CONDIVIDI

Le verdure? Ci sono ma non si vedono! Ecco la ricetta ideale per far mangiare le verdure anche ai bambini, che spesso non le amano troppo:  una pasta al sugo in cui le verdure ci sono ma non si vedono perchè sono frullate!

Una piccola astuzia che ti aiuterà a rendere più completa l'alimentazione dei tuoi figli vincendo con simpatia le loro resistenze. Invece della classica pasta di frumento, usa la pasta di kamut: sarà un modo per educare i bambini alla varietà in tavola!

363 CALORIE A PORZIONE

INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva (270 kcal)
  • 1 cipolla grande, tritata (25 kcal)
  • 1 cuore di sedano, tritato (15 kcal)
  • 2 carote, tritate (53 kcal)
  • 1 porro, tritato (50 kcal)
  • 1 peperone (rosso o giallo), senza semi e tritato (31 kcal)
  • 2 barattoli di polpa di pomodoro (da 400 gr l’uno) (168 kcal)
  • 1 spicchio di aglio, tritato (10 kcal)
  • 1 cucchiaio di zucchero (40 kcal)
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 400 gr di pasta (si può utilizzare anche di kamut o farro) (1330 kcal)
  • 50 gr di parmigiano grattugiato (187 kcal)
  • sale

Calorie totali: 2179

PREPARAZIONE

Fai scaldare l'olio in una padella, aggiungi la cipolla, l'aglio, il sedano, le carote e il porro e falli cuocere fino a farli appassire.

Aggiungi i peperoni, il pomodoro, l'aceto balsamico e lo zucchero e lascia cuocere per almeno 20 minuti.

Cuoci la pasta.

Nel frattempo frulla la salsa e, quando la pasta è pronta, puoi condirla con il sugo, aggiungi il parmigiano e servi.

LA PAROLA AL NUTRIZIONISTA

La ricetta ideale per far mangiare le verdure anche ai bambini che, spesso, non le amano troppo. Le verdure sono fondamentali per la salute sia degli adulti che, soprattutto, dei più piccini, quindi trovare un modo carino e simpaticamente ingannevole per superare la loro resistenza nei confronti di questo alimento è un'ottima soluzione.

In questa ricetta è stata utilizzata della pasta di kamut, scelta che ti aiuta a diversificare la tua alimentazione quotidiana: i cereali non sono tutti uguali, anche se la base di tutti è la presenza di carboidrati complessi, ma alcuni, come il kamut, hanno più sali minerali e più proteine del frumento, quindi variare è importante dal punto di vista sia culturale che nutrizionale.

Luca Piretta - nutrizionista SISA (Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione)

GUARDA LA RICETTA FOTOGRAFATA:

1STEP 1:

2STEP 2:

3STEP 3:

4STEP 4:

5STEP 5:

6STEP 6:

7STEP 7:

8STEP 8:

 

Per la nuova cucina di Melarossa, grazie a Bababua per i mobili, Smeg per gli elettrodomestici, Ballarini per padelle e strumenti di cottura

Nicoletta Cinotti

Commenti