Annuncio pubblicitario

Giornata Mondiale dell’Obesità: l’importanza di una corretta educazione alimentare sin da piccoli

Il 4 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Obesità per sensibilizzare l’opinione pubblica, e ricordare l’importanza della prevenzione come mezzo per contrastare lo sviluppo di questa problematica.

Una vera e propria patologia diffusa a livello mondiale; infatti, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sono in sovrappeso il 50% degli adulti e ben il 30% dei bambini e degli adolescenti

In Italia, nello specifico, una persona su 10 è obesa. Secondo i numeri, infatti, sono 18 milioni gli adulti in sovrappeso e ben 5 milioni quelli obesi. 

Per quanto riguarda i bambini e gli adolescenti i numeri sono allarmanti, perché secondo una ricerca del 2019 di WHO European Childhood Obesity Surveillance Initiative, circa 3 bambini su 10 sono in sovrappeso e fra questi 1 è obeso.

Quali sono i rischi legati all’obesità

L’obesità è una delle cause principali di patologie cardiache, ma anche responsabile di problematiche come il diabete e alcune forme tumorali.

Ma non è tutto, perché l’obesità predispone l’organismo a patologie allergiche, e riduce l’efficienza del nostro sistema immunitario. Inoltre, è stato dimostrato che vi è una correlazione tra questa problematica e l’insorgenza di malattie neurodegenerative, come ad esempio l’Alzheimer.

Per tale ragione, è fondamentale avere uno stile di vita sano, che consiste nello svolgere un’adeguata attività fisica e seguire un’alimentazione equilibrata, bilanciata e completa di tutti i nutrienti, come la dieta mediterranea e la dieta Melarossa.

Annuncio pubblicitario

Secondo recenti studi pubblicati da World Obesity Federation, l’obesità aumenta il rischio di mortalità in caso di Covid-19; addirittura i pazienti in sovrappeso affetti da Coronavirus hanno il 113% di possibilità in più di essere ricoverati in terapia intensiva. 

E’ importante, quindi, sin da piccoli avere un’adeguata educazione alimentare, sia in famiglia sia a scuola, in modo da prevenire eventuali disturbi e problematiche.

Le Linee Guida italiane per una sana alimentazione si basano sul modello alimentare mediterraneo, come riportato dall’OMS.

Ecco alcuni semplici consigli da portare in tavola, e nello stile di vita.

  • Consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, possibilmente di stagione.
  • Idratarsi a sufficienza.
  • Evitare le bevande zuccherate.
  • Portare in tavola pasti bilanciati e completi.
  • Evitare di saltare i pasti.
  • Ridurre gli alimenti ricchi in grassi e zuccheri semplici.
  • Evitare diete fai da te, oppure, troppo drastiche o ancora le diete monocibo.
  • Praticare sport regolarmente.
  • Prediligere gli spostamenti a piedi.

Fonte

OMS – Organizzazione
Mondiale della SanitàWorld Obesity Federation

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Pinterest.

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Marcella La Cioppa

Marcella La Cioppa

Content editor e seo copywriter con diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Sono appassionata di moda, beauty e tutto ciò che riguarda il mondo del fitness, dallo sport alla sana alimentazione.

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.