CONDIVIDI

Sai che la cucina giapponese va d’accordo con la dieta? Ecco un classico tutto da provare!

Si chiamano Futomaki i rotolini con all’esterno l’alga e all’intermo riso e 3 o più ingredienti a piacere. In genere i più utilizzati sono: salmone e tonno crudi o affumicati; surimi (bastoncini di granchio); gamberetti, tonno e maionese lavorati insieme; avocado, cetrioli ed insalata; formaggi molli spalmabili e frittata.

Riso per il sushi:
Ingredienti per 4 persone:

  • Riso giapponese: 480gr
  • Acqua: 580ml
  • Aceto di riso: 90ml
  • Zucchero: 30gr
  • Sale: 7,5gr
  • Ingredienti opzionali:
  • 2 cucchiai di sake
  • ½ alga “kombu”

Ingredienti utilizzati per i Futomaki:

  • Salmone affumicato: 100gr
  • Insalata: qualche foglia (meglio se l’insalata è a foglia morbida, tipo romana o gentile)
  • Cetriolo: 1
  • Uova: 3
  • Formaggio spalmabile: 80gr
  • sale: un pizzico
  • Olio: 1/2 cucchiaio
  • Alga “NORI”: 4 fogli.

Utensili indispensabili: tappetino di bambù e un bicchiere/tazza con acqua

1Step 1

Keiko, l’amica giapponese che mi ha aiutato nella preparazione delle ricette, ha portato con sé la sua inseparabile macchina elettrica per cuocere il riso.

Mi dice che ormai questo elettrodomestico è divenuto indispensabile in ogni cucina giapponese. E anche noi lo abbiamo usato per le nostre ricette!

In alternativa, però, puoi seguire un procedimento più tradizionale.

Lava il riso!

La prima operazione da fare è quella di togliere parte dell’amido contenuto nel riso, attraverso vari lavaggi in acqua fredda (comune ed indispensabile sia per chi utilizza la macchina cuoci-riso sia per chi utilizza pentola e coperchio).

Sarà sufficiente mettere il riso nella stessa pentola di cottura e trasferirsi nella zona lavello: copri il riso con l’acqua e smuovilo con le mani.

Ti accorgerai subito che l’acqua diventa bianca e torbida. Eliminala e ripeti l’operazione fin quando l’acqua risulterà trasparente.

A questo punto copri per l’ultima volta il riso con l’acqua indicata negli ingredienti e mettila sul fuoco.

Se vuoi puoi aggiungere gli ingredienti opzionali – il sake e l’alga kobu – per dare ancora più sapore al riso. Copri la pentola e fai andare il fuoco a media intensità per 10 minuti.

Dopodiché abbassa la fiamma e cuoci  per altri 12 minuti.

Spegni il fuoco e lascia riposare 10 minuti.

2Step 2

Nel frattempo avrai sciolto lo zucchero ed il sale nell’ aceto.

Keiko si raccomanda di sciogliere questi ingredienti bene, senza lasciare grumi.

Trasferisci il riso ancora caldo in una ciotola (preferibilmente bassa e larga per velocizzare il processo di raffreddamento, altrimenti ci vorrà un poco più di pazienza) ed aggiungi l’aceto conciato.

Mescola energicamente e raffreddalo sventolandolo con un ventaglio.

Se anche tu non trovi il ventaglio perché tua figlia di 5 anni l’ha fatto sparire, utilizza qualsiasi cosa ti possa essere di aiuto (un giornale o, come abbiamo fatto noi, un tagliere flessibile).

Ma a cosa serve questa operazione? Sembra che così facendo, il riso “BRILLI”, luccichi, risultando più gradevole alla vista, nonché utile per chi ha fame e non vuole aspettare!

Continua a mescolare e sventagliare fintanto che il riso non si sia totalmente raffreddato.

Ora sei pronto per preparare i tuoi Futomaki!

3Step 3

Cuoci la frittata:
Innanzi tutto le uova non si sbattono, ma si smuovono con le bacchette, o con una forchetta, con un movimento dall’alto verso il basso.

Questo serve a far entrare meno aria e ad avere un risultato finale più compatto.

Anche la cottura avviene in più riprese (3 volte), aggiungendo via via le uova “smosse” e sovrapponendo le frittatine.

Sembra complicato, in realtà la cosa complicata è capire il preciso punto di cottura di ogni frittatina per avvolgere quella preparata in precedenza in modo tale che risultino un tutt’uno.

Ho provato una volta, ma le varie frittate erano separate!

Metti la la frittata a raffreddare e quando sarà pronta tagliala a strisce sottili e lunghe.

4Step 4

Lava e taglia le verdure:
Lava il cetriolo, tagliane le estremità, dividilo in 2 parti e poi aprilo.

Togli i semi e dividilo in strisce lunghe e sottili.

Keiko ha fatto una cosa particolare a questo punto: dopo aver tagliato un’estremità, ha preso la parte piccolina e, come se fosse un limone, l’ha leggermente spremuta e ha massaggiato la parte tagliata del cetriolo… mi sono dimenticato di chiederle il perché.

Lava le foglie di insalata ed asciugale.

5Step 5

Riempi una ciotola con dell’acqua fredda e tienila a portata di mano.

A questo punto tutti gli ingredienti sono pronti e disposti sul tavolo di lavoro.

Non ti resta che preparare i rotolini: stendi la tovaglietta di bambù e sopra disponi un foglio di alga.

Prendi un paio di cucchiai di riso e disponili sopra l’alga.

Bagna le punta delle dita con l’acqua ed inizia a distendere il riso su tutta l’alga, lasciando in alto un bordo di 1,5/ 2 cm senza riso (servirà per la chiusura).

Aggiungi riso, se serve, e continua a stenderlo.

Una volta finito, aggiungi una striscia di frittata, due bastoncini di cetrioli, il salmone arrotolato e l’insalata arrotolata.

Infine, con l’aiuto di un cucchiaino, aggiungi il formaggio cremoso.

6Step 6

Adesso prendi il bambù con una mano e con l’altra tieni fermi gli ingredienti al centro.

Con le punte delle dita tieni il ripieno all’interno del rotolo.

Premi, sempre con le punte, per far aderire la parte di alga senza riso al resto dell’alga.

Keiko precisa che non c’è necessità di bagnare questa parte, perché l’umidità del riso sarà sufficiente.

7Step 7

Il rotolo è pronto, prepara gli altri e procedi a tagliarli: prima in 2 pezzi, poi ancora in 2 ed un’ultima volta.

Alla fine, per ciascun rotolo (con queste dosi potrai prepararne 5) risulteranno circa 8 futomaki di un’altezza di circa 2/3 cm ed un diametro di 5.

Adesso non ti resta che assaggiarli e farli assaggiare, accompagnandoli con della salsa di soya, Wasabi a piacere e zenzero in salamoia.

Buon appetito!

Commenti