Home Nutrizione Cibo e Salute Gli uomini e la pancia, il binomio imperfetto

Gli uomini e la pancia, il binomio imperfetto

CONDIVIDI
gli uomini e la pancia

Oooh, ma che bello, aspetti un bambino? Se questa domanda è rivolta ad una donna, chi la fa è serio ed interessato, se invece è rivolta a te, mio caro ometto, vuol dire che hai un serio problema di… pancione.
Ti guardi in basso e alla vista del promontorio globoso, trattieni il respiro e per qualche secondo sei magro!
Nelle donne, il più delle volte, il grasso tende ad accumularsi intorno ai fianchi, sulle gambe, sulle braccia e sul sedere ma, per noi uomini, zuccheri, grassi, alcolici e stravizi vari vanno a finire per la maggior parte sull'addome.
Forse guardi con simpatia ed affetto la tua pancia, poiché secondo i detti popolari è sinonimo di “maschia sostanza”, della serie “omo de panza…” e quel che segue.
Ci sono però delle cose importanti che dovresti sapere.

Pericolo pancia

Il grasso nel corpo umano non è tutto uguale, infatti quello della pancia è più “pericoloso” rispetto a quello accumulato in altre zone del corpo: nel 1940 il medico francese Jean Vague aveva osservato che alcuni pazienti moderatamente sovrappeso, rispetto ad altri che soffrivano di gravi forme di obesità, presentavano una serie di sintomi che segnalavano una predisposizione verso le malattie cardiache o il diabete. La maggior parte di questi pazienti aveva grasso viscerale ed erano uomini.
Adesso guardati nuovamente in basso, il globo gelatinoso non è più tanto simpatico, vero?

A forma di mela

Se la dieta di Melarossa ti aiuta a essere sano e in forma, avere la forma a mela significa esattamente l’opposto: avere la pancia è sintomo del fatto che che nel tuo corpo circolano una serie di sostanze che vanno a danneggiare il cuore, il fegato e altri organi vitali.

Le cellule di grasso infatti sono biologicamente attive e secernono ormoni e altre sostanze chimiche che, nelle persone che rientrano nella fascia normopeso, aiutano a  mantenersi in buona salute, mentre in quelle grasse, essendo queste cellule molte di più, diventano troppe e mettono a repentaglio in modo grave la salute stessa.

Recenti ricerche svolte negli Stati Uniti hanno dimostrato che, su un campione di oltre 100 uomini, quelli che presentavano i segni più evidenti di rischio di malattie cardiocircolatorie non erano quelli che avevano queste malattie nella loro storia familiare o presentavano livelli alti di colesterolo, ma proprio i più “panciuti”.  Quindi che vuoi fare?

E la pancia non c'è più

Tra i grassi l’olio extravergine d’oliva è il migliore in termini di proprietà nutritive ed organolettiche ma consumarlo (sempre in quantità modica) non aiuta a dimagrire.
Per raggiungere un obiettivo così importante, c’è bisogno di fare qualcosa in più, ma prima di procedere a fare qualsiasi cosa, ti raccomandiamo di fare una bella visita medica e le conseguenti analisi che il tuo medico sicuramente ti prescriverà.

Il dire e il fare

Il primo consiglio che ti diamo è di iscriverti alla dieta di Melarossa per iniziare a nutrirti non solo con la quantità di calorie che ti consentirà di iniziare a perdere peso, ma anche con il giusto apporto di tutti i nutrienti di cui il tuo corpo ha bisogno.

Il secondo consiglio è di dedicarti all'attività fisica, cercando di modificare il tuo “stile di vita": per buttare giù peso e grasso però, non basta solo camminare un po’ di più o preferire le scale all’ascensore. Queste sono abitudini importanti e salutari, ma per bruciare i grassi devi fare di più: andare in palestra, in piscina o fare lunghe passeggiate. Se sei molto pigro invece, ti consigliamo di provare gli esercizi fitness della nostra esperta Giovanna Lecis da fare direttamente in casa tua.

Che altro dire? Buona dieta e buon allenamento, ma soprattutto addio pancia!

 

Commenti