Home Nutrizione Mangiar sano Sai riconoscere il pesce fresco?

Sai riconoscere il pesce fresco?

CONDIVIDI
come riconoscere il pesce fresco

Come riconoscere il pesce fresco sui banchi del mercato o al supermercato? Scoprilo con il video della Fondazione Campagna Amica di Coldiretti. Un’associazione leader del km zero e della filiera corta, che ti aiuta a fare una spesa più consapevole e, quindi, più sana.

Freschezza sinonimo di bontà

Freschezza è sinonimo di bontà, ma anche di salute e genuinità. Questo perché solo se il pesce che porti a casa è stato appena pescato potrà assicurarti tutti i suoi preziosissimi benefici nutrizionali. In particolare il suo tesoro di omega-3. Grassi “buoni” che ti proteggono dai radicali liberi. Contribuiscono a tenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue e ti aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari.

I pericoli del pesce non fresco

Ovviamente non è solamente una questione di gusto. Mangiare del pesce fresco è necessario per evitare spiacevoli conseguenze. Il pericolo più grande è quello di subire un’intossicazione alimentare da istamina. Questa molecola può essere assunta in caso di cattiva conservazione di alcuni tipi di pesce. I sintomi di questa intossicazione alimentari sono i più disparati. Prurito, arrossamento della pelle, disturbi intestinali (vomito, diarrea), calo della pressione, vertigini e mal testa. Insomma, è ben facile comprendere quanto sia importante saper riconoscere il pesce fresco quando lo vai a comprare al bancone del supermercato.

I consigli di Campagna Amica

Ma come fare a sapere se il pesce che stai per comprare è fresco? Ci sono alcuni segnali che possono darti la sicurezza che è stato appena pescato: i produttori di Campagna Amica ti mostrano quali sono!

Commenti