Annuncio pubblicitario

Tumori: ecco quanto possono ridursi puntando sull’attività fisica

L’attività fisica fa bene alla salute, tanto che può contribuire a prevenire anche alcuni tumori.

Annuncio pubblicitario

Secondo recenti studi, potrebbero essere evitati mille decessi all’anno. Grazie all’esercizio regolare, anche quello fatto a casa, la probabilità di ammalarsi si riduce in media del 7% e, per alcuni tumori, si può arrivare a oltre il 20%.

Tumori e attività fisica: ecco perché va promossa

In Italia ogni anno mille decessi per tumore potrebbero essere evitati con soli 30 minuti di attività fisica cinque volte a settimana.

A precisarlo la Fondazione Aiom (Associazione italiana oncologi medici) nella giornata dedicata al rapporto tra sport e tumori.

L’invito è chiaro, come si legge in una nota dell’associazione:

“L’esercizio fisico andrebbe prescritto come una medicina, perchè il movimento può essere altrettanto efficace di un farmaco per il cancro e le malattie cardiovascolari”.

Purtroppo, sono pochi a farlo con regolarità, ma non è difficile. Non è indispensabile iscriversi in palestra, ci sono esercizi o movimenti che possono essere fatti anche a casa per fare la differenza.

Annuncio pubblicitario

Nonostante il Covid-19, l’esercizio fisico va promosso per il nostro benessere, per tenere sotto controllo il peso e per contrastare il tumore.

Se vuoi saperne di più, leggi il nostro approfondimento su Alimentazione e tumori: la prevenzione comincia a tavola.

tumori-e-ettività-fisica

Tumori: l’attività fisica riesce a prevenirli

Come spiega la fondazione Aiom, l’attività fisica agisce su alcuni meccanismi essenziali dell’organismo, come:

  • il metabolismo energetico e ormonale
  • l’infiammazione
  • il sistema immunitario.

Il moto fatto regolarmente fa aumentare l’aumento del flusso sanguigno e ossigena i tessuti, facilitando l’arrivo di sostanze antinfiammatorie e l’eliminazione delle sostanze tossiche accumulate.

La pratica sportiva riduce la concentrazione di alcuni ormoni, tra i quali gli estrogeni, a cui sono sensibili tumori come quelli dell’utero, della mammella e della prostata.

Annuncio pubblicitario

Inoltre, lo sport aumenta la sensibilità dei tessuti all’insulina e ne diminuisce il rilascio nel sangue, favorendo l’utilizzo immediato degli zuccheri.

Se presente in concentrazioni elevate nel circolo sanguigno, l’insulina stimola in modo eccessivo l’infiammazione e facilita la crescita dei tumori.

Infine, l’attività fisica stimola il sistema immunitario.

Tumori e attività fisica: cosa si può fare

Secondo le linee guida internazionali, il suggerimento per prevenire i tumori è quello di praticare:

  • 150 minuti di attività fisica moderata a settimana
  •  oppure 75 minuti di attività fisica intensa durante la settimana
  •  o una combinazione adeguata settimanale di entrambe.

Per attività fisica a moderata intensità si intende quella che richiede un minimo sforzo respiratorio, per esempio la camminata veloce, la danza, ma anche il giardinaggio e i lavori domestici.

Annuncio pubblicitario

Quella fisica intensa, invece fa respirare più velocemente. Per intenderci, è quella che fa sudare, come la corsa, la ginnastica aerobica, il nuoto, il ciclismo.

In tempi di pandemia da Covid-19, con piscine e palestre chiuse, non si deve rinunciare a fare movimento. Basta un po’ di buona volontà. Ne va della nostra salute.

Fonte: Fondazione Aiom

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Pinterest.

tumori-sport

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Maria Luisa Prete

Maria Luisa Prete

Laureata in Scienze della comunicazione, dal 2007 sono giornalista pubblicista. Ho collaborato con Repubblica, scrivendo, tra le altre, per le rubrica Sapori e Salute. Per Melarossa mi occupo delle news riguardanti alimentazione e benessere

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario