Annuncio pubblicitario

La cozza verde della Nuova Zelanda: una preziosa alleata per le articolazioni

Vengono dalla Nuova Zelanda e suscitano molto interesse da parte della comunità scientifica per le loro caratteristiche nutrizionali e i benefici sulla salute delle articolazioni. La cozza verde appartiene alla famiglia delle Mytilidae (nome scientifico Perna canaliculus) e a differenza delle sue “colleghe” di colore nero non vive a pelo d’acqua.

Si differenziano poi per il colore verde dei gusci e le dimensioni maggiori rispetto alle cozze solitamente servite nei nostri ristoranti. Possono infatti raggiungere anche 24 cm di lunghezza. Vivono esclusivamente lungo le coste della Nuova Zelanda generalmente in profondità, perché non riescono a sopravvivere all’esposizione all’aria.

Ma la cozza verde è soprattutto nota per le sue proprietà benefiche. Numerose ricerche, infatti, hanno evidenziato che contiene una discreta quantità di glicosamminoglicani, zuccheri necessari per mantenere in salute le articolazioni e per riparare i nervi danneggiati dal tempo o da particolari stress o traumi. Per produrre questi effetti protettivi, tuttavia, questi zuccheri devono essere assunti in una certa quantità. Per questo sono usati sotto forma di integratori alimentari, estratti appunto dalle cozze verdi. Tale estratto favorisce la produzione di liquido sinoviale, una sostanza viscosa che svolge un’azione lubrificante proteggendo le superfici articolari dall’usura e favorendo la mobilità.

Ma che cosa sono i glicosamminoglicani?

La glucosamina (o glucosammina) è uno zucchero simile al glucosio. È utilizzata dalle cellule localizzate nella cartilagine delle articolazioni (i condrociti) per sintetizzare alcuni dei filamenti che formano lo “scheletro” del tessuto cartilagineo. Questi filamenti sono chiamati glicosamminoglicani e sono costituiti da migliaia di molecole di glucosammina. La glucosammina è quindi il mattone necessario per la costruzione di questi filamenti. Se i condrociti non dispongono di quantità sufficienti di “mattoni” di glucosammina, la formazione dei filamenti avviene in modo non adeguato causando l’assottigliamento delle cartilagini e difficoltà di movimento.

Annuncio pubblicitario

Se vuoi saperne di più sull’artrite, ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento: Artrosi e artrite, si prevengono con sport e alimentazione.

Quali sono i benefici?

Il consumo di cozze verdi è quindi utile per il benessere delle articolazioni, anche in caso di artrosi, perché rallenta la progressione dei sintomi relativi ai reumatismi e all’osteoporosi. Assumere integratori di glicosamminoglicani, può portare a una maggiore elasticità delle articolazioni e a una migliore libertà di movimento.

L’attività benefica delle cozze verdi è collegata anche a principi attivi come gli acidi grassi polinsaturi omega-3 (EPA e DHA) che svolgono un’azione antiinfiammatoria.

Tuttavia è bene ricordare che si tratta di integratori alimentari e che in presenza di patologie è sempre bene consultare il proprio medico, anche per le possibili interazioni con eventuali farmaci assunti.

Fonti:

Annuncio pubblicitario

Aquaculture New Zeland

Il Metropolitano.it

Liguria nautica

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Pinterest.

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Ivana Barberini

Ivana Barberini

Ivana Barberini è redattrice, documentarista, autrice e supervisore redazionale. Si occupa in particolare di editoria scientifica. Scrive per alcuni magazine on line e cura l’editing di libri e siti internet.

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario