Home Dieta Consigli del nutrizionista Colazione salata: sì o no? Risponde il nutrizionista

Colazione salata: sì o no? Risponde il nutrizionista

CONDIVIDI

Se segui un percorso di sana alimentazione o una dieta dimagrante con l’obiettivo di perdere peso, saprai sicuramente che la colazione è il pasto principale della giornata e che non andrebbe mai saltata perché ti fornisce le calorie necessarie per iniziare la giornata dopo il digiuno notturno: è importante scegliere alimenti nutrienti e leggeri che ti diano subito energia da spendere nelle tue attività mentali e fisiche.

Colazione dolce o salata: cosa mangiare?

Se diciamo energia, è scontato che i carboidrati non dovranno mancare mai nella tua colazione, sia in quella salata che in quella dolce: su questo Luca Piretta, nutrizionista di Melarossa, è stato molto chiaro quando gli abbiamo chiesto come ci si deve orientare nella scelta degli alimenti che compongono la colazione salata.

“La colazione deve essere uno dei pasti più importanti nella nostra dieta giornaliera, la distinzione tra colazione salata e colazione dolce è meno importante, l’essenziale è che sia presente una quantità di carboidrati, cioè di amidi, sotto forma di pane o crackers in quella salata o sotto forma di croissant, dolci, in quella dolce”

E’ importante anche non essere monotematici e variare la colazione: questo ti permetterà di concederti, una volta a settimana, anche un piccolo dessert fresco, un croissant light, delle pizzette o un piccolo panino con prosciutto appagando la gola e rendendoti più motivato nel tuo percorso di dieta o di sana alimentazione.

Colazione salata: attenzione alle proteine di origine animale

Nello specifico, per quanto riguarda la colazione sala, Luca Piretta consiglia di fare attenzione a non introdurre troppe proteine di origine animale nel corso della giornata se già queste erano presenti nella tua colazione salata.

“Uovo, omelette, bacon, pancetta o prosciutto non fanno parte della nostra tradizione, ma possono far parte, a piccole dosi, di una colazione più allargata. L’importante è considerare cosa farò nel resto della giornata, quindi se so che mi concederò una colazione più completa, comprendente anche questi alimenti, allora dovrò essere più cauto nell’utilizzo di proteine di origine animale nel corso della giornata”.

Un compromesso per consumare una colazione leggermente più abbondante, o un vero e proprio brunch con gli alimenti indicati da Luca Piretta,  potrebbe essere quello di fare sempre la giusta attività fisica. Infatti è importante tenere sempre attivo il metabolismo: in questo modo anche se introduci qualche caloria e grassi in più, non rischi di compromettere la dieta.
Ti consigliamo di visitare la sezione fitness, dove trovi vari allenamenti e workuout da fare in casa o al parco.

Commenti