Katia, – 17 kg con Melarossa: “Le braccia con le ali a pipistrello? Un brutto ricordo!”

Katia, frizzante e giovane mamma sarda, in Veneto da molti anni, in pochi mesi ha perso 17 chili, passando da una taglia 48 ad una 40.

La molla le è scattata nel gennaio scorso, subito dopo le feste di Natale, quando l’ago della bilancia è arrivato a segnare 74 chili. L’allattamento è una fase delicata in cui difficilmente una donna riesce a dimagrire, ma Katia ha capito che i suoi chili di troppo era causati soprattutto dal suo stile alimentare sbagliato. Conosce Melarossa grazie ad un gruppo Facebook di cui fa parte e, contemporaneamente alla dieta, inizia ad allenarsi a casa.

“Con questa dieta mi sono sentita subito meglio. Mangiavo bene ed ero gratificata. E poi ho scoperto che mi piace fare sport e non ho mai saltato un solo giorno di allenamento!”

La più grande difficoltà per Katia è stata rinunciare ai dolci. Ma, una volta compreso che cedere alla tentazione la gettava in un circolo vizioso che la portava a “sgarrare” più volte, è riuscita a seguire la dieta Melarossa alla lettera, convinta che fosse l’unica soluzione. I primi check sono andati molto bene e questo l’ha motivata portandola dritta all’obiettivo: riprendersi il suo corpo!

“Grazie a questa dieta, non ho più sentito il bisogno insistente di dolci che avvertivo all’inizio e ho capito che ho necessità di essere costante per  non perdermi. Melarossa mi ha insegnato tanto!”

Ormai Katia, a 2 kg dal mantenimento, non pensa nemmeno più molto alla bilancia, un’ossessione che aveva all’inizio del suo percorso. Ora tiene sotto controllo il peso e i centimetri senza eccessive ansie. I check vanno sempre molto bene e il suo fisico, abbinando alla dieta lo sport quotidiano, non solo ha perso peso ma si è rimodellato.

“Il mio corpo si è ricomposto, il grasso non c’è più, non ho più le braccia con ali a pipistrello, le mie gambe sono magre e toniche. Questa dieta ha modificato tutto il mio fisico e mi sento proprio felice!”

Quello che più le piace di Melarossa è la semplicità con cui riesce ad affrontare la dieta: varia senza difficoltà i suoi menù, gestisce molto bene le sostituzioni, modifica i piatti che non le piacciono. Quando ne ha bisogno dà un’occhiata all’app della dieta, legge il suo menu giornaliero, controlla la lista della spesa e la confronta con quello che ha nel frigo. Ha scoperto come utilizzare i diversi ingredienti per preparare piatti anche più succulenti, come la pizza con mozzarella e prosciutto o la parmigiana. Sta imparando anche che basta poco per cucinare i cibi in modo più leggero e dietetico, per esempio aggiungere l’olio a crudo sui piatti. Insomma, Melarossa è stata una rivoluzione anche culinaria!

“Non devo pensare a cosa fare o cucinare in quella giornata, non devo ricordarmi cosa ho mangiato un altro giorno. In qualsiasi momento dal cellulare accedo alla mia dieta e mi basta seguirla per stare bene e perdere peso. E’ semplicissimo e molto bello!”

Per Katia questa dieta è vincente perché, per ragioni pratiche ma anche di gusto, è possibile alternare la dieta classica con quella del panino. Ama la pasta e per un lungo periodo, in particolar modo all’inizio del suo percorso, ha privilegiato il menù classico che ne prevede la presenza. Quando ne ha voglia cambia le impostazioni direttamente sul cellulare e passa alla dieta del panino, sperimentando anche gustose piadine a pranzo.

“Con questa dieta la mia alimentazione è più varia di prima, a pranzo posso mangiare anche uno sfizioso panino, che mi dà gioia e carica! Poi quando ho voglia so che posso tornare alla pasta e variare così i miei pasti in maniera allegra!”

Nel percorso di Katia l’incontro con il gruppo Facebook di Melarossa è stato determinante: per il confronto quotidiano, per la condivisione di storie e di vite diverse, fatte di difficoltà e successi, per il sostegno reciproco senza il quale, ne è sicura, avrebbe vacillato.

“Chi gestisce questo gruppo fa un lavoro immenso, senza tutto il suo contenuto mi sarei persa. Dieta e gruppo Facebook: abbinamento assolutamente vincente!”

Amici e familiari le sono stati vicini, spronandola ad andare avanti, sempre. Katia è riuscita a conciliare i suoi pasti con quelli della famiglia, talvolta anche a farli coincidere: il suo bambino, Enrico, appena due anni, è un melarossino doc, mangia sano come la sua mamma e con gran soddisfazione! Tutti notano il suo grande cambiamento e si congratulano per i risultati ottenuti. Oggi, quando si guarda allo specchio, Katia vede una donna diversa che le piace ogni giorno di più.

“Finalmente non sono più sempre in tuta, mi vesto più carina, indosso gli short e sono alla ricerca di nuovi cosmetici e trucchi. Mi guardo allo specchio e vedo un’altra donna. Melarossa è una delle cose più belle che ho fatto nella mia vita!”

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Gilda Palumbo

Gilda Palumbo

Psicologa e psicoterapeuta, mi occupo di interviste approfondite che vertono sui temi del dimagrimento e dei problemi psicologici legati ad esso. Per Melarossa curo le interviste ai testimonial: persone che grazie alla dieta Melarossa sono riuscite a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Related Posts