Home Fitness Sport e Benessere Quanto sport fare per stare in forma

Quanto sport fare per stare in forma

CONDIVIDI
quanto sport fare

Fai sport da un po' di tempo ma non ne senti i benefici? Ti domandi quanto sport fare per essere veramente in forma? Hai capito quanto è importante fare attività fisica ma non sai come orientarti? Hai mai pensato che forse stai facendo sport in modo sbagliato e che avresti bisogno di una visita dal medico sportivo per capire che attività praticare per ottenere dei risultati?

Capiamo quanto sport fare per allenarsi al meglio. Vediamo insieme a Gabriele Rosa, medico sportivo, allenatore di fama mondiale e consulente di OkSalute, quali sono le regole fondamentali per praticare con risultati un'attività sportiva e dimagrire.

L'importanza di fare sport

Secondo alcuni dati recenti resi noti dall'OMS, nel nostro paese la percentuale di persone inattive ammonta al 37,5% (43% donne e 32% uomini).
Hai deciso di prendere in mano la situazione e hai iniziato una dieta? Benissimo, sei già a buon punto. Infatti una corretta alimentazione e il movimento sono considerati a livello mondiale le prerogative essenziali per una buona salute.

“E' necessario sapere quali sono le caratteristiche di ogni persona e in base a questo impostare una corretta attività motoria”, dice il dott. Rosa. “Per questo è necessario che gli esercizi proposti siano personalizzati.” E mai cercare di portarsi al limite. Tante persone  preferiscono seguire una dieta drastica per dimagrire in fretta. Altre pretendono di correre 50 km per ritrovare subito il peso forma. Ma è un grande rischio, visto che, come precisa il dottor Rosa: “Non è mai corretta né una dieta estrema, né un'attività fisica esasperata”.

Una corretta dose di esercizio fisico

Ma come si fa a valutare qual è la corretta dose di esercizio fisico?  Un medico sportivo può creare un programma adatto alle tue caratteristiche. E' chiaro che sono necessarie motivazione e assiduità. Il contributo personale è importante.”

Le testimonianze degli utenti di Melarossa sulla motivazione

Roberto voleva raggiungere subito il suo peso forma e si era impegnato a correre 2 volte a settimana per 50 minuto seguendo la dieta Melarossa. Dopo 1 mese, era stanco e pieno di dolori e ha interrotto del tutto l'attività fisica.

Il consiglio di Melarossa: procedere per gradi è essenziale.

Alessandra, 30 anni, dopo una gravidanza voleva ritrovare la forma. Si era imposta di andare a correre ogni mattina ma dopo 2 settimane non ce l'ha fatta più.

Il consiglio di Melarossa: mai essere impazienti. É inutile imporsi un programma troppo severo nello sport e nella dieta. Se sei in un periodo di indebolimento fisico (dopo una gravidanza o un'influenza), aspetta un attimo prima di costringerti a seguire un programma.
Se hai poco tempo libero, è inutile importi di correre ogni giorno, non riuscirai mai a rispettare il programma e rischierai di deprimerti e colpevolizzarti.

L'importanza del piacere

L'attività per ritrovare la forma va benissimo, ma il dottor Rosa sottolinea che è controproducente imporsi ritmi e frequenze da soli, se prima di tutto non c'è il piacere. Infatti non ce la faremo mai a portare avanti il nostro programma e il rischio è solo quello di abbandonare qualsiasi attività.

La frequenza settimanale per ritrovare la forma

Non esiste una regola ma il minimo sarebbe fare sport tre volte a settimana. Impostando la tua attività in funzione delle tue caratteristiche e del tuo stato di salute. Per esempio, se sei obeso, dovrai camminare o correre in un certo modo. Se sei leggermente sovrappeso dovrai farlo in modo diverso.

Una corretta attività = intensità + durata dell'esercizio

Gli studi che propongono di fare 1000 passi al giorno, sono affidabili?

L'opinione del dottor Rosa al riguardo è chiara: “Piuttosto che non far niente, è meglio consigliare di fare dei passi al giorno.” Ma tutto dipende da quanti passi e con quale intensità. Perché fare 5000 passi camminando a 2Km all'ora porta vantaggi minimi, forse inesistenti. Per cui bisogna abbinare i passi alla distanza e alla velocità. Probabilmente facendo 5000 passi percorrerò 3,5 km, se ne faccio 10000 farò 7 km. Però a parte il numero è importante l'intensità con cui li faccio.”

Determinare l'intensità per consumare i grassi

Intensità vuole dire impegnarti quanto basta per ottenere risultati senza metterti troppo sotto pressione. “L'intensità deve essere tale per cui la frequenza cardiaca di chi pratica sport si alza rispetto al valore normale.” Il dottor Rosa precisa: “Noi consigliamo un livello di intensità che permette di consumare i grassi. Quindi camminare ad una frequenza cardiaca tale che permette di consumare i grassi, vuol dire fare un'attività molto più proficua rispetto ad una in cui non si raggiunge questo obiettivo.” Avere un'andatura che è all' 80% del massimo che potresti raggiungere è il segreto per raggiungere i tuoi obiettivi.

Non andare troppo veloce altrimenti non dimagrisci

La regola è sempre non strafare, ma cercare di aumentare un po' la tua frequenza cardiaca, chiamata soglia lipidica. Questo perché è in quel modo che riesci a consumare il tessuto adiposo, causa di tante patologie come l'obesità e il diabete.
Se vai troppo forte, si consumano gli zuccheri e i carboidrati e questo non è vantaggioso  Se vai troppo forte e pensi usi i carboidrati, che dovrai reintegrare subito. Per cui non cali di peso e perdi tutti i benefici che derivano dal fatto di praticare un'attività moderata e controllata.

Un esempio di intensità per dimagrire dal dottor Rosa

Per dimagrire puoi fare 40/50 minuti correndo non troppo forte, con un'andatura compatibile con la tua resistenza, per fare sport con piacere e con soddisfazione. Ad un obeso consiglia di fare 30/40 minuti di camminata un po' veloce per tre volte alla settimana. E questo è un programma di lavoro già sufficiente.

 

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl porro, l'ortaggio che combatte la ritenzione idrica
Articolo successivoPolpette di verdure, con zucchine
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.