Home Nutrizione Mangiar sano Zuccheri nascosti negli alimenti, impara a scovarli

Zuccheri nascosti negli alimenti, impara a scovarli

CONDIVIDI
zuccheri nascosti: come scovarli

Zuccheri nascosti in alimenti insospettabili, che spesso fanno aumentare la “razione” quotidiana senza che neanche te ne rendi conto. Secondo la comunità scientifica internazionale non dovresti assumere più di 50 gr di zucchero al giorno (10 cucchiaini o 10 zollette). E invece difficilmente riesci a rispettare questo quantitativo…

Ti basti pensare che il 60% dello zucchero che assumi proviene dai cibi industriali confezionati: si tratta degli zuccheri aggiunti, che vengono inseriti nella preparazione di un alimento oltre a quelli naturalmente presenti nell’alimento stesso (principalmente frutta e latte).

Puoi chiamarli zuccheri nascosti perché spesso sono presenti in prodotti nei quali non ti aspetteresti di trovarli: basta leggere le etichette di molti acquisti fatti al supermercato per rendertene conto.

È facile immaginare di poter trovare questi zuccheri in pane, pasta, cereali, frutta, dolci, ma ci sono altri “insospettabili” che ne contengono. Eccone alcuni esempi: cereali per colazione, hamburger, ketchup, sughi pronti, piselli in scatola, mais in scatola, pan carré, omogeneizzati, bevande gassate, succhi di frutta, tè per bambini (granulato), camomilla solubile, polvere di cacao istantaneo.

L’unica modo per capire in quali prodotti si nascondono gli zuccheri è la lettura delle etichette: c’è da dire che talvolta può essere più complesso riconoscerli, quando non vengono indicati con nomi riconoscibili dal consumatore, ma con il loro nome scientifico, come glucosio, fruttosio, saccarosio, lattosio.

In ogni caso, per non superare la quantità di zucchero “concessa” dalla Comunità scientifica, devi adottare alcuni comportamenti utili a limitarne il più possibile il consumo:

  • Non aggiungere lo zucchero laddove non serve. Un esempio su tutti, il latte: impara a non mettere lo zucchero nel latte, che è già dolce di per sé, perché contiene uno zucchero semplice che è il lattosio.
  • Non aggiungere lo zucchero ai piatti dei bambini senza motivo, per esempio alle macedonie.
  • Controlla rigorosamente il consumo di bevande analcoliche.
  • Attenzione a caramelle e gomme senza zucchero, perché è vero che non hanno zuccheri assorbibili per non fornire calorie, ma gli zuccheri sostituti come lo xilitolo, sorbitolo, mannitolo, lattitolo sono i principali responsabili dei gonfiori addominali e disturbi gastrointestinali.

 

Commenti