Home Fitness Sport e Benessere Mini pinne: programma di allenamento per combattere la cellulite

Mini pinne: programma di allenamento per combattere la cellulite

CONDIVIDI
mini pinne; programma di allenamento per combattere la cellulite

Con le mini pinne puoi dire addio a gambe gonfie e glutei rilassati. Prova il nuoto con le pinne corte e vedrai che risultati incredibili che otterrai contro la cellulite. Già il nuoto è uno sport ottimo per scolpire il fisico e fa bruciare tante calorie, ma le mini pinne da piscina ti permettono di ottimizzare lo sforzo.

La propulsione del corpo nell’acqua avviene principalmente attraverso il movimento delle gambe, dei glutei e della cintura addominale. Le pinne corte aiutano a far lavorare queste zone con risultati più evidenti e visibili in poco tempo.

I benefici delle mini pinne

Ovviamente, l’allenamento con le mini pinne ha tutti i benefici classici del nuoto. Come conferma Giovanna Lecis, esperta fitness di Melarossa, questo tipo di attività fisica ti permette di lavorare ottimamente sulla parte inferiore del corpo, consumando anche molte calorie. “La prima cosa da dire sulle mini pinne – afferma Giovanna Lecis – è che ti permettono di nuotare per molto più tempo e con maggiore velocità rispetto al normale. In questo modo riuscirai a bruciare anche più calorie. Infatti il nuoto con le mini pinne avrà un impatto maggiore sul tuo metabolismo. Questo perché ti permetterà di fare un grande lavoro dal punto di vista aerobico. Importantissimo per i principianti, che grazie alle mini pinne possono ottenere risultati migliori nonostante la condizione fisica non ancora perfetta. Oltre a dimagrire, poi, ti permettono di potenziare e tonificare gli addominali e la parte inferiore del corpo. Le gambe, specialmente i quadricipiti, sono messi a dura prova da questo allenamento. Così come i glutei e l’addome, che serve per stabilizzare il movimento durante la nuotata”. Sono quindi tantissimi i vantaggi derivanti dall’utilizzo delle mini pinne. Ti permetteranno di fare attività fisica anche se sei in forte sovrappeso. Come il nuoto, infatti, l’impatto sulle articolazioni viene praticamente annullato dall’acqua.

Bye bye cellulite!

Come l’acquabiking, il nuoto con le mini pinne è uno degli sport più efficaci nella lotta contro la cellulite, perché il lavoro dei muscoli avviene sott’acqua e produce un  massaggio molto efficace sulla pelle, ottimo per snellire la “culotte de cheval” e contrastare la ritenzione idrica.

Bye bye noia!

Nuotare fa bene alla salute ma, si sa, andare avanti e indietro in una vasca può essere molto noioso! Uno dei vantaggi delle mini pinne è che scivoli nell’acqua con una sensazione bellissima: quella di andare più veloce facendo meno sforzo! Quindi impegnati a trovare una piscina che ti accetta con le mini pinne!

Programma di allenamento con le mini pinne

Melarossa ti propone un allenamento basato sull’utilizzo delle mini pinne, che ti permetterà di ottenere tutti questi benefici. Ti basteranno due o tre allenamenti alla settimana per notare i primi cambiamenti. Vedrai le tue gambe rassodarsi, la tua condizione fisica migliorare giorno dopo giorno. Gli esercizi del programma di allenamento sono 5:

  • Stile libero
  • Nuoto in assetto
  • Nuoto con la tavoletta
  • Nuoto con la resistenza della tavoletta
  • Stile libero con la maglietta

Durante l’allenamento e a fine dello stesso, saranno poi presenti delle brevi ripetizioni senza mini pinne, nuotate a rana, che serviranno per sciogliere i muscoli notevolmente sollecitati dall’utilizzo delle stesse. Inoltre in questo modo potrai abbassare la frequenza cardiaca, recuperando dallo sforza fisico fatto.

programma allenamento

Gli esercizi del programma

Stile libero con le mini pinne

Stile libero con mini pinne

La tecnica più semplice, ma allo stesso tempo la più efficace in piscina. Con il crawl, comunemente conosciuto come stile libero, viaggerai a tutta velocità, soprattuto considerando l’utilizzo delle mini pinne. Il movimento è ovviamente uguale allo stile libero classico. Consiste in un movimento alternato delle braccia, accompagnato da una propulsione continua degli arti inferiori. Ovviamente, durante la nuotata, devi girare la testa di lato per prendere fiato. Puoi respirare ogni 2 o 4 bracciate, in base al tuo grado di preparazione.

Nuoto in assetto con mini pinne

nuoto in assetto con mini pinne

Nuotando in questo modo sarai un vero e proprio proiettile dentro la piscina. Nuotare in assetto vuol dire farlo mettendo le braccia distese lungo il corpo ed utilizzando, quindi, la sola spinta delle gambe. Per farlo non ti sarà possibile muovere la testa per respirare ed è proprio per questo che è necessario utilizzare un boccaglio frontale. In questo modo potrai spingere al massimo senza preoccuparti troppo della respirazione.

Nuoto con tavoletta e mini pinne

tavoletta con mini pinne

Un esercizio che ti permette di sfruttare al meglio la potenza esplosiva delle mini pinne, isolando il movimento delle gambe e aiutandoti con la tavoletta. Con questo attrezzo, infatti, non faticherai con la parte superiore del corpo, poggiata sulla tavoletta, e fari tutto il lavoro con la parte inferiore del corpo.

Nuoto con la resistenza della tavoletta

nuoto con resistenza della tavoletta

Gli attrezzi sono gli stessi dell’esercizio precedente, ma il lavoro è ben diverso e molto più duro. In questo caso dovrai tenere la tavoletta in posizione verticale davanti a te, immersa per metà nell’acqua. In questo modo farà resistenza, opponendosi al tuo movimento di spinta con le gambe. Con questo esercizio, infatti, andrai a lavorare tantissimo con i glutei e il bicipite femorale.

Stile libero con maglietta e mini pinne

stile libero con maglia

Se parliamo di esercizi duri, anche questo non scherza. Identico in tutto e per tutto al primo allenamento che abbiamo proposto, ma con una piccola ma fondamentale variante: indosserai una maglietta. Bagnandosi, diventerà molto pesante e il tuo sforzo per nuotare raddoppierà. Un espediente semplice, ma che ti permetterà di rendere ancora più efficace il tuo allenamento. Il consiglio è di utilizzare una maglietta a maniche corte aderente, che non ti dia fastidio durante la nuotata.

Attenzione

Dato che il nuoto, compreso quello con le mini pinne, è uno sport che mette a dura prova l’apparato cardio-respiratorio, dovrai prima di tutto effettuare una visita medico sportiva. In questo modo un medico ti potrà rilasciare l’idoneità a praticare sport.

 

 

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteZucchine al forno con tofu
Articolo successivoIl Culatello di Zibello DOP: porta in tavola il Re dei salumi!
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.