Annuncio pubblicitario

Pranzo in ufficio: ecco perché la gavetta è diventata una scelta obbligata

A causa del Covid-19 sono cambiate le nostre abitudini. Tra queste, il pranzo fuori al bar o al ristorante.

Oggi 1 italiano su 2 preferisce la gavetta per la sua pausa pranzo. Lo rivela un sondaggio condotto dalla Coldiretti.

Pranzo in ufficio: torna la gavetta. Il sondaggio

È la rivincita della gavetta, ovvero del pranzo portato da casa: al lavoro è diventata la nuova regola per metà degli italiani.

Conseguenza del Covid-19 che ha stravolto le nostre abitudini, a causa delle:

Annuncio pubblicitario
  • chiusure dei locali
  • paure dei contagi
  • timori di assembramenti.

Ma la scelta è anche dettata dal bisogno di risparmiare in un momento di incertezza economica.

È quanto emerge da un sondaggio condotto sul sito della Coldiretti su come sono cambiati i comportamenti negli uffici con la risalita dei contagi. 

Pausa pranzo: le nuove abitudini degli italiani

Secondo il sondaggio della Coldiretti, il 53% dei dipendenti si porta il pranzo per consumarlo sul posto di lavoro, a distanza di sicurezza dai colleghi.

Il 27% va a casa a mangiare, mentre un 2% si fa consegnare il cibo direttamente in ufficio e un ulteriore 5% va a prenderlo d’asporto.

Il 4% delle persone approfitta della mensa aziendale e solo il 9% si reca nei bar e ristoranti nelle regioni in cui sono ancora aperti.

Annuncio pubblicitario

Se vuoi saperne di più, leggi il nostro approfondimento su Pranzo in ufficio: consigli per prepararlo, mangiar sano e non ingrassare!

pausa-pranzo-panino

Pausa pranzo: calano i consumi fuori casa

A causa dell’emergenza coronavirus, si è verificato un drastico ridimensionamento dei consumi fuori casa. Infatti, a pesare – sostiene la Coldiretti – non sono sole le chiusure obbligatorie e le limitazioni di orario, ma anche il forte ridimensionamento della clientela durante la giornata per:

  • l’estensione dello smart working
  • il crollo del turismo.

A causa della pandemia i consumi extradomestici per colazioni, pranzi e cene fuori casa hanno subito un calo del 48%.

Al contrario, la spesa degli italiani prima dell’emergenza coronavirus era pari al 35% del totale dei consumi alimentari.

Pausa pranzo: come mangiare sano e con gusto in ufficio

Per fare di necessità virtù, il pranzo in ufficio può trasformarsi in un’occasione per mangiare bene e con gusto. Basta seguire dei semplici accorgimenti per una pausa appagante ed equilibrata.

In questo caso, vi proponiamo la dieta del panino Melarossa.

Annuncio pubblicitario

Con la dieta del panino di Melarossa si può conciliare la necessità di un pranzo veloce con il desiderio di mantenersi in forma. È proposta dal lunedì al venerdì perché è stata pensata principalmente per chi lavora in ufficio.

Per seguire la dieta del panino, la scelta del pane è fondamentale: il migliore è quello fatto solo di farina e acqua, meglio se integrale.

La dieta Melarossa è equilibrata, varia e personalizzata. È costruita sui bisogni e gusti personali di ognuno e offre diverse opzioni, in modo da poter scegliere quella più indicata al proprio stile di vita.

Fonte: Coldiretti

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Pinterest.

pranzo-ufficio-salutare

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Maria Luisa Prete

Maria Luisa Prete

Laureata in Scienze della comunicazione, dal 2007 sono giornalista pubblicista. Ho collaborato con Repubblica, scrivendo, tra le altre, per le rubrica Sapori e Salute. Per Melarossa mi occupo delle news riguardanti alimentazione e benessere

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario