Home Nutrizione Cibo e Salute Guida all'autopalpazione per lottare contro il tumore al seno

Guida all'autopalpazione per lottare contro il tumore al seno

CONDIVIDI
auto palpazione, la guida per prevenire il tumore al seno

Prevenire è la parola d’ordine per combattere il tumore al seno, un male che si stima essere uno dei maggiori killer fra le donne. Noi di Melarossa in collaborazione con la LILT, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, abbiamo stilato una guida per eseguire nel modo giusto l’autopalpazione, lo strumento più economico e semplice per una lotta efficace al tumore al seno.

Scopri passo dopo passo come fare l'autopalpazione

Vediamo come eseguire un'autopalpazione corretta per combattere il tumore al seno. Prima di tutto cerca di effettuare questa auto diagnosi qualche giorno dopo la fine del ciclo. Segna la data sul calendario in modo da poter ripetere il controllo a distanza di un mese: è importantissimo familiarizzare con il tuo corpo e cercare di controllarlo a intervalli regolari e con le stesse condizioni.

  •  Inizia il tête-à-tête con lo specchio. Ricorda: questo deve diventare un momento di confronto positivo, devi trasformare lo specchio da acerrimo nemico in alleato indispensabile! Mettiti davanti ad uno specchio, braccia in alto dietro la testa, e controlla che non vi siano irregolarità sulla cute.tumore al seno
  • Stenditi sulla schiena, porta un braccio in alto sotto la testa, e con l’altro inizia l’autopalpazione: con dita unite a piatto, effettua un movimento circolare, risalendo verso il capezzolo disegnando una spirale immaginaria sul seno.

tumore al seno

  • Continua la palpazione fin sotto l’ascella, senza tralasciare i capezzoli.

tumore al seno

  • Con una leggera spremitura del capezzolo controlla che non vi siano secrezioni.

tumore al seno

A cosa devi fare attenzione?

Alla forma del seno: se sembra cambiata, se il seno sembra ingrossato o arrossato.

Alla consistenza: se sono presenti aree dalla consistenza dura.

Alla cute della mammella e dell’areola: se ha subito modificazioni, è arrossata, irritata o ispessita.

Al capezzolo: se si è recentemente retratto, se appare secrezione alla spremitura e se l’areola presenta crosticine o irritazioni.

Al post palpazione: se appare una tumefazione.

Quali sono gli altri esami clinici ai quali ti puoi affidare per lottare contro il tumore al seno, invece, sotto controllo medico?
Ecografia mammaria
Mammografia
In caso di alterazione genetica ricorri ad una Risonanza Magnetica

Se noti qualcosa non preoccuparti, avverti il tuo medico, starà a lui, poi, indirizzarti verso queste o ulteriori analisi.


Illustrazioni Marcello Carriero

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteContro i malanni di stagione, fai scorta di vitamina C!
Articolo successivoLe ricette antiage di Melarossa
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.