Home Lifestyle Kit pronto soccorso vacanze: la guida per prepararlo

Kit pronto soccorso vacanze: la guida per prepararlo

CONDIVIDI
kit pronto soccorso da portare in vacanza

Sei pronto a partire per le tanto sospirate vacanze: indipendentemente dalla tua destinazione, in valigia non può mancare un kit pronto soccorso da usare per ogni evenienza.

Infatti, non bisogna dimenticare che anche in vacanza possono capitare degli imprevisti: anzi, proprio quando ti trovi in un ambiente nuovo, in situazioni inusuali e anomale, il rischio di essere esposto a piccole allergie, ferite, scottature o infezioni diventa più alto.

Per non farsi rovinare le vacanze e affrontare questi inconvenienti senza stress, il modo migliore è prepararsi in tempo. Buttare nel tuo kit pronto soccorso dei prodotti a caso all’ultimo minuto serve solo a ritrovarti con il bagaglio appesantito da rimedi in quantità esagerata o da farmaci inutili.

Segui i nostri consigli per organizzare la perfetta valigetta pronto soccorso e mettere al sicuro la serenità delle tue meritate vacanze!

Primo step per un kit pronto soccorso smart e funzionale

La prima cosa da tenere in considerazione è che il kit pronto soccorso deve essere predisposto tenendo conto delle esigenze di chi lo utilizzerà. Se tu o i tuoi famigliari soffrite di allergie o state seguendo una cura specifica, dovrai ovviamente portare i farmaci prescritti dal tuo medico.

Poi fai mente locale sul posto dove stai andando e verifica se avrai a disposizione forniture mediche: ci sono prodotti indicati per ogni destinazione. Nel caso volessi tutelarti da eventuali problemi più gravi, puoi informarti sul sito del Ministero della Salute su come ottenere assistenza sanitaria all’estero.

Cosa deve contenere un kit pronto soccorso da viaggio?

Non possono mancare i più comuni farmaci da banco, come quelli antidiarrea, problema piuttosto frequente durante le vacanze, i decongestionanti, gli antidolorifici, gli antipiretici e anche una crema antibatterica.

A questi aggiungi dei cerotti, un termometro e magari anche un antibiotico orale, che può essere molto utile in caso di gastroenteriti più serie. Utile avere anche dei fazzolettini disinfettanti, un laccio emostatico, acqua ossigenata e almeno una benda elastica. Se viaggi in aereo forbicine e pinzette sono vietate in cabina, quindi non inserirle nel kit se vuoi portarlo con te nel bagaglio a mano, ma mettile in valigia.

Vietato dimenticare creme solari, repellenti per insetti e, se è il caso, farmaci per prevenire problemi legati all’altitudine o tavolette per purificare l’acqua.

Se si viaggia con bambini?

Importante ricordarsi di portare farmaci adatti a uso pediatrico, in confezioni che prevedano un dosaggio adatto al peso dei bambini.

Poi, meglio portare con sé medicine che già si conoscono, per evitare il rischio di fastidiose reazioni di intolleranza o allergia. Un consiglio che vale anche per gli adulti.

Se vai al mare

La vacanza al mare prevede un preciso kit di sopravvivenza per le eventuali tipiche insidie da ombrellone. Uno stick per le punture di insetti e di meduse, disinfettanti, una pomata per traumi e una soluzione otologica per l’otite.

Non dimenticare di inserire nel kit pronto soccorso anche dei rimedi fitoterapici, ideali per problematiche legate alla pelle. Tra questi, l’Aloe mentolato è ideale per lenire i fastidi da eritemi solari.

Altro prodotto multiuso è il tea tree oil. Questo olio essenziale funziona molto bene per escoriazioni, punture di zanzare, scottature e contatti con parassiti o agenti urticanti. Ricordati che va sempre diluito in una crema o in un altro olio veicolante: in spiaggia, si può usare come base la lozione solare.

Qualche consiglio pratico

Procurati un contenitore morbido e opaco, con cerniera. Leggi bene le scadenze dei farmaci ed evita di portare quelli che scadono durante il viaggio. Meglio anche lasciare a casa quelli che sono stati esposti al caldo o al freddo e quindi possono aver subito alterazioni.

Attenzione ai farmaci contenuti in fiale di vetro: meglio conservarli separatamente in buste di plastica chiuse ermeticamente.

Non lasciare a casa i foglietti illustrativi delle medicine che porti con te: possono tornarti utili nel caso avessi dei dubbi su posologia, controindicazioni o eventuali effetti collaterali e di sicuro non ti appesantiranno la valigia!

Infine, per ciò che riguarda le quantità di medicine da portare con sé, vanno calcolate in base alla durata e alla tipologia del viaggio: calcola tre giorni in più per un’ulteriore sicurezza.

Seguendo i nostri consigli, avrai con te il perfetto kit di pronto soccorso da viaggio, che speriamo non dovrai mai aprire, ma che si potrebbe rivelare fondamentale per il proseguimento felice della tua vacanza!

Commenti
CONDIVIDI
Ho cominciato la mia vita professionale come giornalista e sono iscritta all’Ordine dal 1995 come Pubblicista. Dopo diversi anni di esperienza nel settore della comunicazione (sia nell’organizzazione di eventi, sia come ufficio stampa), ho ripreso da qualche anno l'attività di giornalista e lavoro nella redazione di Melarossa, curando in particolare articoli su dieta, nutrizione e psicologia. Vista la mia innata curiosità verso gli esseri umani e le loro possibilità di sviluppo e miglioramento, ho scelto di diventare Life Coach Umanista e lavoro con persone che vogliono allenarsi a raggiungere obiettivi in linea con la loro natura.