Home Fitness Sport e Benessere Ponte in bici: cosa mangiare?

Ponte in bici: cosa mangiare?

CONDIVIDI
tour in biciclette che cosa mangiare

Sei un appassionato di mountain bike o city bike e ti stai allenando sempre più frequentemente per migliorare il tuo livello? Oppure pedali semplicemente per sentirti in forma?

Se la bicicletta è la tua passione, un mezzo per perdere peso e restare in salute. Oppure stai pianificando una vacanza in bici in vista dell’estate. Ecco alcuni preziosi consigli su cosa mangiare quando pedali.

Active Sport Tours, tour operator specializzato nel cicloturismo e nell’organizzazione di viaggi in bicicletta, ha stilato una semplice ma utile guida. Troverai consigli, raccomandazioni e curiosità per partire preparato. I suggerimenti che troverai qui di seguito ti potranno tornare utili durante le sessioni di allenamento. Oltre che in occasioni più impegnative. Come quando vorrai partecipare ad una competizione amatoriale, una gara fra amici, o più semplicemente partire per la tua vacanza con un grado di allenamento soddisfacente.

La scelta degli alimenti è sicuramente una delle fasi più importanti della preparazione atletica, anche se spesso viene sottovalutata, generando così errori grossolani. Innanzitutto è bene ricordare che andare in bicicletta richiede un grande sforzo e quindi comporta un notevole dispendio di energie. Specie nei casi in cui si iniziano a fare delle vere e proprie “uscite”, ovvero sessioni di allenamento che durano più di due ore. Proprio per questa ragione è fondamentale reidratare l’organismo e rifornirlo con gli alimenti giusti e nelle giuste quantità.

In linea generale, è opportuno mangiare circa 1-2 ore prima di iniziare l’allenamento. Evitando così di fare sforzi e sottrarre sangue al processo digestivo. È bene consumare carboidrati, come pasta, riso e cereali, ma anche pane. Questo perché forniscono gradualmente l’energia necessaria e permettono di stare bene a lungo. In ogni caso, vanno evitati i cibi troppo pesanti, carichi di proteine e grassi. Per l’idratazione, invece, è opportuno reintegrare con acqua e sali minerali.

Durante le sessioni di allenamento, è bene rifocillarsi con acqua, sali, zuccheri semplici (come miele e frutta). Formaggi non troppo grassi (ad esempio va bene il Grana che contiene molti sali), carboidrati (le barrette sono pratiche ed energetiche). Nei casi di sforzo più intenso anche i gel, ovvero mix energetici creati con una miscela di carboidrati  e zuccheri (destrosio e fruttosio). Sono ideali per essere assunti durante la corsa, senza bisogno di fermarsi.

E al termine dell’uscita cosa è bene mangiare?

Una volta riposta la bicicletta, è fondamentale bere acqua naturale e sali minerali. A questo punto, se l’allenamento è durato meno di due ore, si può fare uno spuntino. Ad esempio con della frutta fresca, un piccolo panino con della marmellata o miele. Se invece la sessione di allenamento è durata per più di due ore, superando i venti chilometri di percorso, è opportuno reintegrare maggiormente. Con dello yogurt e cereali, pane con la marmellata, oppure miele o crema di cioccolata con le nocciole. In alternativa si può optare per un panino al prosciutto, che si digerisce facilmente. In modo da rigenerare i muscoli e le cellule sottoposte allo sforzo.

Qualche avvertenza importante

Per chi fa sforzi intensi e prolungati può avere un senso l’utilizzo di preparati chimici (sotto forma di gel o barrette). Non dimenticare però che il nostro organismo non è abituato a questo tipo alimenti. Ragione per la quale spesso reagisce dando quella sensazione di “chiusura di stomaco” che impedisce di alimentarsi. Pertanto, è opportuno preferire dei prodotti naturali (piccoli panini, frutta). Se invece non si può fare a meno di assumere preparati chimici, è bene intervallarli con qualcosa di più naturale e piacevole. In ogni caso, è bene mangiare e bere spesso, e poco per volta, per non sottrarre energia e sangue ai muscoli che lavorano intensamente.

Per saperne di più: http://www.activesporttours.com

Commenti
CONDIVIDI
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.