CONDIVIDI

Durante l’inverno anche le insalate sono più buone gustate calde o leggermente tiepide. I legumi si prestano perfettamente per essere utilizzati in insalate di questo tipo, ricche e nutrienti al tempo stesso.

Insalata di lenticchie: valori nutrizionali

Il contenuto proteico delle lenticchie è pari a ¼ del peso: per questo sono perfette anche per chi segue una dieta vegetariana.

Il principale carboidrato presente nelle lenticchie è l’amido che rappresenta il 50% del contenuto calorico totale.

Il contenuto di fibre presente nelle lenticchie migliora il senso di sazietà, il transito intestinale e riduce l’assorbimento di zuccheri semplici e di grassi, soprattutto il colesterolo;

Ma le lenticchie sono anche ricche di vitamine: importante è la presenza della vitamina C, antiossidante per eccellenza, molto comune nella frutta e nella verdura, contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla normale funzione del sistema immunitario, alla formazione di collagene e al metabolismo energetico.

In questi legumi sono presenti anche i folati (vitamina B9) essenziali per la normale funzione cellulare, la crescita dei tessuti, nel ridurre la stanchezza sia fisica che mentale. I folati sono molto importanti anche per la salute delle donne in gravidanza e durante il periodo dell’allattamento.

Le lenticchie sono un’ottima fonte di potassio, di calcio e magnesio che svolge un ruolo importante nel funzionamento del sistema nervoso e nel regolare l’equilibrio idro-salino.

Ma le lenticchie contengono anche una notevole quantità di ferro: componente dell’emoglobina, la proteine che trasporta l’ossigeno ai tessuti del corpo.

La quantità di fibre, folati, magnesio, potassio e i bassi livelli del sodio garantiscono una riduzione del colesterolo cattivo (LDL) e della pressione arteriosa.

Ma le proprietà delle lenticchie non sono terminate: posseggono infatti la capacità di ridurre il rischio di insorgenza del diabete e migliorare il controllo glicemico. E’ infatti stato dimostrato che l’elevato apporto di fibre solubili presenti nelle lenticchie riduce l’assorbimento degli zuccheri semplici, stabilizzando di conseguenza la glicemia e prevenendo cali energetici.

Torna ai consigli per il tuo soggiorno benessere

Ecco la ricetta dell’insalata calda di lenticchie di Adler Balance

Print Recipe
Insalata calda di lenticchie
Insalata calda di lenticchie
Voti: 3
Valutazione: 4
You:
Rate this recipe!
Piatto piatti unici
Porzioni
Calorie a Persona
446
Calorie Totali
892
Piatto piatti unici
Porzioni
Calorie a Persona
446
Calorie Totali
892
Insalata calda di lenticchie
Voti: 3
Valutazione: 4
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Lasciare le lenticchie in ammollo in acqua fresca per alcuni minuti (non per tutta la notte). Gettare via l’acqua e risciacquare le lenticchie sotto l’acqua corrente.
  2. Mettere le lenticchie a cuocere nel brodo vegetale e lasciare sobbollire a fuoco lento per 30 minuti. Poi versare.
  3. Ripulire e tagliare a fettine i funghi. Tagliare in 4 i pomodorini.
  4. Tagliare le cipolle ad anelli. Riscaldare l’olio di oliva in una padella, aggiungere i funghi e rosolarli un po’. Aggiungere poi le cipolle, i pomodorini ed il timo.
  5. Lasciar andare per pochi minuti a fiamma bassa. Aggiungere le lenticchie, l’erba cipollina ed il basilico triturato e mescolare il tutto con attenzione.
  6. Insaporire con succo di limone, poco sale e pepe. Servire caldo.
Commenti
CONDIVIDI
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.