Smartworking: crea la postazione perfetta in casa!

Con l’emergenza coronavirus molti di noi si sono ritrovati improvvisamente a dover lavorare da casa senza avere uno spazio dedicato.

Piuttosto che migrare con il computer portatile da una camera all’altra o dal tavolo della cucina al divano, è bene organizzare una postazione di lavoro ad hoc. Dove avere a portata di mano quello che ti serve per svolgere la tua professione da casa.

Se non hai un’intera stanza a disposizione, può bastare anche un angolo del salone e della camera da letto. Sistemare un tavolino o una scrivania, una sedia, una lampada e tutto quello che ti è necessario.

L’importante è che sia un luogo in cui puoi avere un po’ di privacy per eventuali telefonate o semplicemente per concentrarti e non venire distratta dagli altri membri della famiglia o dalla TV accesa. Per questo motivo, è meglio evitare le zone di passaggio, come corridoi, disimpegni o ingressi.

Che sia per pochi giorni o per più settimane, creare una postazione dedicata ti aiuterà anche a separare i momenti di lavoro dalle altre attività casalinghe. In questo modo potrai essere più produttiva e concentrata e gestire questa nuova situazione senza troppo stress.

smart working: come lavorare bene in casa

Consigli di base per realizzare una postazione di lavoro efficiente e confortevole

Illuminazione: se possibile scegli la luce naturale, quindi un posto vicino alla finestra. Altrimenti opta per un’illuminazione adeguata, utilizzando lampade da terra o da scrivania.

Comodità: anche se si tratta di una situazione temporanea, opta per un piano di lavoro e soprattutto una seduta comoda. Scegli una sedia da ufficio, con o senza ruota, per evitare posture scorrette e dolorosi mal di schiena.

Collegamenti: l’aspetto principale di cui tener conto sono le prese elettriche, per collegare computer, lampade, cellulari e tutti gli apparati che ti occorrono, nonché il collegamento a Internet. Evita di avere fili sparsi sul pavimento che oltre a creare un senso di disordine, possono intralciare e diventare pericolosi.

Praticità: non c’è bisogno di stravolgere l’arredamento casalingo. Cerca di utilizzare mobili che hai già in casa oppure scegli qualcosa di pratico, smontabile o riutilizzabile in un secondo momento per altri scopi.

Privacy: è fondamentale per poter trovare concentrazione e ispirazione. Puoi utilizzare dei separé, delle tende scorrevoli o altri complementi d’arredo per delimitare la zona lavoro.

Personalizzazione: rendi gradevole la tua postazione con una pianta sempreverde, un oggetto che ti piace, una bacheca in legno o magnetica in cui appendere foto, biglietti e promemoria. È più piacevole lavorare circondati da cose belle!

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Pinterest.

smart working: come lavorare bene in casa
Carolina Peciola

Carolina Peciola

Carolina Peciola è giornalista, editor, consulente editoriale e lavora nel mondo dell’editoria da trent'anni. Si occupa soprattutto di salute, benessere, alimentazione, cucina, fenomeni sociali. Scrive per riviste in edicola e testate online, cura l’editing di libri, realizza pubblicazioni per ragazzi.

Related Posts