Annuncio pubblicitario

Peperoncino: il segreto di un alimento che regala longevità e cuore sano

Il peperoncino fa bene al cuore e allunga la vita.

Lo confermano i risultati di uno studio preliminare che sarà presentato alle sessioni scientifiche 2020 dell’American Heart Association.

Peperoncino: cos’è e le proprietà

Il peperoncino è il frutto di una pianta appartenente al genere Capsicum da cui provengono anche le varie specie di peperoni. È un alimento ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo.

Infatti, grazie alla capsaicina, l’alcaloide che lo rende piccante, ha proprietà vasodilatatrici naturali, in grado di rilassare i vasi sanguigni e abbassare la pressione.

L’elevata quantità di vitamina C presente nei peperoncini gli attribuisce anche benefici antitumorali. Infatti, l’acido ascorbico è un potente antiossidante, che:

Annuncio pubblicitario
  • rafforza il sistema immunitario
  • combatte l’effetto dei radicali liberi
  • difende dagli agenti inquinanti.

In questo modo previene malattie degenerative come quelle tumorali.

Inoltre, aiuta la digestione e ha un effetto analgesico. Ha un basso apporto calorico e di carboidrati e una buona presenza di fibra alimentare, quindi è particolarmente indicato per chi segue un regime alimentare che non faccia ingrassare.

Se vuoi saperne di più, leggi il nostro approfondimento su Peperoncino: cos’è, storia, tipi, proprietà benefici e usi in cucina.

peperoncino-proprietà

Peperoncino: allunga la vita e fa bene al cuore. Lo studio

Il peperoncino è un toccasana per la nostra salute. A confermarlo numerose ricerche a cui si aggiunge uno studio preliminare della Cleveland Clinic’s Heart, Vascular & Thoracic Institute.

In sostanza, chi lo consuma può vivere più a lungo e avere un rischio ridotto di morire di malattie cardiovascolari o cancro.

Per analizzare gli effetti del peperoncino sulla mortalità per tutte le cause e per malattie cardiovascolari, i ricercatori hanno esaminato 4.729 studi da cinque principali database sanitari globali (Ovid, Cochrane, Medline, Embase e Scopus).

Annuncio pubblicitario

Sono stati analizzati i dati sanitari e sulla dieta di oltre 570.000 persone provenienti da Stati Uniti, Italia, Cina e Iran per trovare le differenze tra chi consumava peperoncino e chi invece non lo utilizzava mai o raramente.

Peperoncino: i risultati dello studio

Rispetto a chi non consumava il peperoncino o lo faceva raramente, l’analisi ha rilevato che le persone che hanno mangiato il peperoncino avevano una riduzione relativa del:

  • 26% della mortalità cardiovascolare
  • 23% della mortalità per cancro
  • 25% della mortalità per tutte le cause.

“Siamo sorpresi di scoprire che negli studi analizzati, il consumo regolare di peperoncino era associato a una riduzione complessiva del rischio per tutte le cause, malattie cardiovascolari e mortalità per cancro”, ha detto l’autore senior Bo Xu, MD, cardiologo del Cleveland Clinic’s Heart, Vascular & Thoracic Institute di Cleveland. “Questo sottolinea che i fattori relativi alla dieta possono svolgere un ruolo importante nella salute generale”, ha aggiunto.  

Peperoncino: i risultati dello studio vanno confermati

I risultati, avvertono gli stessi studiosi, in quanto preliminari, hanno bisogno di ulteriori conferme a livello scientifico.

“Le ragioni esatte e i meccanismi che potrebbero spiegare i nostri risultati, sono attualmente sconosciuti. Pertanto, è impossibile affermare con certezza che mangiare più peperoncino può prolungare la vita e ridurre i decessi, soprattutto per fattori cardiovascolari o cancro. Sono necessarie ulteriori ricerche”, ha specificato il dottor Xu.

Il ricercatore ha anche notato che la quantità e il tipo di peperoncino consumato varia, rendendo difficile trarre conclusioni su quanto e quale tipo di consumo può essere associato ai benefici per la salute.

Annuncio pubblicitario

I ricercatori stanno continuando ad analizzare i loro dati e sperano di pubblicare presto l’articolo completo.

Vuoi introdurre il peperoncino nella tua dieta? Prova le nostre Ricette con il peperoncino: 7 idee piccanti e gustose.

Fonti: American Heart Association

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Pinterest.

peperoncino-longevità

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Maria Luisa Prete

Maria Luisa Prete

Laureata in Scienze della comunicazione, dal 2007 sono giornalista pubblicista. Ho collaborato con Repubblica, scrivendo, tra le altre, per le rubrica Sapori e Salute. Per Melarossa mi occupo delle news riguardanti alimentazione e benessere

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario