 – Essere degli esagerati perfezionisti

L’abitudine di cercare sempre di raggiungere un livello di perfezione elevato in tutto quello che fai, è il sistema ideale per rimanere delusi e per minare la proprio autostima. Dunque non sorprende che il perfezionismo sia stato collegato a problemi quali depressione, ansia e disturbi alimentari.

Evita la trappola: la perfezione non è di questo mondo, quindi cerca di bloccare quest’abitudine delineando in maniera chiara i tuoi obiettivi, che devono essere raggiungibili e adeguati alle tue capacità. Inoltre, sii più buono con te stesso se inciampi e impara a goderti anche il viaggio e non solo la meta.

11 – Lasciare che il pessimismo prenda il sopravvento

Sembra che essere ottimista sia utile a proteggerti da ansia, depressione, disturbi del sonno e diversi altri problemi di salute. Quindi è arrivato il momento di salutare quell’automatico atteggiamento pessimista in favore di atteggiamenti più rosei.

Evita la trappola: quando si ha l’abitudine a vedere le cose in maniera pessimistica non è poi così facile cambiare atteggiamento. Tra le trappole mentali, questa è una delle più difficili da evitare, ma puoi cominciare fermando i tuoi pensieri negativi su carta e affiancando ad ognuno un bel pensiero positivo.

Dopodiché ogni volta che senti arrivare il pensiero pessimista, riporta alla mente quello positivo e rimani in sua compagnia più a lungo che puoi.

Commenti
Flavia Rodriguez

Flavia Rodriguez

Giornalista dal 1995, sono Life Coach Umanista e lavoro con persone che vogliono allenarsi per raggiungere obiettivi in linea con la loro natura. Per la redazione di Melarossa, scrivo articoli e approfondimenti curando in particolare le sezioni dieta, nutrizione e psicologia.

Related Posts