Home Lifestyle Genitori e Figli Sport invernali per i bambini

Sport invernali per i bambini

CONDIVIDI

 

Con il freddo la tentazione di noi genitori è spesso quella di tenere i nostri figli a casa, sospendere l’attività sportiva, soprattutto quella all’aria aperta, per riprenderla con l’inizio della bella stagione. L’inverno ci dà, al contrario, molte occasioni per passare almeno parte della giornata lontani dalle mura domestiche in modo sano e divertente. Sono diversi infatti gli sport che i nostri figli potrebbero praticare sul ghiaccio o sulla neve. Ma come fare a sceglierli? A quale età è giusto spronare i nostri bambini a provarli? Ecco i consigli della redazione di Melarossa.

Pattinaggio su ghiaccio

L’età migliore per iniziare questo sport è 6 anni, età in cui i bambini riescono ad apprendere velocemente le tecniche di questo sport e lanciarsi in evoluzioni gratificanti.
Il pattinaggio richiede destrezza e abilità e comporta un buon dispendio di energia, visto che, svolgendosi in ambiente freddo, impone al corpo di termoregolarsi, per cui è lo sport perfetto per bambini in sovrappeso, che riescono a dimagrire piuttosto velocemente. In più, è ottimo per aiutare i bimbi in continuo movimento ad incanalare la loro energia esuberante in movimenti coordinati, composti ed eleganti. I benefici che il pattinaggio porta al livello fisico sono tanti e coinvolgono soprattutto il cuore, i polmoni, il sistema circolatorio ed i muscoli. E’ infatti uno sport tonificante, che migliora la regolarità del battito del cuore e ventila meglio i polmoni. A livello psicologico aiuta i bambini a migliorare l’autostima ed a superare le insicurezze. Per quanto riguarda l’attrezzatura, molto importante è scegliere uno scarponcino dotato di pattini che sia comodo e che eviti sfregamenti con la pelle. L’abbigliamento deve essere caldo, ma comodo: calzamaglie, guanti, indumenti in tessuto tecnico specifico saranno perfetti!

Hockey su ghiaccio

Ha gli stessi benefici del pattinaggio su ghiaccio, a cui però si aggiungono i vantaggi psicologici di tutti gli sport di squadra. Anche l’Hockey può essere iniziato intorno ai 6 anni ed è perfetto per i bimbi in sovrappeso, perché permette di consumare molta energia e dimagrire velocemente. In più favorisce lo sviluppo dell’equilibrio e della coordinazione fra arti inferiori e superiori. La dimensione della squadra permette di sviluppare la capacità di analisi, di prendere decisioni molto velocemente e adatto alle circostanze. L’abbigliamento e l’attrezzatura devono essere comodi e adeguati come quelli per il pattinaggio su ghiaccio.

Sci

Per i bambini che abitano in montagna è molto frequente ritrovarsi gli sci agganciati ai piedi già all’età di 3-4 anni. Si tratta di sci da marcia che li aiutano a prendere confidenza con la neve. Intorno ai 6 anni invece, con un senso dell’equilibrio più maturo e maggiori capacità di coordinazione motoria, i bambini possono iniziare a scivolare sotto la guida di un maestro. Mai iniziare ad insegnare la tecnica prima dei 7 anni, perché i bimbi si annoierebbero: per loro scivolare, fare le curve sono emozioni divertenti e le prime volte agiranno per emulazione. Uno dei più grandi vantaggi dello sci è quello di essere praticato in montagna, dove l’aria pura è un vero toccasana per le difese immunitarie. In più aiuta i bambini ad acquisire destrezza motoria, equilibrio, forza e velocità. A livello psicologico questo sport è estremamente gratificante, perché sviluppa l’autostima e il coraggio. L’attrezzatura è quella tipica di questo sport: tuta, scarponi, indumenti tecnici di varia pesantezza, passamontagna o cappello e occhiali da sole con filtri a raggi ultravioletti. Molto importante per i bambini è comprare una tuta della taglia giusta, altrimenti impedirenne i movimenti e disperderebbe calore.

Snowboard

E’ uno sport molto amato dagli adolescenti, perché è divertente e, secondo gli esperti, prevede movimenti meno complessi e più intuitivi. Generalmente l’età indicata per iniziare è quella dei 7-8 anni ed ha gli stessi vantaggi fisici e psicologici dello sci. L’abbigliamento più indicato per chi pratica questo sport consiste in indumenti tecnici di varia pesantezza a seconda delle condizioni meteorologiche e tute da sci o completi giacca-pantalone a vento. E’ bene anche indossare guanti, un caschetto e occhiali con filtro a raggi ultravioletti.

Slittino

Un’alternativa che non richiede grandi competenze, che può essere praticata da grandi e piccini con estremo divertimento è lo slittino. Esistono delle piste create appositamente e di diversa difficoltà. Per i bimbi più piccoli, meglio fare le discese in compagnia di un adulto. Non sono richieste particolari abilità, se non quella di saper guidare ed affrontare in modo corretto le curve. Per quanto riguarda l’attrezzatura, importante è una tuta da sci oppure un completo giacca-pantalone anti-vento, un cappello o caschetto, guanti e occhiali da sole con filtro per i raggi ultravioletti.

Luisa Carretti

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedente5 cibi sani della tradizione Natalizia
Articolo successivoDieta e feste
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.