Home Nutrizione Mangiar sano La primavera in tavola con la frutta di Aprile!

La primavera in tavola con la frutta di Aprile!

CONDIVIDI
frutta di Aprile

In primavera i banchi del mercato si riempiono di colori e novità con la frutta di Aprile. Iniziano a comparire le fragole, colorate e succose, e le nespole, dal caratteristico sapore agrodolce. Accanto ad evergreen come le mele, le pere e le arance, che continuano a offrirci il loro bagaglio di vitamine e antiossidanti preziosi per la salute e anche per preparare la pelle all’esposizione al sole.

Scopri le proprietà nutrizionali della frutta di Aprile nelle schede complete di apporto calorico, valori nutrizionali e benefici per la salute di ogni frutto!

1Arance

Calorie: 47 kcal ogni 100 gr.

Proprietà nutrizionali: ricchissime di vitamina C, ma anche di A e B, e di betacarotene. Sono composte per l’86% da acqua.

Proprietà terapeutiche: rafforzano il sistema immunitario, prevengono i disturbi cardiovascolari, sono ottimi antiossidanti e aiutano a combattere l’anemia.

2Fragole

Calorie: 33 kcal ogni 100 gr.

Proprietà nutrizionali: Ricche di flavonoidi e antiossidanti, rappresentano un’importante fonte di vitamine A, C, B1 e B2.

Proprietà terapeutiche: sono disintossicanti, depurative e diuretiche. Inoltre favoriscono la produzione della serotonina, l’ormone del buonumore.

3Kiwi

Calorie: 44 kcal ogni 100 grammi

Proprietà nutrizionali:

  • Ricco di vitamina C (85 mg ogni 100 gr) e vitamine del gruppo B (B1 e B2). Discreto è anche il quantitativo di vitamina E.
  • Contiene buone quantità di sali minerali, soprattutto calcio, fosforo e magnesio

Proprietà terapeutiche:

  • rinforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire influenza e malanni stagionali
  • ha un alto contenuto di fibre, quindi favorisce la regolarità intestinale
  • migliora la funzionalità cardiaca (grazie al contenuto di acidi grassi come gli Omega-3)
  • riduce i livelli di colesterolo cattivo e regolarizza la pressione arteriosa
  • favorisce la concentrazione e rinforza i muscoli
  • è consigliato in gravidanza, in quanto favorisce l’assorbimento dell’acido folico, indicato per prevenire le malformazioni della spina bifida o l’anencefalia
  • è un potente lassativo naturale grazie all’elevato contenuto di fibre
  • è ricco di sodio e potassio, minerali che agiscono sulla contrazione muscolare e sulla conduzione degli impulsi nervosi e aiutano a prevenire i crampi, per questo è molto indicato per gli sportivi

Come conservarlo? Il kiwi va tenuto nell’apposito cassetto del frigorifero. E’ consigliato metterlo in un sacchetto di carta: in questo modo non entra in contatto con altri alimenti, non ne assorbe l’odore e si conserva fino ad una settimana.

Alleato di bellezza: è un antirughe naturale, ridona luminosità ed elasticità alla pelle e, grazie alla sua azione antiossidante, la aiuta a mantenersi giovane ed elastica.

Curiosità: il kiwi rende la carne più tenera grazie a un enzima, l’actinidina, che tra l’altro svolge un’azione benefica sulla digestione.

4Mele

Calorie: 4o kcal ogni 100 grammi

Proprietà nutrizionali: la mela è un frutto costituito per l’85% da acqua. Contiene vitamine A, B1, B2, C e PP, acidi organici, sali minerali e oligoelementi come calcio, cloro, ferro, rame, magnesio, zolfo, potassio, fosforo. Nella buccia si trova la pectina, una fibra che aiuta ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

Proprietà terapeutiche:

  • grazie al contenuto di pectina, svolge un’azione depurativa e aiuta l’organismo a liberarsi dalle tossine
  • le sostanze contenute nella buccia (triterpenoidi) contrasterebbero la comparsa di alcuni tumori (fegato, colon e seno)
  • favorisce il corretto funzionamento delle vie respiratorie
  • previene inoltre le malattie cardiache, prima fra tutti l’infarto e l’ictus, come dimostrano alcuni studi
  • è ricca di fitonutrienti che aiutano a prevenire malattie celebrali come l’Alzheimer ed il morbo di Parkinson

Come sceglierle e conservarle: è consigliato acquistare le mele che al tatto risultano sode e non presentano ammaccature o incavi. Se sono mature, vanno conservate in un luogo fresco, senza sovrapporle.

