Annuncio pubblicitario

In quale paese è meglio crescere un bambino? L’Italia al sedicesimo posto

Crescere un bambino in Italia? E’ molto più semplice crescere un figlio in Danimarca e in Svezia, ma anche in Canada e nei Paesi Bassi. Infatti, tra i paesi al mondo dove è meglio crescere un bambino, l’Italia si colloca soltanto al sedicesimo posto. Nella classifica di testa ci sono tutti i paesi scandinavi che hanno conquistato il primo, il secondo e il terzo posto. Nell’ordine, Danimarca, Svezia e Norvegia. Al quarto e quinto posto ci sono il Canada e i Paesi Bassi. La Svizzera conquista invece il primo posto per il paese migliore al mondo in cui vivere in assoluto, per il quarto anno consecutivo.

Il report internazionale valuta 73 nazioni

Lo rivela il report annuale Best Country che ha valutato 73 nazioni in 65 diverse categorie. I risultati si basano sulle interviste fatte a oltre 20.000 persone nelle Americhe, in Asia, Europa, Medio Oriente e Africa.

Gli intervistati sono stati divisi equamente in diversi gruppi per ottenere una rappresentazione accurata delle opinioni in ogni nazione. Il rapporto è stato realizzato dall’US News & World Report, dal gruppo BAV e dalla Wharton School dell’Università della Pennsylvania.

Il report si basa su una analisi che analizza otto macro fattori specifici all’interno dei singoli paesi. Macro fattori che determinano la vivibilità nel singolo paese da punto di vista delle famiglie:

  • la percezione della sicurezza
  • l’accessibilità economica
  • la stabilità politica
  • l’uguaglianza del reddito
  • le politiche per l’uguaglianza di genere
  • le politiche per l’educazione
  • le politihe per l’assistenza sanitaria
  • l’essere un paese ‘family friendly’

Il Nord Europa conquista il podio

La Danimarca è considerato il miglior posto dove mettere su famiglia. Che il sistema di welfare della Danimarca sia eccellente è notorio, e questo lo rende il paese perfetto in cui fare figli. Questo grazie alle sue politiche di congedo di maternità e paternità, così come per l’assistenza sanitaria e l’istruzione gratuite.

Svezia e Norvegia, che seguono la Danimarca sul podio, sono state elogiate per ragioni simili. Come ad esempio per i loro solidi programmi di assistenza sociale e i bassi tassi di criminalità.

Canada e Paesi Bassi sono rispettivamente al quarto e al quinto posto, seguiti da Svizzera, Nuova Zelanda, Australia e Austria. 

In quale paese è meglio crescere i tuoi figli?

Gli Stati Uniti? Solo al 18esimo posto

Gli Stati Uniti sono stati classificati al 18esimo posto. A penalizzare gli Usa come paese dove mettere su famiglia e crescere figli, sono soprattutto una percezione negativa per la sicurezza, l’accessibilità economica, la stabilità politica e l’uguaglianza del reddito.

Ma sono le tensioni razziali e un “elettorato sempre più polarizzato” i principali responsabili di una posizione così bassa, così come le morti per armi da fuoco, incluse le sparatorie nelle scuole.

Fanalino di coda il Kazakistan

Tra i peggiori paesi al mondo dove crescere un bambino al primo posto il Kazakistan, seguito dal Libano, il Guatemala, il Myanmar e Oman.

A livello mondiale vince la Svizzera

Il report indica anche una classifica dei migliori paesi al mondo in cui vivere in assoluto, eseguita analizzando una grande varietà di parametri. In questa super classifica mondiale, la Svizzera quest’anno si è aggiudicata il primo posto per il quarto anno consecutivo, mentre il Canada è salito al secondo posto.

A seguire, Giappone, Germania, Australia e Regno Unito, mentre a livello mondiale sulla qualità di vita gli Stati Uniti si piazzano settimi. L’Italia, invece, si posiziona al 17esimo posto.

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Ada Parisi

Ada Parisi

Giornalista professionista, seguo tutto ciò che ruota attorno all'agroalimentare in una agenzia di stampa. Esperta di cucina, territori e made in Italy, creatrice di contenuti digitali, ho ideato e curo il sito Siciliani Creativi raccontando ogni giorno il bello e il buono dell'Italia da gustare.

Annuncio pubblicitario

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario