Home Fitness Workout Sport acquatici: l'acqua boxe per tonificarti

Sport acquatici: l'acqua boxe per tonificarti

CONDIVIDI
aquaboxe piscina per tonificarsi

Armati di guantoni e tuffati in acqua: L'acqua boxe è la nuova tendenza degli sport acquatici, divertimento, tonificazione e via lo stress! In acqua si possono praticare molti sport, ma alle arti marziali non aveva ancora pensato nessuno. E invece, boxe, più acquagym, più kick boxing, uguale acquaboxe.

Nuova tendenza del fitness che fa bene al look e alla salute.
Armati di guantoni speciali, si scende in acqua e si sferrano colpi, calci, pugni e gomitate a uno speciale pungyball acquatico. La lezione, con un buon trainer, prevede i movimenti tipici della fit boxe, ma immersi in piscina. Tutti i muscoli saranno coinvolti,  dalle braccia, che si rafforzano sferrando fendenti, ai calci, alti o bassi, che rassodano cosce e glutei. Risultati certi e divertimento garantito. E nessun avversario da sfidare.

Adatto alle donne, ma anche agli uomini, l'allenamento si basa su un mix di esercizi di aerobica e arti marziali. Nei corsi di gruppo non si ripetono mai le azioni nello stesso modo e non serve neppure sapere nuotare.

Non solo, a seconda dell'obiettivo da raggiungere, si potranno sferrare colpi e calci in modo differente: ganci, pugni incrociati o obliqui, calci laterali o frontali, o, ancora, all'indietro.

E farà bene anche all'umore, perché le lezioni di gruppo, sempre a ritmo di musica, insegnano a non mollare e a scaricare stress e ansia. Anche se ciascuno potrà mantenere il proprio ritmo.
I pugni, insieme alle torsioni, attivano braccia, spalle, dorsali, pettorali, addominali e girovita. E i risultati saranno evidenti.

L'acqua boxe è adatto a tutti, anche a chi è avanti con gli anni e ai bambini. Ed è perfetto per chi è sovrappeso, perché allena polmoni e cuore e permette di bruciare un grande quantitativo di calorie. Il tutto con l'aiuto dell'acqua, che aiuta a dimenticarsi per quasi un'ora del peso corporeo, spesso opprimente. Quindi niente danni alle articolazioni.

E anche la salute ne trarrà vantaggio, a cominciare da un miglioramento dell'attività cardio-vascolare, ma gli effetti positivi saranno evidenti anche sulle capacità di coordinamento, sull'equilibrio e sull'umore.

Controindicazioni? Nessuna: l'acqua protegge dai traumi dovuti alle cadute e dalle eventuali lussazioni, perché frena i gesti.
Pugni, calci e gomitate sono un toccasana per i muscoli e per scaricare tensioni e stress.

La lezione, di circa 40 minuti, comprende una prima fase di riscaldamento, a cui segue quella cardiovascolare (per potenziare i muscoli e si accrescere la resistenza), poi la tonificazione e infine il defaticamento.

 

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome scegliere il bouquet da sposa giusto per te
Articolo successivo"-4 kg senza rinunciare alla pasta!"
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.