Annuncio pubblicitario

Christmas Bell, il rimedio floreale per ritrovare l’ottimismo

I Christmas Bell (Blandfordia nobilis) sono fiori selvatici caratteristici dell’Australia.

Annuncio pubblicitario

Poiché la stagione di fioritura è tra dicembre e gennaio, il loro nome è appunto “campane di natale”. È un rimedio omeopatico contro il senso di perdita e dona la capacità di manifestare i propri desideri.

Christmas Bell: cos’è

Christmas Bell (Blandfordia nobilis) è una piccola pianta appartenente alla famiglia delle Liliacee che vive nell’Australia orientale. Sono fiori di campo, ma vengono anche coltivati nei giardini privati.

La specie cresce spontaneamente sul terreno arenario sia lungo la costa che sui monti. Ha bisogno di un terreno sempre umido. Il fusto è eretto e lucido, con fiori tubolari rosso arancio con la punta gialla, dalla forma di una campanella allungata. La massima fioritura è a dicembre e continua fino a febbraio.

I fiori sono spessi, abbastanza lucidi e inodore. Le piante sono delicate in apparenza, ma in realtà hanno steli robusti di oltre 80 cm di altezza e spesse radici fibrose. Ama crescere in zone soleggiate, ma riparata da arbusti e cespugli alti.

Christmas Bell: il suo significato

Christmas Bell è una pianta dalla simbologia positiva, legata all’umore e alla nostra capacità di manifestare i desideri. Fiorisce nel periodo natalizio, per questo motivo è chiamata ‘campanella di Natale’.

Annuncio pubblicitario

Quindi, è simbolo del Natale, il periodo per eccellenza in cui si dà e si riceve, non solo in senso materiale ma anche emotivo e spirituale. Sono fiori che ispirano serenità e spingono verso la riscoperta degli affetti più cari.

Se vuoi approfondire il tema leggi il nostro approfondimento su Cibi salutari che ti mettono di buon umore.

essenze-floreali

Campane di Natale: i benefici

A Natale si può avvertire un senso di tristezza per le persone che non ci sono più o che sono lontane, e che mancano soprattutto in questi momenti, quando si dovrebbe stare insieme. Complice la pandemia di coronavirus, quest’anno in molti dovranno rinunciare al cenone con tutti i loro cari. Per prevenire o contrastare l’inevitabile senso di mancanza viene in aiuto la Christmas Bell.

L’estratto, tra le soluzioni omeopatiche da chiedere in erboristeria, promette benefici per chiunque viva una sensazione di perdita sia emozionale che materiale.

Le “Campane di Natale” attenuano il pensiero negativo e riportano alla gioia nel dare e nel ricevere non solo doni materiali ma soprattutto affettivi.

Campane di Natale: un rimedio contro il pessimismo

Disponibile nelle erboristerie sotto forma di essenza, ne bastano poche gocce per aiutare a riequilibrare il senso di mancanza. Secondo la floriterapia, questo rimedio favorisce anche la capacità di manifestare i propri desideri senza nasconderli o reprimerli.

A livello spirituale, aiuta a comprendere che le cose più importanti non sono quelle materiali. L’importante è sempre concentrarsi sul vero senso della vita e sugli affetti, senza disperdere energie inutili. Christmas Bell è contenuto nella miscela Australian Bush Flower Essences Ottimismo, preparato pregiatissimo, ottenuto utilizzando i fiori selvatici che crescono spontaneamente nel continente australiano.

Annuncio pubblicitario

I rimedi floreali hanno una tradizione antica: gli Aborigeni australiani hanno sempre utilizzato i fiori per curare i disagi o gli squilibri emozionali, cosí come avveniva nell’antico Egitto, in India, Asia, Sud America.

Christmas Bell: preparazione e impiego

Naturalmente, l’estratto floreale Christmas Bell, come tutti i rimedi omeopatici non sostituisce, dove è necessario, quello medico.

La miscela può essere assunta in gocce da prendere mattina e sera, appena svegli e prima di andare a dormire. Le gocce si possono anche:

  • applicare sulla pelle, mischiandole a una crema neutra
  • sciogliere nell’acqua per un bagno rilassante
  • vaporizzate nell’ambiente per creare un luogo armonico
  • diluire in poca acqua o in tisane.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Pinterest.

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Maria Luisa Prete

Maria Luisa Prete

Laureata in Scienze della comunicazione, dal 2007 sono giornalista pubblicista. Ho collaborato con Repubblica, scrivendo, tra le altre, per le rubrica Sapori e Salute. Per Melarossa mi occupo delle news riguardanti alimentazione e benessere

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario