Annuncio pubblicitario

Uva: antiossidante e contro la stanchezza.

Di uva esistono tante varietà, con proprietà leggermente diverse a seconda del tipo di suolo, delle condizioni climatiche, dell’area in cui vengono prodotte, mantenendo però i componenti principali.

Ad esempio l’uva nera/rossa nelle diverse gradazioni contiene tante antocianine, super antiossidanti. Quella bianca/gialla conta in particolare su acido folico e magnesio, essenziali per un buon funzionamento del sistema nervoso.

L’uva è antiossidante, efficace contro la stanchezza, rinforza le ossa e contribuisce a conservare la pelle bella ed elastica.

Flavonoidi per il cuore e l’energia

L’uva è ricca di flavonoidi, che inibiscono l’azione dei radicali liberi e l’ossidazione del colesterolo. Infatti, questo frutto contribuisce ad allontanare il rischio di aterosclerosi regalando salute a tutto tondo al cuore.

Ma i flavonoidi sono utili anche per una pelle elastica e bella, rafforzando il collagene e favorendo il rinnovamento cellulare. Inoltre, soprattutto con l’uva nera si fa il pieno di quercetina. Una sostanza molto efficace contro stanchezza e affaticamento, formidabile fonte di energia anche quando si fa sport.

Annuncio pubblicitario

Notevole inoltre un altro polifenolo, il resveratrolo, che potenzia la fluidità del sangue. Tutti questi nutrienti avrebbero proprietà anticancro.

Boro, il minerale virtuoso

Oltre che di vitamine, A, C e del gruppo B, l’uva è uno scrigno di minerali tra cui uno non famosissimo, il boro, che però è davvero importante. Infatti, facilita l’assorbimento del calcio, rendendo le ossa più forti e contribuendo ad allontanare il rischio di osteoporosi.

Ma la sua capacità non finisce qui, poiché riesce a catturare tutta l’energia degli zuccheri del frutto per “consegnarla” al cervello, che in tal modo marcia al massimo.  Il buon contenuto di fibre rende l‘uva un lassativo naturale, utile contro la stitichezza.

Buoni anche bucce e semi

Proprio la forte presenza di zuccheri (facilmente assimilabili) rende l’uva un frutto da mangiare con equilibrio, in particolare in caso di obesità e diabete. In questo modo  è possibile beneficiare di tutte le sue virtù.

Da ricordare che la buccia (che quindi è meglio non eliminare) contiene acido tannico e fenolo, dalle spiccate proprietà antivirali e sfiammanti. Infatti, in caso si soffra di herpes simplex, applicare un po’ di succo sulla cute può velocizzare la guarigione.

Annuncio pubblicitario

A meno che non si abbiano problemi digestivi, poi, è consigliabile non eliminare neppure i semi che, ricchi di tannini e resveratrolo, aiutano a ripulire il sangue dal colesterolo in eccesso.

Il consiglio

L’uva è diuretica e rinfrescante e, mescolando un po’ di succo di miele al suo succo, si ottiene una bevanda che depura il fegato e regala benessere.

Valori nutrizionali

Valori nutrizionali medi per 100 g di uva:

  • acqua                                        80,3 g
  • zuccheri solubili                      15,6 g (variabili a seconda di grado di maturazione, cultiva, clima)
  • fibre                                             1,5 g
  • potassio                                  192 mg
  • calcio                                         27 mg
  • fosforo                                         4 mg
  • sodio                                            1 mg
  • vitamina A retinolo eq.            4 µg 
  • vitamina C                                  6 mg
  • kcal                                                   61

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Pinterest.

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Fabrizia Falzetti

Fabrizia Falzetti

Film producer e organizzatrice. Appassionata di geopolitica, cucina etnica e alimentazione sana. Collaboro con Melarossa dal 2019 per il coordinamento redazionale e la pianificazione editoriale.

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario