Home Nutrizione Mangiar sano Le proprietà dei vari tipi di miele

Le proprietà dei vari tipi di miele

CONDIVIDI
benefici del miele

È un dolcificante naturale, ma soprattutto un alimento ricco e nutriente. Millefiori, di acacia, di arancio, di castagno: sono tanti i tipi di miele in commercio. Impara ad orientarti nell'acquisto dei barattolini che trovi al supermercato e nei negozi di alimentari.

Leggi l'etichetta e preferisci il miele nostrano

L'origine nazionale del prodotto è una dizione obbligatoria per il miele, al contrario di molti altri prodotti agroalimentari. Per essere certo di acquistare miele 100% italiano, scegli i barattoli con il sigillo "FAI Miele Italiano".

Da dicembre 2014, poi, è diventato obbligatorio indicare, oltre al luogo di origine e raccolta, anche la presenza di pollini OGM (se superiori allo 0,9%) e di allergeni. Una volta controllate queste informazioni, orientati sul tipo di miele che più incontra i tuoi gusti.

Miele monoflora o millefiori?

il millefiori si ottiene da una miscela di piante diverse e il suo sapore cambia a seconda della zona di produzione; il monoflora, invece, si ottiene da un'unica pianta, che conferisce al prodotto uno specifico colore e un particolare sapore.

Eccoti qualche esempio: il miele d'acacia ha consistenza liquida e sapore dolce e vanigliato; il miele di castagno ha anch'esso consistenza liquida, ma il sapore è amarognolo, ligneo, intenso e persistente; il miele di eucalipto si presenta cristallizzato, di consistenza pastosa, dal sapore non molto dolce, ma persistente. Insomma, a ciascuno il suo.

Osservalo per scegliere il migliore

Prima di mettere il miele nella tua busta della spesa, ricordati di osservare attentamente l'aspetto del prodotto: il barattolo deve avere obbligatoriamente il sigillo di garanzia ben integro, segno che non è stato toccato precedentemente. Talvolta si può notare la netta separazione in due parti del miele, una liquida in superficie e una solida in basso: questo avviene in mieli troppo umidi o conservati a temperature troppo alte che hanno fermentato e si sono degradati, quindi evitiamo di acquistarli.

È meglio non comprare il prodotto anche quando presenta delle macchie di cristallizzazione: queste infatti potrebbero essere causate da minuscole bolle d'aria inglobate nella massa del miele durante le fasi di lavorazione (e in questo caso il problema è solo di natura estetica), ma anche da un processo di fermentazione, e in quest'ultimo caso il miele si è degradato. Quindi, nel dubbio, è meglio cambiare prodotto.

Commenti