Home Senza categoria I

I

CONDIVIDI

Indice di Massa Corporea
L’Indice di Massa Corporea o indice di Quetelet (spesso usato nel termine in inglese BMI: Body Mass Index) è un indice che, ponendo in relazione il peso di un individuo con la sua statura, può essere utilizzato per valutare l’adeguatezza del peso di individui sani adulti. Il calcolo è estremamente semplice in quanto basta dividere il peso dell’individuo (espresso in kg) per il quadrato della sua statura (espressa in m). Un individuo è considerato di “normopeso” quando presenta il valore dell’IMC compreso tra 18.5 e 25. Al di sotto di 18.5 lo stato è di sottopeso  (sottopeso grave sotto a 17, molto grave sotto a 16) mentre al di sopra di 25 lo stato è di sovrappeso (obesità sopra a 30, obesità di secondo grado sopra a 40). E’ molto importante considerare che questo è un “indice” e in quanto tale può dare semplicemente una indicazione dello stato nutrizionale energetico. Quando questo indice esce dagli intervalli suggeriti, si consiglia di contattare un medico in modo che possa applicare strumenti diagnostici più adeguati. Riteniamo inoltre puntualizzare che l’obesità corrisponde a un eccesso di tessuto adiposo mentre l’IMC  (ovviamente) non è in grado di distinguere il peso della massa magra da quello della massa grassa. Per questo motivo l’IMC può essere  utilizzato solo da persone che conducono uno stile di vita “normale” (non è applicabile in  atleti, body builders, individui con una massa muscolare particolarmente sviluppata, che risulterebbero obesi pur non essendolo). E’ infine molto importante considerare che l’IMC va utilizzato solo per individui adulti (sopra ai 18 anni di età) in quanto nei bambini e negli adolescenti gli intervalli proposti non hanno alcuna validità

Iodio
Lo iodio è uno dei componenti essenziali  degli ormoni tiroidei. Carenze di iodio determinano ipotiroidismo e, quindi, disfunzioni del metabolismo energetico. Lo Iodio lo troviamo nel pesce, frutti di mare, latte, uova. Carenze di iodio sono caratteristiche di alcune aree geografiche dove lo iodio viene aggiunto come “supplemento” al sale da cucina

Commenti
CONDIVIDI