Annuncio pubblicitario

Il segreto per dimagrire? Sgarrare ogni tanto!

Alfonso, Monica e Alessandra hanno perso peso grazie a Melarossa e a piccoli peccati di gola. Uno sgarro ogni tanto non è una tragedia, non compromette i tuoi sforzi per dimagrire e, anzi, una piccola gratificazione può aiutarti a restare motivato e a seguire la dieta con più ottimismo e buon umore.
L’importante è che sgarrare non diventi un’abitudine e che, tra uno sgarro e l’altro, tu adotti una linea di condotta quotidiana che ti faccia restare sulla strada giusta: quella del mangiare sano.
Certo quello che devi capire prima di tutto è l’importanza di imparare a mangiare sano e questo Melarossa te lo insegna da subito: un’alimentazione equilibrata deve apportare, ogni giorno, calorie per circa il 50-55% da carboidrati, per circa il 20-25% dalle proteine e per circa il 20-30% da grassi.

Per gruppi di alimenti, poi, tutti i cibi possono essere sostituiti tra loro: ad esempio, se non ami la pasta puoi cambiarla con riso o altri cereali, se la carne non ti piace o non ti va di mangiarla spesso puoi rimediare con il pesce. Per quanto riguarda frutta e verdura, poi, sempre meglio quella di stagione.
Mangiare in modo sano non è difficile, basta un po’ di buona volontà e, ogni tanto, una piccola concessione alla gola: lo hanno provato Alfonso, Monica e Alessandra. Leggi i loro consigli e scopri perché uno sgarro, occasionalmente, fa bene alla dieta!

Alfonso

Prima della dieta: 133, 8 kg
Dopo la dieta: 102 kg

Tanti dolci, piatti ben conditi e niente sport l’avevano fatto arrivare a pesare 133,8 chili! Poi Alfonso ha preso coscienza che mangiava per abitudine e senza controllo. Ha scaricato l’app Melarossa per provare la dieta per una settimana e – sorpresa! – si è trovato bene! Dopo i primi risultati, ha proseguito il suo percorso, sempre più determinato, e giorno dopo giorno i risultati si sono fatti sempre più evidenti fino ad arrivare a – 30 chili!

La chiave di successo di Alfonso?
“In sei mesi ho raggiunto il mio risultato senza rinunciare a qualche piccolo premio!
Ho imparato a mangiare in modo corretto, mangiando frutta per spuntino, abbinando in modo corretto gli alimenti e abolendo i dolci, anche se ogni tanto un piccolo regalo me lo concedo con un gelatino alla frutta”

Monica

Prima della dieta: 102 kg
Dopo la dieta: 62 kg

Complici uno stile di vita troppo sedentario, la decisione di smettere di fumare e diversi tentativi di inseminazione artificiale che l’hanno bombardata di ormoni, Monica aveva raggiunto i 102 chili di peso. Poi, la scelta di provare la dieta Melarossa: l’ha seguita per un anno, con grande determinazione, ed è riuscita a perdere 40 chili senza difficoltà, anche perché, con sua grande gioia, ha potuto concedersi anche un panino con la mortadella! Il suo amore per il cibo non è cambiato, ma grazie a Melarossa ha imparato a mangiare nelle giuste quantità.

Annuncio pubblicitario

Il segreto del successo di Monica?
“Ho scelto di avere il panino a pranzo per conciliare la dieta con i miei orari di lavoro. Poi, ho utilizzato moltissimo il servizio sostituzioni, indispensabile per variare la dieta e imparare a gestire meglio i miei pasti. Ma soprattutto non mi sono mai privata di nulla: se avevo voglia di un po’ di cioccolata la mangiavo, magari aggiustando poi le calorie del pranzo o della cena. Altrimenti non avrei resistito per un anno intero”.

Alessandra

Prima della dieta: 83 kg
Dopo la dieta: 65 kg

Alessandra, dopo 2 gravidanze e per problemi di ipotiroidismo, era arrivata a mettere su 20 kg di troppo. In più, la sera non andava a dormire se non mangiava pane nutella o biscotti. Con Melarossa ha imparato a mangiare cibi sani e a fare uno spuntino a base di frutta la sera, concedendosi cibi che nelle altre diete sono solo un sogno. “Se segui Melarossa e sgarri un po’ funziona lo stesso, infatti per me questa non è una dieta, è un’educazione alimentare: mi ha insegnato ad associare i cibi correttamente e a mangiare di tutto. Non ho mai sofferto la fame e riesco a gestire i miei pasti molto bene”. Alessandra non ha avuto difficoltà all’inizio del percorso di dimagrimento, al contrario, la prima settimana ha addirittura perso tre chili: “Non ci potevo credere, ero stupita! Pensavo che fosse sbagliata la bilancia e ne ho provate altre tre, per avere la conferma. Nessuna dieta mi aveva dato mai questi risultati!”

Come hai fatto per non mollare, Alessandra?
Per incoraggiarmi ho allentato un pochino, senza esagerare, e mi sono concessa volentieri quei cibi
vietati. Mi è capitato anche di leggere opinioni su Facebook e, ogni volta, quasi tutte le testimonianze rispecchiavano le mie idee. Ogni tanto si può sgarrare e la dieta funziona lo stesso.
A chi sta iniziando una dieta, consiglio di non pensare di essere a dieta, ma semplicemente di migliorare la propria vita mangiando in modo adeguato.

 

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Patrizio Cecconi

Patrizio Cecconi

Faccio l'art director da molti anni e sono appassionato di alimentazione, benessere e fitness. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook di Melarossa e scrivo articoli in qualità di redattore sempre per il sito Melarossa.it

Annuncio pubblicitario

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.