Come trovare gli input per mettersi a dieta

  1. Home
  2. Wiki di Melarossa
  3. Salute
  4. Psicologia
  5. Come trovare gli input per mettersi a dieta

Per trovare la motivazione giusta la prima cosa da fare è eliminare dal vocabolario la parola “dieta”, che viene  associata a qualcosa di negativo. A livello inconscio si attiva un processo di “negativizzazione” che certo non stimola ad intraprendere la strada “giusta”.

Si può parlare, invece, di “sano stile di vita”:dieta, dal greco diaita, vuol dire proprio abitudine, stile di vita. Con questo concetto si intendono tutte quelle buone abitudini come mangiare in modo regolato e praticare attività fisica, SEMPRE, non solo quando c’è da perdere peso.

Un modo utile per alimentare la motivazione a seguire queste sane abitudini è quello di compilare una lista di tutti i vantaggi che si possono ottenere con la dieta. Ad esempio, indossare i vestiti che ci piacciono, sentirsi a proprio agio in mezzo alla gente, affrontare la prova costume senza ansie e così via.

È bene annotare almeno 10-15 vantaggi e poi fare 3 copie della lista in modo da averne una attaccata sul frigorifero, un sul comodino e una in borsa. La prescrizione che faccio è quella di leggere la lista tutte le mattine. Inoltre, farlo anche più tutte le volte che si sente la motivazione scemare.

Infine, mettersi le scarpe da ginnastica e camminare a passo spedito un quarto d’ora. Poi aggiungere ogni giorno 5 minuti fino ad arrivare almeno a 40 minuti al giorno. Le endorfine liberate dall’attività fisica regaleranno un potente impulso a proseguire.

Questo articolo è stato utile?

Articoli correlati