Come affrontare l’inizio di una dieta

  1. Home
  2. Wiki di Melarossa
  3. Salute
  4. Psicologia
  5. Come affrontare l’inizio di una dieta

Ci possono essere svariati motivi, tutti personali, per cui un soggetto qualsiasi non riesce ad iniziare una dieta. Uno di questi può essere la scarsa motivazione: qual è lo scopo per il quale si desidera dimagrire? Estetico? Di salute? E quanto è forte, quanto è convincente?

Probabilmente la difficoltà sta tutta qui: la “dieta” richiede energie, impegno e dedizione e forse, semplicemente in questo momento non si possiede la concentrazione necessaria per fare tutto questo.

Esistono, inoltre, delle distorsioni del pensiero che ci allontanano dall’obiettivo del dimagrimento, che però, si possono imparare a combattere efficacemente.

Le distorsioni del pensiero

Le problematiche legate alla gestione del peso si possono gestire al meglio imparando a controllare in modo più proficuo alcuni pensieri controproducenti. Ecco alcune tecniche che si possono usare per controllare questi pensieri.

  • fare un diario psiconutrizionale. Uno strumento che ti aiuta a mettere ordine nel tuo menù quotidiano e a capire quali sono i momenti in cui la forza di volontà viene meno.
  • Tenere sotto controllo gli stimoli che portano a sgarrare. Anche in questo caso ci sono dei “trucchetti” da usare: fare la spesa a stomaco pieno e con una lista preparata; evitare il reparto dei dolci o dei cibi/tentazione; non comprare cibi pronti; non lasciare cibo in vista e conservarlo in contenitori opachi; mettere le tentazioni in luoghi difficilmente accessibili, preparare porzioni di cibo singole e così via.
  • Fare una lista di cose da fare che possano distrarre la mente dalla tentazioni. Devono essere attività non legate al cibo, come una telefonata ad un amico, leggere un libro, fare una passeggiata. Parallelamente, fare una lista di frasi che possano incoraggiarci: passerà questo momento, il cibo non è un’emergenza, posso farcela ecc.
  • Riconoscere le emozioni che ci portano alle tentazioni, che siano negative (rabbia, frustrazione, delusione) ma anche positive (festeggiare una ricorrenza, arrivare a un obiettivo agognato, passare una serata conviviale con gli amici) e applicare alcune delle tecniche a questi momenti.

 

Commenti

Questo articolo è stato utile?

Articoli correlati

Commenti