Il cibo è più buono se lo mangi quando sei seduto

Se vuoi davvero goderti il tuo pasto è bene che lo consumi stando seduto. Lo rivela uno studio pubblicato sul Journal of Consumer Research, che spiega come la postura cambia la percezione del gusto. E come i cibi hanno un sapore migliore quando si sta seduti.

Lo studio sulla postura

Gli studiosi hanno analizzato il rapporto tra il senso vestibolare, responsabile dell’equilibrio e dell’orientamento, e il sistema sensoriale gustativo. Hanno quindi scoperto che tenere una posizione eretta per alcuni minuti comporta uno stress fisico, che muta a sua volta le papille gustative.

Cosa succede al nostro corpo

Quando mangiamo in piedi la forza di gravità spinge il sangue alla parte inferiore del corpo e il cuore lavora di più per pompare il sangue verso l’alto, accelerando la frequenza cardiaca. Ciò attiva l’asse ipotalamo-pituitario surrenale, cioè il sistema di risposta allo stress, e aumenta la produzione di cortisolo.

Tutta questa reazione riduce influisce sulla valutazione del gusto di cibi e bevande, sulla percezione della temperatura degli alimenti e sulla quantità di cibo che ingeriamo.

I test sulle persone

Per provare questa teoria i ricercatori hanno fatto alcuni test. Prima hanno somministrato una pita a 350 partecipanti e chi era in piedi l’ha trovata meno gustosa di chi era seduto.

Poi , sono passati ai brownies. E, ancora una volta, chi era seduto li aveva trovati deliziosi. Quindi, vi hanno aggiunto del sale e i partecipanti in piedi non si sono accorti del gusto più salato.

Ancora, hanno somministrato alle persone degli snack alla frutta, da mangiare mentre portavano una borsa della spesa. In questo caso sia i partecipanti in piedi, sia quelli seduti, hanno riferito che il peso aggiuntivo rendeva il cibo più buono.

Infine, hanno testato l’impatto della postura sulla percezione della temperatura offrendo ai partecipanti alcune tazze di caffè caldo. Anche stavolta le persone in piedi hanno riferito che il gusto era poco intenso, mentre quelle sedute lo hanno trovato più gustoso.

Anche per la dieta è meglio restare seduti

Se è vero che mangiare in piedi ci fa mangiare di meno e ci stressa di più è anche vero che, per chi è a dieta, mangiare in piedi non è mai una buona idea.

Come ci ha spiegato Luca Piretta, nutrizionista di Melarossa, mangiare in piedi ci distrae dal momento del pasto e tutte le distrazioni influiscono sulla quantità e qualità dei cibi che ingeriamo. E, di conseguenza, sulla salute.

La digestione passa anche dalla concentrazione su quello che fa la nostra psiche e il nostro fisico: se ci impegniamo a compiere altre attività, come camminare e mangiare in piedi, l’afflusso di sangue necessario a una corretta digestione viene deviato altrove e la funzione digestiva viene meno.

Fonte:  University of South Florida (USF Innovation)

Commenti

Related Posts