Annuncio pubblicitario

Il latte di capra è più salutare del latte vaccino ? Il vero e il falso

Il latte di capra è l’alternativa più valida al latte vaccino e secondo numerosi studi causa meno problemi digestivi. Infatti, il latte prodotto dalle capre somiglia al latte umano più di quello vaccino e per questo può generare allergie più difficilmente.

Comunque, il latte è un alimento importante in una dieta equilibrata, è una fonte preziosa di calcio, proteine, vitamine e sali minerali. Sono tutti elementi essenziali per la salute dell’organismo, e quindi, il latte non può mancare in un regime alimentare equilibrato che comprenda tutti i macronutrienti. Non a caso, i nutrizionisti consigliano di inserire il latte nell’alimentazione fin da bambini, perché favorisce lo sviluppo di ossa e denti sani ed è un alimento completo, con elevate qualità nutrizionali e bassa densità energetica.

Gli SCFA (acidi grassi) contribuiscono ad alzare molto la quota di grassi del latte di capra. Questo aspetto, importante al punto da rendere questo tipo di latte molto simile a quello materno, rappresenta anche il motivo per cui il latte di capra ha un sapore molto più deciso rispetto a quello di altre tipologie di latte. Inoltre, possiede più calcio di quello vaccino ed è ricco di selenio.

Meglio il latte di capra o latte vaccino?

Il latte vaccino è ricco di benefici per la salute. L’unico lato negativo sarebbe quello rappresentato dalla presenza dei grassi saturi, ma la loro quantità è ampiamente al di sotto di quella raccomandata dai LARN.

Infatti, il latte di capra ha un contenuto di grassi leggermente superiore a quello del latte vaccino (4,8 vs 3,6 g%).

I due, più che essere rivali, rappresentano delle alternative ugualmente adatte ad assumere nutrienti fondamentali per lo sviluppo della struttura ossea.

Quindi, l’unica discriminante di rilievo è la maggiore tollerabilità del latte di capra che può tornare utile per le persone allergiche al latte vaccino.

Quindi, utilizzare entrambi risulta sotto ogni aspetto la scelta migliore.

Scopri tutti benefici e i valori nutrizionali del latte vaccino.

Perché il latte vaccino è più difficile da digerire?

Il latte vaccino talvolta può risultare difficile da digerire. Per questo motivo, gli sono state attribuite colpe di pessimo alimento, prive di qualunque fondamento scientifico. Talvolta l’organismo umano non riesce facilmente a digerire il lattosio, che è il principale zucchero del latte.

La ‘colpa’ è della lattasi, un enzima che si occupa proprio della digestione del lattosio e che in alcune persone è presente in piccole quantità, per cui il latte diventa causa di gonfiore e disturbi gastrointestinali.

In alcune situazioni (totalmente reversibili) la lattasi può esaurirsi dando origine alle stesse conseguenze. In questi casi basta ridurre la quantità di latte ingerita perché la mancanza di questo enzima non è mai totale e riducendo il lattosio si risolvono i sintomi da intolleranza nella grande maggioranza dei casi.

latte di capra o vaccino ?

Latte di capra: vero e falso

1 – Ha meno calorie del latte vaccino

Falso

Il latte di capra contiene 75 calorie per 100 ml contro le circa 63 calorie del latte vaccino.

2 – Chi è intollerante al lattosio può bere il latte di capra?

Falso

Anche se con una quantità inferiore di lattosio rispetto al latte vaccino, anche il latte di capra contiene questo tipo di zucchero. Dunque potrebbe scatenare una reazione allergica o i tipici sintomi di una intolleranza alimentare, in chi ne soffre.

3 – Il latte di capra è più digeribile

Vero

Un ruolo chiave legato a questa proprietà è collegato al suo contenuto in SCFA. Come detto in precedenza, questi acidi grassi a corta catena vengono assimilati direttamente dagli enterociti ed inviati al fegato. Il fatto che tali grassi non vengano convertiti in agglomerati di grasso noti come chilomicroni, rappresenta il punto di forza che rende questo tipo di latte molto più digeribile, per esempio, del latte vaccino.

4 – Il latte di capra è più salutare del latte di mucca

Falso

Non esiste un latte più salutare o meno salutare. Le due tipologie di latte presentano macronutrienti e micronutrienti molto simili tra di loro ma con differenze sostanziali circa il contenuto di grassi, di calcio e, inevitabilmente, anche delle calorie.

5 – Il latte di capra è meno grasso del latte di mucca

Falso

In realtà, il contenuto in grassi del latte di capra è maggiore rispetto a quello di mucca ma cambia il tipo di grassi. Infatti, nel latte di capra abbonda una categoria di grassi noti come acidi grassi a corta catena (SCFA) i quali seguono una via diversa metabolica differente rispetto agli altri grassi.

Essi vengono assorbiti dalle cellule intestinali ed inviati direttamente al fegato per la via metabolica energetica. Ciò significa che non vengono trasformati in agglomerati adiposi noti come chilomicroni i quali sono i diretti responsabili della formazione di placche aterogene tipiche, per esempio, del colesterolo.

6 – E’ più ricco in proteine

Falso

Non ci sono differenze significative tra il contenuto proteico del latte vaccino e di quello caprino. Ciò che varia leggermente è la composizione in aminoacidi. Infatti, nel latte di capra spicca la presenza di alte concentrazioni di taurina, un aminoacido non appartenente ai 20 più noti ma assai importante per garantire un corretto sviluppo del feto. Questo aspetto rende il latte di capra il più simile al latte materno tra tutte le tipologie di latte animale.

7 – Il latte di capra contiene più calcio del latte vaccino

Vero

Questo aspetto è forse uno dei principali punti di forza di questo tipo di latte. Basti pensare che il latte vaccino contiene circa 119 mg di calcio in 100 ml di prodotto mentre quello di capra ne contiene circa 134 mg.

Questa proprietà lo rende un alimento ideale per bambini ed anziani e, in generale, per tutti coloro che abbiano a cuore la salute delle loro ossa.

Ti è piaciuto il nostro articolo ? Condividilo su Pinterest

Latte di capra più salutare del latte vaccino

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Lorenzo Traversetti

Lorenzo Traversetti

Sono un Dottore di ricerca in Biologia con formazione specifica nell'indirizzo della Biologia della Nutrizione, perfezionata ulteriormente mediante la frequentazione di un Master di II livello presso l'Università di Camerino.Sono fautore del fatto che la salute dell'uomo rappresenti uno dei principali veicoli del benessere personale e che essa non possa prescindere da una sana e corretta alimentazione, bilanciata nell'apporto nutrizionale nonché equilibrata.

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario