Lifestyle Psicologia Le 8 dritte per combattere la depressione

Le 8 dritte per combattere la depressione

CONDIVIDI
depressione: 8 dritte per combatterla

Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) sono 322 milioni le persone a combattere la depressione, cioè circa il 4,4% del totale della popolazione mondiale.

La depressione è una malattia spesso strisciante, che si manifesta con sintomi quali tristezza, perdita di interesse nelle attività e bassa stima di sé, talvolta accompagnati anche da scarso appetito, difficoltà a dormire, apatia e insufficiente concentrazione.

Lo slogan “Depressione, parliamone” (Depression: Let’s talk) è quello scelto dall’Oms per celebrare la Giornata mondiale della Salute 2017, con l’obiettivo di rappresentare un incoraggiamento per chi soffre di questa malattia a parlare della propria esperienza e anche a cercare aiuto, perché la cosa migliore da fare nel caso si provino alcuni dei sentimenti e dei sintomi sopra descritti, è rivolgersi a medici specializzati e magari valutare l’ipotesi di un percorso di terapia psicologica.

Però, va anche detto che la vita non è sempre rosea ed è assolutamente normale per tutti noi vivere alcuni momenti di tristezza o depressione. Può trattarsi di stati d’animo passeggeri, che si manifestano per motivi diversi e che possono essere contrastati anche attivando alcuni atteggiamenti di “self-help” che ti possono aiutare a tenere sotto controllo queste fluttuazioni dell’umore.

Leggi le 8 dritte pratiche e mentali per combattere la depressione in modo naturale: utilizza un cambiamento nei tuoi comportamenti, nella tua attività fisica, nel tuo stile di vita e nel tuo modo di pensare come trattamento anti-depressione!

Segui una dieta “felice”!

Mangiare in modo sano ed equilibrato aiuta a ritrovare il buon umore in maniera naturale. Inoltre, ci sono alcuni alimenti che hanno virtù terapeutiche e che possono aiutarti a combattere la depressione a tavola.

Sono cibi che contengono sostanze regolatrici dello stress e che aiutano ad alzare naturalmente i livelli di serotonina, come la cioccolata, il salmone e tutti i pesci ricchi di Omega 3 o le uova.

Smettila di essere catastrofico

Un atteggiamento mentale che porta dritto dritto all’auto-sabotaggio e a stati d’animo depressivi, è quello di pensare sempre allo scenario peggiore possibile e a tutto quello che in una determinata situazione potrebbe andare storto.

Invece, fai un passo indietro e cerca di guardare alla vita in maniera realistica: in fondo non è mai la fine del mondo e a volte i risvolti di certe situazioni possono sorprenderti in modi che neanche tu ti aspetti.

Non “ruminare” continuamente i pensieri negativi

Ti succede qualcosa di negativo e lo rivivi nella tua testa in maniera quasi ossessiva? Questo significa ruminare: il “rimasticare” continuamente quello che ti è successo, rivivendo così la tristezza e la delusione.

Riflettere sulle cose che ti accadono è sano, perché ti permette di leggerle e di capire come evitare di trovarti nella stessa situazione in futuro: la ruminazione però non ha queste caratteristiche ed è un semplice rivivere l’esperienza negativa dentro di se. Attenzione: da alcuni viene considerato uno degli atteggiamenti che più rischia di gettarti nella depressione.

Concentrati sulle cose positive

Il modo in cui decidi di guardare il mondo e tutto quello che ti succede, ha una grande influenza nella gestione degli attacchi depressivi di ansia. Potrebbe essere che senza accorgertene tu abbia iniziato a concentrarti più sulle cose negative che su quelle positive.

Fermati subito e inizia a prendere l’abitudine di cercare quello che c’è di buono in ogni situazione. E fidati, c’è sempre qualcosa di buono, male che va una lezione per diventare più forte!

Sii gentile con te stesso

Quando ci si sente giù, si ha la tendenza a peggiorare le cose, dandosi tutta la colpa ed essendo molto severi con se stessi. Un modo di fare che non aiuta a combattere la depressione, perché quando ci si sente così quello che più aiuta è avere un amico e non un nemico.

Comincia con l’essere tu il migliore amico di te stesso e cerca di comprendere le tue azioni senza giudicarle e senza usare solo una visione negativa e autodistruttiva.

Per combattere la depressione smettila di preoccuparti del futuro… e del passato!

Non abbiamo nessun potere sul futuro e purtroppo neanche sul passato, quindi è totalmente inutile stare lì a preoccuparsi per quello che potrebbe succedere domani o ad addolorarsi per ciò che è successo ieri.

Una cosa buona del passato è proprio che è passato: se smetti di preoccupartene, il risultato sarà che te ne libererai e potrai iniziare a vivere il presente nella sua pienezza. Cerca sempre di stare sul presente poiché, non solo è molto più gestibile, ma è anche il tempo in cui metti le basi di quello che sarà il tuo futuro!

Non perdere la connessione con gli altri

Quando non ci sentiamo al massimo della forma, la tentazione di chiudersi completamente al mondo esterno è molto forte. La realtà è che isolarsi ti farà solo sentire peggio: rimanere a casa in solitudine non è un buon modo per combattere la depressione, ma anzi rischia di farla aumentare.

Mantenerti attivo con la vita sociale ti fornisce la possibilità di avere supporto dai tuoi amici e di recuperare energie attraverso lo scambio con gli altri.

Scegli una routine e attaccatici saldamente

Stabilire una routine giornaliera e rispettarla è di importanza fondamentale quando ti senti depresso, perché ti darà un senso di regolarità e di stabilità, cosa che è di grande aiuto in caso di depressione.

Anche se non ti va, assicurati di alzarti ogni giorno alla stessa ora, di mangiare ad orari regolari, di avere un ritmo del sonno ordinato e di fare attività fisica quotidianamente.

Commenti