Annuncio pubblicitario

“- 10 chili e sono felice del mio aspetto”

Ha perso peso in 7 mesi con la dieta panino: “Il mio calo non è stato eclatante, ma ce l’ho fatta!”. Paola, una vita attiva e piena di impegni. Ha scelto la dieta panino perché cinque giorni su sette è in ufficio e, nonostante qualche sgarro, è riuscita a raggiungere il suo traguardo.

Perché eri in sovrappeso?
Ero in sovrappeso perché venivo da un periodo di sofferenza. Mio marito non è stato benissimo, abbiamo trascurato molto l’alimentazione e abbiamo iniziato ad ingrassare.
Fortunatamente, poi, superando questi problemi, ci siamo resi conto che, sia io sia lui, non potevamo più restare con quei chili di troppo e quindi abbiamo cercato una dieta. Abbiamo provato tante volte, ma tante volte l’abbiamo interrotta, forse perché non eravamo seguiti o non eravamo mentalmente pronti a farla seriamente.

Come hai conosciuto Melarossa?
La scorsa estate fra le riviste che leggevo mi è capitata fra le mani OkSalute e lì ho letto  un articolo che vi riguardava. Ho staccato dalla rivista questa pagina e l’ho conservata in borsa. Un giorno di fine agosto ero in ufficio e, cercando un’altra cosa, ho ritrovato questo articolo. Così mi sono decisa a provare…

Quanti chili pesavi e quanti ne hai persi?
Ho iniziato con un peso di 78 chili e in sette mesi sono arrivata a 68 chili. Non tantissimi, perché non sono riuscita a perdere un chilo a settimana, ma non mi sono persa d’animo e sono soddisfatta, perché sono calata in maniera armoniosa, rientrando nella mia taglia 44.

Qual è stato il momento più bello della dieta?
Il primo riscontro si ha con le persone che sono intorno a te. Una volta in ufficio portavo un paio di leggins con una casacca neanche tanto lunga sopra e tutti quanti mi hanno detto: “Mamma mia, ma hai perso tantissimi chili! Stai proprio benissimo!”. Insomma, una soddisfazione che ti dà lo stimolo ad andare avanti.

Hai detto che non è stata la prima dieta che hai seguito, vero?
Vero. Ho seguito una dieta sotto stretto controllo del dietologo, però mi sono resa conto che alla fine del percorso o si smette di mangiare o si mangia troppo. E io ho mangiato troppo. Come mio marito d’altronde, che poi ha deciso di seguire la vostra dieta, con risultati migliori dei miei.

Cosa intendi per migliori?
E’ riuscito a dimagrire più di me, perché è stato sicuramente più rigoroso.  Io, devo essere sincera, ad esempio lo spuntino di metà mattina non l’ho fatto mai, perché non percepivo la fame e quindi lo saltavo.

Annuncio pubblicitario

Ma hai saltato solo gli spuntini oppure anche altri pasti?
Per me è importantissimo svegliarmi la mattina e bere il latte. Alcune mattine la dieta prevedeva il succo di frutta e a metà giornata il tè o un caffè. Siccome io non bevo caffè, non mi sono potuta aiutare nemmeno in quel modo e quindi non ho mai rispettato il menù previsto a colazione. Insomma, non mi sono mai fatta mancare il latte la mattina.

A parte questi “sgarri”, ci sono stati momenti difficili durante la dieta?
No, assolutamente. Non è stato un sacrificio seguirla, anzi! Non ho dovuto privarmi di nulla. Certo, sono una grande golosa e, soprattutto quando ho un dispiacere o sono nervosa, scatta subito il desiderio del dolce. Mi sarebbe piaciuto avere almeno una volta a settimana un dolce per gratificarmi. All’inizio avevo il gelato perché era estate, mentre nei mesi freddi non era previsto nulla. E comunque, un piccolo sgarro con un cioccolatino, nei giorni in cui mi sono sentita giù o stanca, me lo sono concesso.

Quali differenze hai notato fra Melarossa e le altre diete?
La cosa che adoro, che è poi il motivo per cui ho suggerito la dieta Melarossa ad altre persone, è che non ho dovuto pensare a cosa cucinare ogni sera. Avevo la lista della spesa, il menù già fatto e dovevamo solo andare al supermercato. L’altro aspetto notevole è la dieta panino.

Hai scelto la dieta panino?
Sì, sono cinque giorni in ufficio e la dieta panino è stata meravigliosa. Nelle altre dovevo cucinare sia per il pranzo sia per la cena, invece così è stato molto più semplice.

Cosa ti ha insegnato la dieta Melarossa?
Ho imparato che l’abbinamento degli alimenti è il segreto. In parte rispecchia molto la dieta che ho già fatto con il dietologo, però devo dire che con questa mi sono trovata bene. Rispecchiava le  mie necessità e non ho mai  avuto fame.

Luisa Carretti

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Luisa Carretti

Luisa Carretti

Sono una giornalista e scrittrice, esperta di infanzia. I miei articoli per la rubrica Genitori e figli di Melarossa trattano, in particolare, temi come gravidanza, maternità, educazione alimentare e stili di vita sani per bambini e ragazzi. Nel 2016 ho fondato Storie Cucite, una casa editrice per l'infanzia.

Annuncio pubblicitario

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.