Come consumarle? Le mele sono un frutto che si presta per diversi utilizzi. Sono buone sia crude che cotte, al forno o per insaporire gli arrosti. Possono essere utilizzate per preparare confetture, succhi, aceti e come ingredienti per le torte.

La mela in cosmesi: l’aceto di mele, ricco di oligoelementi e sali minerali, aiuta a tonificare la pelle ed a riequilibrarne l’acidità naturale, rendendola setosa e morbida.

Rimedio naturale per levigare le rughe: taglia a pezzetti una mela dopo averla cotta in mezzo bicchiere di latte. La mela cotogna, più delle altre, aiuta a contrastare l’invecchiamento della pelle, idratandola e ammorbidendola.
Per pelli secche e spente è indicata una maschera a base di mele grattugiate e yogurt.

5Nespole

Calorie: 28 kcal ogni 100 gr

Proprietà nutrizionali: sono ricche di vitamine A, C, B e di sali minerali. Contengono inoltre l’acido formico, una fibra alimentare che favorisce il senso di sazietà.

Proprietà terapeutiche: hanno ottime proprietà diuretiche, regolarizzano l’intestino e sono frutti molto sazianti e ipocalorici, ideali se si è a dieta.

6Pere

Calorie: 35 kcal ogni 100gr

Proprietà nutrizionali: è un frutto ricco di vitamine del gruppo B e sali minerali, e vanta inoltre ha un elevato quantitativo di fibre. Una sola pera assicura il 16% delle fibre di cui il corpo necessita ogni giorno.

Proprietà terapeutiche:

  • aiuta in caso di intestino pigro e stipsi, poiché regolarizza il transito intestinale
  • contrasta l’artrite, la gotta ed è indicata in caso di stanchezza psicofisica
  • la pera è ricca di sorbitolo, una sostanza che favorisce la digestione e svolge un’azione benefica sui denti

Le diverse qualità. Esiste una grande varietà di pere: più di 5000, diverse per forme, colori e gusto. Le più diffuse sono:

  • pera Abate: è la varietà con il più alto contenuto di antiossidanti.
  • pera Williams: è particolarmente ricca di fibre, soprattutto pectina, indicata in caso di intestino pigro
  • pera Kaiser: è la più ricca di sali minerali. Ha proprietà rigeneranti e anzi stanchezza
  • pera Decana: è ricca di potassio e fibre, stimola la diuresi e ha proprietà disintossicanti

Come sceglierle e conservarle: le pere hanno la strana caratteristica di non cambiare colore quando sono mature. Come sapere, allora, se è il momento giusto per mangiarle? Semplicissimo: basta premere leggermente il pollice contro la polpa: se è morbida, la pera è pronta da gustare. Se sono ancora acerbe, vanno messe in una busta di carta scura e lasciate a temperatura ambiente. In genere maturano in 2 o 3 giorni.

In cucina: le pere hanno molti usi in cucina. Possono essere mangiate crude, da sole o in una macedonia, o magari accompagnandole con del formaggio. Oppure si preparano lesse, al forno o sotto forma di marmellata, sciroppi, gelatine e perfino di liquore, il sidro.

Alleati di bellezza: la pera svolge un’azione antirughe. Ecco come preparazione in maniera semplice e veloce una maschera a base di pera: frulla una pera matura e aggiungi il succo di un limone e un cucchiaio di argilla. Applica il composto sul viso, lascialo in posa per 15 minuti e poi sciacqua con acqua tiepida. Infine tampona la pelle del viso con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua di calendula.

 

 

Commenti
CONDIVIDI
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.