CONDIVIDI

La granola fatta in casa, croccante, sana, appetitosa e leggera  renderà felice non solo te che sei a dieta ma anche tutta la tua famiglia! Classico della cucina anglosassone, la granola è un misto di cerealifrutta secca e miele e somiglia un po’ al muesli. La differenza? La prima è un misto cotto mentre il secondo è crudo.

La granola va di moda sui social perché  è sana  e  soprattutto deliziosa da sgranocchiare a colazione, pasto fondamentale per una sana alimentazione perché consente una corretta distribuzione dell’apporto calorico nell’arco della giornata, ma anche come idea  sostituzione spuntini, pasti distribuiti nell’arco della giornata per impedire dei “buchi” in cui la fame può renderti difficile seguire la dieta.  La granola è ricca di fibre, fonte inesauribile di salute perché favoriscono la digestione e il corretto funzionamento dell’intestino, oltre a contribuire a regolare la presenza di zuccheri e colesterolo nel sangue.

Per fare la granola a casa, puoi usare il cerale che più ti piace!  I cereali sono molto importanti nella dieta mediterranea e sono ricchi in proteine, minerali, lipidi e vitamine. Risultato? Se mangi la granola a colazione, sarai grintoso per affrontare la tua giornata!

Le mille varianti della granola

La ricetta proposta è la ricetta base ma puoi divertirti a cambiare gli ingredienti:

Cereali: sì ai fiocchi d’avena (360 calorie/100 grammi), cereale che ha il più alto tasso di sali minerali (calcio, magnesio, potassio e ferro), è ricco di proteine e fibre ed è un’ottima fonte di tiamina (vitamina B1).  Vanno bene anche altri cereali, anche integrali, come i fiocchi d’orzo, mais o  riso.

Frutta secca: la frutta secca è calorica ma ha anche tanti benefici per la salute. Consumare ogni giorno una piccola razione di frutta secca come arachidi, mandorle, noci, nocciole, pinoli, pistacchi o anacardi può essere molto utile perché sono fonte di nutrienti essenziali per la dieta quotidiana. Quindi libera la fantasia! Mischia quella che più ti piace, frutta secca e frutta disidratata, uvetta, mirtilli, bacche di goji, prugne, insomma, la frutta che più ti piace!

Zuccheromiele, zucchero di canna, stevia, sciroppo d’agave o d’acero ecc.. ecco le alternative sane per variare la tua ricetta!

La conservazione

Dopo la cottura, la granola può essere conservata per 2/3 settimane in una scatola,  un contenitore ermetico o una busta termica.

Puoi gustare la tua granola croccante abbinata allo yogurt, al latte o ad un succo di frutta per la colazione.

La granola croccante con frutta è un’idea di Antonella del sito “Fotogrammi di zucchero“.

Calorie totali (per 500 gr di granola): 2600 kcal / Calorie a porzione (30 gr): 160 kcal

Ingredienti per 500 gr di granola:

  • 200 g di fiocchi d’avena
  • 70 g di zucchero di canna muscovado
  • 50 ml di olio di girasole
  • 40 ml di acqua
  • 4 cucchiai abbondanti di cocco essiccato (30 g)
  • 2 cucchiai abbondanti di miele (50 g)
  • 40 g di noci
  • 40 g di nocciole
  • 20 g di pistacchi
  • 50 g di albicocche secche
  • 40 g di mirtilli rossi essiccati

Preparazione:

Preriscalda il forno a 170°.

Metti i fiocchi d’avena in una ciotola capiente e unisci il cocco essiccato, le noci spezzettate grossolanamente, le nocciole, le albicocche secche, i pistacchi e i mirtilli.

Mescola per uniformare tutti gli ingredienti.

In un pentolino metti l’acqua insieme allo zucchero e al miele,  mescolando sempre. Fai cuocere a fuoco basso mescolando per qualche minuto e togli dal fuoco non appena sfiora il bollore.

Versa lo sciroppo ottenuto nella ciotola con i fiocchi d’avena e la frutta secca mescolando accuratamente.

Lascia raffreddare qualche minuto e poi unisci l’olio, sempre mescolando.

Rivesti una placca di carta forno e versaci sopra la granola, con l’aiuto di un cucchiaio crea uno strato uniforme e ben compatto.

Poni in forno per 15/20 minuti, ogni tanto apri il forno e mescola la granola, affinché cuocia in maniera uniforme e non si bruci. Poi ricompattala in uno strato uniforme.

Estraila dal forno e lasciala raffreddare.

Una volta raffreddata, spezzettala con le mani, riponila in un barattolo o in un contenitore ermetico.

Si conserva per almeno una settimana.

 

Commenti